Tar respinge ricorso Codacons: finale Coppa Italia 26/5 alle 18.00

Roma, 15 mag. (LaPresse) - Il Tar del Lazio ha emesso poco fa un decreto con cui respinge l'istanza cautelare presentata dal Codacons nella quale si chiedeva di sospendere la finale di Coppa Italia tra Roma e Lazio, prevista per il 26 maggio, e ha rinviato la decisione in sede collegiale al prossimo 21 maggio. Lo riferisce il Codacons in una nota.

Nel decreto il presidente Italo Riggio spiega che "i provvedimenti impugnati non precludono l'espressione del voto da parte degli elettori i cui seggi elettorali ricadono nelle vicinanze dello stadio, i quali restano liberi di scegliere gli orari più idonei per l'esercizio del loro diritto nelle giornate di domenica e lunedì 26 e 27 maggio [à] osta l'evidenziata esigenza di garantire l'ordine e la sicurezza pubblica, alla quale sono ispirati i provvedimenti in contestazione, da cui si evince come il buio in precedenti occasioni abbia favorito la realizzazione di azioni criminose mettendo in pericolo operatori di polizia e spettatori degli eventi calcistici".

"Sembra quindi che il problema del buio venga prima degli interessi dei cittadini che hanno il diritto di votare in assoluta tranquillità e senza ostacoli di alcun tipo", afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi. "Ma la questione dell'illuminazione non si risolve certo anticipando la partita alle 18 in quanto, qualora l'incontro si prolunghi arrivando ai tempi supplementari - spiega - i tifosi uscirebbero dallo stadio dopo le ore 20.30, e il problema del buio rimarrebbe, così come le difficoltà degli elettori nell'esercitare il diritto di voto nelle zone limitrofe allo stadio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata