Superbike, circus sbarca a Portimao per l'ottavo round

Portimao (Portogallo), 1 lug. (LaPresse) - Il campionato mondiale eni FIM Superbike fa ritorno sulle coste dell'Algarve per l'ottavo round della stagione, che si terrà questo fine settimana all'autodromo Internacional do Algarve di Portimao. La splendida pista portoghese, della lunghezza di 4,592 km, fa parte del calendario iridato dal 2008, anno in cui ospitò il Mondiale Superbike come primo evento internazionale di rilievo dopo l'inaugurazione del circuito. Grazie al suo tracciato veloce ed al tempo stesso impegnativo, ai cambi di pendenza ed alle curve cieche, l'Autodromo Internacional do Algarve ha regalato negli anni grandi emozioni e gare spettacolari. L'attuale capo classifica Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), dopo la terza doppietta in stagione conquistata a Misano due weekend fa, è diventato un vero grattacapo per gli avversari. Il campione in carica del Mondiale Superbike cercherà di ripetersi questo fine settimana a Portimao, dove ha già vinto nel 2012 in gara uno. Il vantaggio di Sykes sulla concorrenza si è fatto decisametente importante, con il britannico a +39 su Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) ed a +41 sul compagno di squadra Loris Baz.

Se Baz è riuscito a terminare entrambe le corse al secondo posto, peggio è andata a Guintoli che, dopo le promettenti performance in prova e nella Tissot-Superpole, non è stato in grado di lottare per il podio in nessuna delle due gare, terminando con un quinto e quarto posto che non hanno certo aiutato la sua situazione di classifica. Per il secondo round di fila, il miglior classificato tra i piloti Aprilia è stato Marco Melandri, terzo al traguardo in entrambe le gare a Misano. Il trentunenne ravennate ha totalizzato 82 dei suoi 179 punti negli ultimi due eventi e, con due successi all'attivo, è il pilota WSBK in attività più vincente a Portimao, insieme all'ex compagno di squadra, ai tempi di Yamaha, Eugene Laverty (Voltcom Crescent Suzuki). Dopo l'ennesima trasferta difficile in stagione, il pilota irlandese spera di tornare sui livelli di forma mostrati a Portimao nel pre-stagione, quando fece segnare il miglior tempo nei primi test privati del 2014, seguito proprio dall'altro portacolori della squadra di Paul Denning, Alex Lowes. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) fece il suo esordio assoluto nel Mondiale Superbike proprio a Portimao, nel 2008, quando fu promosso da Ronald e Gerrit Ten Kate dal Mondiale Supersport per prendere parte al round conclusivo della stagione. Rea vanta ben sette podi su dodici gare disputate in Algarve, sebbene sia ancora alla ricerca del primo successo su questa pista. Anche Davide Giugliano (Ducati Superbike Team) ha fatto il suo debutto in WSBK a Portimao. Correva l'anno 2011 ed il romano venne premiato con la partecipazione alla trasferta portoghese dopo aver conquistato, con un round di anticipo, il titolo della Coppa FIM Superstock 1000. Claudio Corti (MV Agusta Reparto Corse) ha già corso all'Autodromo Internacional do Algarve in due occasioni, sempre in STK1000, con un secondo posto come miglior piazzamento nel 2009. Portimao nuova pista per il Team Hero EBR, con Geoff May ed Aaron Yates intenzionati a migliorare le proprie performance in sella alle 1190RX dopo l'amaro epilogo di Misano.

Continua in terra portoghese la battaglia nella classe EVO, con David Salom (Kawasaki Racing Team) in posizione di comando dopo i primi sette round della stagione. Niccolò Canepa (Althea Racing Team Ducati), Jeremy Guarnoni (MRS Kawasaki), Fabien Foret (Mahi Racing Team India Kawasaki) e gli altri alfieri della categoria proveranno nuovamente a dare filo da torcere al pilota maiorchino nelle due gare in programma domenica prossima. Dopo il più che convincente ritorno alle corse di Misano, Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia Superbike Team - EVO) punta a migliorare ulteriormente le proprie performance a Portimao, dove lo scorso anno vinse la gara della STK1000. E' atteso al rientro invece l'aretino Luca Scassa (Team Pedercini Kawasaki - EVO), dopo l'infortunio subito pochi giorni dopo la trasferta di Imola dello scorso mese di maggio. Il Team Bimota Alstare torna sulla pista che lo vide protagonista dell'inizio di questa importante avventura, per il costruttore italiano e la squadra gestita da Francis Batta, nella classe EVO. Proprio a Portimao, infatti, Ayrton Badovini e Christian Iddon scesero in pista, per la prima volta in sella alle rispettive BB3, per un test di collaudo, a fine dello scorso mese di marzo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata