Avanzano senza problemi anche Medvedev, Tsitsipas e Rublev

Facile esordio all’Australian Open per Rafa Nadal. Il match di primo turno contro Laslo Djere è stato poco più di un allenamento per il maiorchino, numero due al mondo. Nadal – che su 20 titolo dello Slam conquistati vanta solo il successo del 2009 sul cemento di Melbourne – si è sbarazzato del serbo in tre set con i parziali di 6-3, 6-4, 6-1 in un’ora e 53 minuti di gioco.

Avanza la truppa dei russi, capitanata da Daniil Medvedev. Il numero 4 del mondo ha liquidato 6-2, 6-2, 6-4 il canadese Vasek Pospisil. Facile esordio anche per Andrej Rublev, che in poco più di un’ora e quaranta minuti di gioco ha eliminato il tedesco Yannick Hanfmann 6-3, 6-3, 6-4. Soffre un po’ di più, ma accede al secondo turno anche Karen Khachanov, che cede un set (il secondo) all’australiano Aleksandar Vukic prima di imporsi al quarto 6-3, 6-7, 7-6, 6-4.

Buon esordio anche per Stefanos Tsitsipas, che due anni fa sorprese tutti arrivando fino alla semifinale dello Slam australiano, ma che lo scorso anno si arrese al terzo turno a Milos Raonic. Il greco, numero 6 del ranking mondiale, ha sconfitto il francese Gilles Simon 6-1, 6-2, 6-1. Nessun problema nemmeno per Borna Coric, che ha domato l’argentino Guido Pella in tre set 6-3, 7-6, 7-5. Fuori, invece, Roberto Bautista-Agut, numero 13 al mondo, superato dal moldavo Radu Albot in quattro partite con i parziali di 6-7, 6-0, 6-4, 7-6.

Tra i padroni di casa avanzano Christopher O’Connell (n. 121 ATP), che a sorpresa ha sconfitto il tedesco Jan-Lennard Struff in tre set 7-6, 7-6, 6-1; Alexei Popyrin, che ha eliminato il belga David Goffin (ex Top Ten) al termine di una battaglia lunga cinque set con i parziali di 3-6, 6-4, 6-7, 7-6, 6-3; Alex De Minaur, che ha superato in tre set (7-5, 6-1, 6-1) lo statunitense Tennys Sandgren; Thanasi Kokkinakis, presente nel tabellone principale grazie a una wild card e vincitore 6-4, 6-1, 6-1 sul sudcoreano Kwon Soonwoo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata