Tennis, Nadal e Tsitsipas in semifinale a Roma. Si ritirano Federer e Osaka
Tennis, Nadal e Tsitsipas in semifinale a Roma. Si ritirano Federer e Osaka

Il maiorchino ha battuto (6-4, 6-0) il connazionale Verdasco. Lo svizzero dà forfait per problemi a una gamba e lascia strada al giovane greco. Fognini si scusa per le dichiarazioni di ieri contro gli organizzatori

Rafael Nadal è per l'undicesima volta in semifinale a Roma. Il mancino di Manacor, numero 2 della classifica mondiale e del seeding, otto volte trionfatore agli Internazionali BNL d'Italia, ha vinto il derby con il connazionale Fernando Verdasco, numero 38 Atp: 6-4 6-0, in un'ora e 39 minuti, il punteggio in favore del campione in carica. E sabato Rafa - che insegue il primo titolo nel 2019 - può andare a caccia della rivincita per la sconfitta patita la settimana scorsa proprio a Madrid contro il greco Stefanos Tsitsipas, numero 7 della classifica mondiale e ottava testa di serie, che ha avuto via libera per il ritiro di Roger Federer, numero 3 del ranking. Nadal conduce per 3 a 1 nel bilancio dei precedenti con il 20enne di Atene. 

Nel ventesimo testa a testa fra i due spagnoli partenza lanciata del madrileno, che ha tolto il servizio al più famoso connazionale subito nel game d'apertura, per poi issarsi sul 3-1. Nel sesto gioco è arrivato però il controbreak di Nadal, con aggancio (3-3) e sorpasso (4-3), anche se continuando a mulinare con il suo diritto Verdasco sul 4-4 si è procurato tre palle break di fila, cancellate dal campione di Manacor con altrettanti servizi efficaci. E, mancata l'occasione, Fernando nel gioco seguente ha ceduto la battuta e quindi il set (sparando il diritto mancino in corridoio) dopo un'ora e un minuto. Sullo slancio Rafa è volato sul 2-0, poi sul 3-0 dopo aver salvato quattro palle del contro-break (gioco durato quasi dieci minuti). Il monologo del campione spagnolo è proseguito: secondo break (4-0) e tutto in discesa per Nadal, che ha chiuso il discorso al secondo match point con un rovescio a due mani sul quale Verdasco non ha potuto organizzare una difesa. 

I ritiri - La terribile giornata di ieri, con due partite a testa, si fa sentire sulle gambe dei campioni. Il grande Roger Federer (38 anni, ieri sera applauditissimo durante la battaglia degli ottavi con Borna Coric) ha dato forfait. Lo svizzero si è ritirato, prima d'iniziare il suo quarto di finale con Stefanos Tsitsipas che ieri sera aveva fatto fuori l'ultimo della pattuglia azzurra: Fabio Fognini. Anche la numero uno del tabellone femminile, Naomi Osaka, ha lasciato anzitempo per problemi fisici.

Federer ha telefonato al supervisor ATP e alla direzione del torneo per annunciare il suo ritiro  a causa di un problema alla gamba destra. Lo ha comunica to la Federtenis. Dopo le visite mediche Federer diramerà un comunicato.

Osaka - Salta, duqnue, anche la prima sfida dei quarti donne.. Naomi Osaka, che al Foro Italico non era mai andata oltre il secondo turno, ha fato forfait nel match contro Kiki Bertens, che avanza così in semifinale. La 27enne di Wateringen, numero 4 del ranking e sesta testa di serie, è la giocatrice più in forma del momento: fresca vincitrice del trofeo di Madrid, raggiunge dunque per la seconda volta il penultimo atto al Foro (ci era già riuscita nel 2017). Prossima avversaria per lei la vincente di Vondrousova-Konta. Per la 21enne di Osaka invece è il secondo ritiro nel giro di un mese: era già successo in semifinale a Stoccarda contro la Kontaveit per un problema agli addominali. 

Fognini -  "Quando si è mossi da un sentimento forte, capita di esprimere un concetto in maniera sbagliata. Ieri sera ero scosso e in conferenza stampa mi sono lasciato andare a dichiarazioni troppo forti. Caro Sergio, ti chiedo scusa". Fabio Fogninisi affida a un messaggio pubblicato sul proprio profilo Instagram per chiedere scusa al direttore del torneo Sergio Palmieri dopo lo sfogo di ieri sera in conferenza stampa. "Sono consapevole dell'enorme lavoro che hai fatto in tutti questi anni di direzione del torneo che più amo al mondo. Volevo solo esprimere il mio disappunto per la gestione della situazione di emergenza che si è venuta a creare in questa settimana di torneo - ha proseguito il 31enne di Arma di Taggia - Mando un abbraccio a te e al meraviglioso pubblico degli Internazionali d'Italia. Ci vediamo l'anno prossimo. Un bacio, Fogna".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata