Tecnico Mariners: A-League,troppi stranieri. Ma Del Piero alza livello

Sydney (Australia), 28 apr. (LaPresse/AP) - Graham Arnold, allenatore dei Central Coast Mariners, sostiene che nella A-League australiana ci sono troppi stranieri ma riconosce che le stelle come Alessandro Del Piero hanno portato la competizione "su un altro livello". I Mariners, sottolinea il tecnico della squadra vincitrice dell'ultimo titolo nazionale, sono probabilmente l'unico club del campionato che danno la priorità ai talenti locali. "Tutti gli altri club invece - ha sottolineato - dovrebbero invece seguire il nostro esempio, perché così si danneggia la squadra nazionale. Se parlate con Holger Osieck (ct dell'Australia, ndr), vi dirà che ha difficoltà nel reperire giocatori perché in A-League ci sono troppi stranieri". Tuttavia, Arnold precisa che giocatori come Del Piero, punto di forza del Sydney Fc, o l'ex nazionale inglese Emile Heskey, militante nel Newcastle, sono "benvenuti in questo paese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata