Tennis, Us Open: ok Berrettini e Caruso. Bene Medvedev e Serena Williams
Tennis, Us Open: ok Berrettini e Caruso. Bene Medvedev e Serena Williams

Trai big, dopo Novak Djokovic e Dominic Thiem, anche Daniil Medvedev approda al secondo turno. Primo turno ok anche per Serena Williams

Esordio convincente per Matteo Berrettini agli Us Open 2020 (53.400.000 di montepremi), secondo Slam di una stagione stravolta dalla pandemia, in corso sui campi in cemento di Flushing Meadows, a New York. Nella notte italiana il tennista romano, n.8 del ranking mondiale e sesta testa di serie, ha battuto per 7-6(5), 6-1, 6-4, in due ore di partita, il giapponese Go Soeda, n.119 ATP. Al prossimo turno - giovedì - Berrettini troverà il francese Ugo Humbert, 22 anni, n.42 ATP. Il 24enne azzurro, alla terza presenza nel tabellone principale degli Us Open, deve difendere la splendida semifinale raggiunta dodici mesi fa, fermato solo da Nadal, poi vincitore del titolo.

Bravo anche Salvatore Caruso, per la prima volta nel main draw di New York. Il 27enne palermitano, n.100 ATP, ha sconfitto 4-6, 7-5, 7-5, 6-2, dopo una battaglia di tre ore e 20 minuti terminata all'alba italiana, l'australiano James Duckworth, n.84 ATP. Nulla da fare, invece, per Andreas Seppi e Gianluca Mager. Il veterano azzurro, numero 89 ATP, è stato sconfitto 4-6, 6-3, 6-4, 7-5, dopo oltre tre ore di lotta, dallo statunitense Frances Tiafoe, n.82 ATP. Lotta cinque set ma non basta il 25enne sanremese, alla sua 'prima' nel main draw a New York. Il ligure, n.80 ATP, ha ceduto 6-4, 6-4, 6-7(6), 3-6, 6-2, in due ore e 54 minuti di partita, al serbo Miomir Kecmanovic, 21 anni, n.47 ATP.

Per quanto riguarda i big del tabellone maschile, dopo Novak Djokovic e Dominic Thiem, anche Daniil Medvedev approda al secondo turno. Il 24enne di Mosca, numero 5 del mondo e terza testa di serie, sconfitto lo scorso anno in finale da Nadal, ha impiegato appena un'ora e tre quarti per liquidare 6-1, 6-2, 6-4 il 29enne argentino Federico Delbonis, numero 79 del ranking. Avanza anche Milos Raonic, 25esima testa di serie ma risalito al numero 18 Atp con la finale nel '1000' che ha preceduto questo appuntamento. Il il canadese al debutto non ha fallito e ha battuto per 6-3, 6-2, 6-3 l'altro argentino Leonardo Mayer, numero 120 Atp.

Nel tabellone femminile basta una Serena Wlliams imperfetta, poco più che sufficiente, per battere Kristie Ahn, e superare il primo turno. Serena, testa di serie numero 3, ha chiuso 7-5, 6-3 portando a 22 vittorie in 26 partite il suo record nello Slam di casa contro connazionali. Nulla da fare, invece, per la sorella Venus sconfitta dalla testa di serie numero 26, Karolina Muchova, per 6-3, 7-5. Passa il turno la campionessa degli Australian Open Sofia Kenin, che ha dominato 6-2, 6-2 la belga Yanina Wickmayer. E a proposito di Belgio, subito fuori la ex numero 1 Kim Clijsters. Da segnalare, infine, la commovente dedica di Garbina Muguruza all'amica Carla Suarez Navarro (che ieri ha annunciato di essere malata del linfoma di Hodgkin) dopo il successo su Nao Hibino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata