Murray presto in campo dopo l'infortunio: "Sento ancora dolore all'anca, ma sono fiducioso"

Il tennista scozzese tornerà a Brisbane, in Australia: "Rispetto a dodici mesi fa mi sento un po' meglio. Ho bisogno di giocare e vedere come mi sento" 

Alla vigilia del rientro nel circuito - a Brisbane, in Australia, la prossima settimana nell'ATP 250 con 527.880 dollari di montepremi per il quale ha ricevuto una wild card - Andy Murray ha dichiarato di essere a buon punto con la ripresa dall'operazione all'anca (alla quale si è sottoposto oramai quasi un anno fa) ma di non essere ancora in grado di giocare senza avvertire dolore. Lo scozzese, numero 256 del ranking mondiale, ha anche aggiunto che riuscirà a capire quanto sia realmente vicina la guarigione solo quando ricomincerà a giocare. "Sento ancora dolore all'anca - ha sottolineato il 31enne di Dunblane - Ho bisogno di giocare partite e vedere come mi sento a giocare tre, quattro, cinque partite di fila. Lo scorso anno quando sono venuto qui è stata dura. Diciamo che stavolta mi sento un po' meglio rispetto a dodici mesi fa. Ho sempre adorato giocare da queste parti".

Insieme ad Andy saranno in gara Rafa Nadal, numero due del ranking mondiale, che ha scelto Brisbane per il suo rientro nel tour dopo oltre tre mesi e mezzo di stop (è assente dalla semifinale degli Us Open quando fu costretto al ritiro contro Del Potro), il giapponese Kei Nishikori (n.9 Atp) ed il campione in carica, l'australiano Nick Kyrgios (n. 35 Atp). Murray ha iniziato la sua preparazione mercoledì allenandosi con la campionessa degli Us Open Naomi Osaka.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata