Argentina Open: Cecchinato avanza ai quarti, fuori Fognini

Il 26enne di Palermo ha battuto il cileno Garin e ora incontrerà lo spagnolo Carballers Baena. Il tennista di Arma di Taggia sconfitto da Munar

Marco Cecchinato è nei quarti di finale dell''Argentina Open', torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 590.745 dollari in svolgimento sulla terra battuta di Buenos Aires. Nella notte italiana il 26enne di Palermo, numero 18 del ranking mondiale e terza testa di serie ('bye' al primo turno), ha sconfitto per 7-6(4) 6-4, in poco più di un'ora e tre quarti di partita, il cileno Christian Garin, numero 93 Atp, replicando l'esito dell'unico precedente, disputato proprio a Baires, al secondo turno delle qualificazioni del 2015. Cecchinato è partito male cedendo la battuta già nel terzo game ma ha messo immediatamente a segno il contro-break. Nel settimo gioco il siciliano ha salvato altre tre palle-break mentre nel dodicesimo è stato il 22enne di Santiago a rischiare visto che le quattro chance di break che ha annullato erano altrettanti set-point. A decidere il primo parziale è stato il tie-break: Garin è stato avanti 3-1, 4-2 ma ha poi finito per subire un parziale di 5 punti consecutivi da Cecchinato che ha chiuso per 7 a 4. Il cileno ha accusato il colpo ed in avvio di seconda frazione ha ceduto per due volte di fila la battuta: sul 3-0 Cecchinato ha restituito uno dei due break di vantaggio ma se lo è ripreso immediatamente (4-1). Garin ha provato ancora a rientrare togliendo di nuovo il servizio al siciliano (4-2) ma il 26enne palermitano ha difeso con disinvoltura il break di vantaggio fino al definitivo 6-4.

Prossimo avversario per Cecchinato lo spagnolo Roberto Carballes Baena, numero 119 Atp, che ha battuto per 7-5 6-1, in un'ora e 38 minuti di gioco, Lorenzo Sonego, 23enne torinese, numero 109 del ranking mondiale, promosso dalle qualificazioni, superato per la terza volta in altrettante sfide. Cecchinato è in vantaggio per 2-1 nel bilancio dei precedenti con Carballes Baena - tutti disputati a livello Future - ma i due non si affrontano da quasi cinque anni. Sempre nella notte italiana è uscito di scena al secondo turno (per lui l'esordio), invece, Fabio Fognini: il 31enne di Arma di Taggia, numero 15 del ranking mondiale e secondo favorito del seeding, ha ceduto per 4-6 6-4 7-5, dopo due ore e venti minuti di lotta, allo spagnolo Jaume Munar, numero 77 Atp, che si è così preso la rivincita per la sconfitta rimediata al primo turno a Melbourne qualche settimana fa. Il ligure ha sprecato un set ed un break di vantaggio e nel terzo set è stato a due punti dalla vittoria. 

Break e contro-break in avvio con il maiorchino che ha tolto la battuta all'azzurra anche nel quarto gioco salendo 3-1. Fabio lo ha riagganciato e nel nono gioco - dopo aver a sua volta salvato due palle-break in quello precedente - ha strappato nuovamente la battuta a Munar, archiviando poco dopo il primo parziale. Nel secondo set Fognini ha messo a segno il break nel terzo gioco ma lo ha restituito immediatamente. Il punteggio ha seguito i servizi fino al decimo game quando l'azzurro ha concesso una palla-break che era anche un set-point, e Munar non ha sprecato l'occasione di pareggiare il conto dei set. Nella frazione decisiva per due volte Fognini ha preso un break di vantaggio e per due volte lo ha restituito con Munar che sotto 4-5 (con break) 0-30 si è aggiudicato tutti gli ultimi 12 punti giocati. Il primo favorito del tabellone è l'austriaco Dominic Thiem, numero 8 del ranking mondiale e campione in carica, che debutterà giovedì, direttamente al secondo turno, insieme ad un altro protagonista, l'argentino Diego Schwartzman, numero 19 Atp e quarta testa di serie. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata