L'altoatesino cede in due set all'australiano Popyrin

Si ferma al secondo turno il cammino di Jannik Sinner al torneo ATP di Madrid, terzo Masters 1000 della stagione. Il 19enne altoatesino è stato sconfitto in due set da Alexei Popyrin.

Il 21enne australiano – di origini russe – si è imposto con i parziali di 7-6 (5), 6-2 in un’ora e 36 minuti di gioco.

Nel primo set Sinner, dopo aver strappato il servizio all’avversario nel primo game, ha servito per chiudere il parziale, ma ha ceduto a sua volta la battuta a 15. Nel tie-break, l’azzurro si è portato sul 3-0 e poi sul 4-1, prima di subire la rimonta di Popyrin e cedere infine 7-5.

Meno combattuto, invece, il secondo set, con Sinner che ha ceduto il servizio ben tre volte, strappandolo solo una volta all’australiano. Alla fine il 19enne di Sesto Pusteria ha chiuso con nessun ace e due doppi falli, il 57% di prime e il 63% di punti vinti con la prima di servizio e solo il 25% di punti vinti sulla prima di servizio di Popyrin. Per Sinner sfuma così l’opportunità di sfidare nuovamente Rafa Nadal negli ottavi di finale: lo spagnolo si è sbarazzato facilmente del connazionale Carlos Alcaraz – giovane promessa che proprio oggi compie 18 anni – con i parziali di 6-1, 6-2 in un’ora e un quarto di gioco.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata