Tedesco: Palermo un sogno, con Carpi approccio sarà fondamentale
Le parole alla vigilia del tecnico rosanero

"Fino a qualche ora fa era un sogno potermi sedere su questa panchina. Ne approfitto per ringraziare il presidente Zamparini che mi ha dato questa grande opportunità, sono felice". Sono queste le prime parole di Giovanni Tedesco da allenatore del Palermo. L'ex centrocampista dei rosanero affiancherà Barros Schelotto in panchina. "La vedo come un'opportunità importante di crescita, amo questo lavoro - ha proseguito - Ho la fortuna di avere un gruppo di giocatori che lavorano bene, che hanno una cultura del lavoro. E questo credo sia un merito di chi mi ha preceduto, Ballardini e Iachini. In più ho tre o quattro elementi che fanno da traino in questo gruppo che sono da esempio durante la settimana come Sorrentino, Maresca e altri".

 

Dopo il successo ottenuto con l'Udinese Tedesco ha voluto mettere in guardia i suoi in vista del Carpi. "Qui si vedono le capacità di un gruppo, di una squadra, saper dare continuità dopo una prestazione importante, forse è quello che è mancato quest'anno - ha sottolineato l'allenatore dei siciliani - Dobbiamo far tesoro delle cose sbagliate, è una partita in cui l'approccio diventa fondamentale, troveremo di fronte una squadra che viene da quattro risultati utili consecutivi. Ha cambiato molto e ha ritrovato la sua identità, è abituata a lottare su ogni pallone. Se noi mettiamo le stesse armi del Carpi abbiamo tante possibilità di fare risultato", ha concluso l'allenatore del Palermo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata