Marco Cecchinato sul veloce di Doha
Tennis, bene Cecchinato a Doha. Batte Lajovic e va in semifinale

Ottimo risultato sul veloce per il palermitano che salirà al numero 18 Atp. C'è Berdych tra lui e la finale del primo torneo dell'anno

Semifinale, la prima sul cemento nel circuito maggiore, e best ranking. Continua la corsa di Marco Cecchinato al 'Qatar ExxonMobil Open', torneo Atp 250 in corso sul cemento del Khalifa International Tennis & Squash Complex di Doha, uno dei tre eventi che inaugurano la stagione del circuito maschile. Nel match che chiudeva il programma di giovedì il 26enne palermitano, quarto favorito del seeding, ha superato il serbo Dusan Lajovic, numero 48 Atp: 7-6 6-2, in poco meno di un'ora e un quarto di gioco, il punteggio in favore del siciliano. Un successo che dà a Cecchinato già la certezza di salire al numero 18 Atp (attualmente è numero 20).

In quella che è la sua quinta semifinale Atp in carriera, la prima come detto raggiunta sul cemento, Marco sfiderà venerdì il ceco Tomas Berdych, numero 71 del ranking mondiale dopo un 2018 segnato da problemi fisici e chiuso praticamente a metà stagione, in gara grazie ad una wild card, che ha sconfitto per 62 64, in un'ora e 11 minuti, il francese Pierre-Hugues Herbert, numero 55 Atp. "Ho giocato davvero un buon match oggi, solido" - il primo commento a caldo dell'azzurro, intervistato sul campo - "Del resto mi sono allenato bene sulle superfici veloci durante la off season in Spagna e fin dal mio arrivo qui a Doha le sensazioni in campo erano positive, come hanno confermato i due match disputati. La semifinale? Berdych è uno dei top players da una decina d'anni e quindi per poter essere competitivo dovrò fornire una prestazione di alto livello". Nell'altra semifinale si scontreranno Djokovic e lo spagnolo Bautista Agut. Vincendo, Cecchinato potrebbe trovarsi di fronte il grande Nole nella replica della quarto di finale di Parigi 2017.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata