Andreas Seppi durante la partita con Schwartzman
Tennis, Andreas Seppi va in finale a Sydney, battuto Schwartzman

L'azzurro, 34 anni, è alla nona finale in carriera (ne ha vinte tre).  Vanni e Travaglia nel tabellone principale degli Australian Open 

Andreas Seppi ha centrato l'ingresso nella finale del 'Sydney International', torneo Atp 250 dotato di un montepremi di 527.880 dollari in corso sui campi in cemento di Sydney, in Australia, uno dei due appuntamenti che precedono il primo Slam del 2019. In semifinale il 34enne di Caldaro, numero 37 Atp ed ottava testa di serie, protagonista giovedì dell'eliminazione del primo favorito del torneo Stefanos Tsitsipas, si è imposto per 7-6(3), 6-4, in poco meno di un'ora e tre quarti di gioco, sull'argentino Diego Schwartzman, numero 19 Atp e terzo favorito del seeding.

Andreas è partito come spesso gli accade un po' al rallentatore permettendo all'argentino di scattare sul 2-0 grazie ad un break al secondo gioco. L'azzurro si è comunque ripreso immediatamente ed ha strappato per due volte di fila la battuta a Schwartzman allungando fino al 5-3. Al momento di servire per chiudere il primo set, però, l'altoatesino è andato sotto 0-40: ha salvato le prime due palle-break ma la terza gli è costata il riaggancio sul 5 pari. Il parziale si è così deciso al tie-break che Seppi ha dominato per 7 punti a 3. Nella seconda frazione l'azzurro ha centrato il break al sesto gioco salendo poi 5-2, ma anche stavolta al momento di chiudere ha rimesso in corsa il suo avversario andando sotto 0-40 e cedendo la battuta nel nono game. Andreas però non si è disunito ed in quello successivo ha archiviato l'incontro al secondo match-point con un altro break. Per Seppi è la nona finale in carriera - tre i trofei messi in bacheca, l'ultimo a Mosca nel 2012 -, la prima sul cemento all'aperto e la prima ad oltre tre anni e mezzo da Halle 2015.

Nella parte bassa del tabellone si contendono un posto in finale il Next Gen Alex De Minaur, 19 anni, numero 29 Atp (best ranking) e quinta testa di serie, finalista dodici mesi fa, ed il francese Gilles Simon, numero 31 Atp e quarto favorito del seeding, a segno nell'edizione del 2011: l'australiano si è aggiudicato in tre set l'unico precedente con il 34enne di Nizza, nell'autunno scorso al secondo turno del torneo di Tokio.

Qualifiche Australian Open - Stefano Travaglia e Luca Vanni hanno centrato la qualificazione al tabellone principale degli Australian Open, primo Slam del 2019, in programma dal 14 al 27 gennaio sui campi in cemento di Melbourne Park nella metropoli australiana. Per il 27enne di Ascoli Piceno, 27esima testa di serie delle "quali", è la prima partecipazione al main draw aussie, per il 33enne di Castel del Piano la seconda (aveva superato le "quali" anche nel 2017). Fuori al turno decisivo, invece, Lorenzo Sonego, prima testa di serie delle "quali" (che ha sprecato un vantaggio di 4-2 nel set decisivo), e quarta testa di serie. Niente da fare anche per Martina Trevisan nel tabellone femminile. La 24enne fiorentina, numero 187 del ranking mondiale, ha ceduto per 3-6, 7-6(2), 6-1 alla cinese Lin Zhu, 118 Wta ed undicesima testa di serie delle "quali". Risultati maschili: Tatsuma Ito (JPN) b. (1) Lorenzo Sonego (ITA) 7-6(6), 0-6, 7-6(10-3); Daniel Evans (GBR) b. (4) Paolo Lorenzi (ITA) 6-3, 6-3; (27) Stefano Travaglia (ITA) b. Kimmer Coppejans (BEL) 6-4, 6-2; Luca Vanni (ITA) b. Hiroki Morya (JPN) 6-2, 6-2.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata