L'altoatesino supera in due set lo spagnolo Bautista Agut. Avanti Nadal, Tsitsipas e Rublëv

Jannik Sinner si è qualificato ai quarti di finale del torneo ATP 500 di Barcellona. L’altoatesino – numero 19 del ranking mondiale e 11 del seeding – ha sconfitto in due set lo spagnolo Roberto Bautista Agut: 7-6, 6-2 i parziali in favore del 19enne azzurro in poco meno di due ore di gioco.

Sinner è stato concentrato nel primo parziale, quando ha recuperato un break di svantaggio (subito nel terzo game), salendo addirittura avanti 5-3. Poi, al servizio per chiudere il set, ha perso di nuovo il game. Nel tie-break l’altoatesino ha giocato da veterano, annullando tre set-point a Bautista Agut prima di chiudere, al suo secondo set-point a favore, 11-9.

Più facile il secondo parziale, con l’azzurro che ha strappato subito la battuta allo spagnolo, per poi allungare nuovamente nel settimo game e chiudere 6-2. Sinner ha chiuso con un ace e un doppio fallo, servendo il 72% di prime, con il 62% di punti realizzati con la prima di servizio. Per Sinner è il terzo successo (su altrettanti match) contro Bautista Agut in poco più di un mese: prima di oggi il 19enne aveva sconfitto l’esperto spagnolo agli ottavi dell’ATP 500 di Dubai e nella semifinale del Masters 1000 di Miami.

Più faticoso del previsto l’approdo ai quarti di Rafa Nadal, vincitore di questo torneo per ben 11 volte. Impegnato sul campo centrale – che porta il suo nome – contro Kei Nishikori (anch’egli trionfatore sul rosso della Catalogna nel 2014 e nel 2015), lo spagnolo ha dominato 6-0 il primo set, salvo poi farsi sorprendere 2-6 nel secondo. Nel terzo parziale l’attuale numero 3 al mondo ha però ripreso in mano le redini del gioco, chiudendo 6-2 in due ore e 20 minuti di gioco complessivi.

Soffre, ma avanza anche Andrej Rublëv. Il 23enne russo ha faticato tre set (e due ore e mezzo di gioco) prima di spuntarla 6-4, 6-7, 6-4 sullo spagnolo Albert Ramos-Viñolas. Sarà proprio Rublëv l’avversario di Sinner nei quarti. I due si sono affrontati finora una sola volta, lo scorso ottobre all’ATP 500 di Vienna, con l’altoatesino costretto al ritiro dopo appena tre game a causa di un problema al piede destro.

Nessun problema, invece, per Diego Schwartzman, che ha liquidato 6-4, 6-2 il 22enne francese Corentin Moutet.

Ai quarti anche Stefanos Tsitsipas. Il greco – reduce dal trionfo al Masters 1000 di Montecarlo proprio su Rublëv – si è sbarazzato dell’australiano Alex De Minaur 7-5, 6-3.

Va a Félix Auger-Aliassime il derby canadese contro Denis Shapovalov. Il 20enne, testa di serie numero 10, si è imposto facilmente sul connazionale, numero 7 del seeding, con i parziali di 6-2, 6-3.

Si qualifica anche Cameron Norrie a spese di David Goffin. Il britannico, dopo aver vinto il primo set 6-0, ha sfruttato il ritiro dell’avversario nel secondo parziale, nonostante il belga fosse in vantaggio 5-3.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: