Stramaccioni: Inter penalizzata dagli infortuni, ma vogliamo 3° posto

Milano, 9 mar. (LaPresse) - "In questa stagione ci sono stati alti e bassi. Dobbiamo correre fino alla fine, cercando di raggiungere gli obiettivi". Così Andrea Stramaccioni nel corso della conferenza alla vigilia della partita di campionato contro il Bologna. "Il rammarico è essere stati condizionati pesantemente da tanti infortuni. Ma noi ci crediamo. Ora dobbiamo vincere le partite. Poi cercheremo di guardare chi ci sta davanti", ha aggiunto il tecnico nerazzurro.

"Per il club l'obiettivo è tornare in Champions League anche per quello che ne consegue a livello economico, ma non abbiamo mai reputato Europa League e Coppa Italia meno importanti", ha detto ancora Stramaccioni, tornando su alcune sue frasi prima del match contro il Tottenham. "Abbiamo fatto di tutto per onorare la partita contro il Tottenham, merito a loro. Chi è sceso in campo erano i migliori che potevo schierare visti gli infortuni", ha aggiunto il tecnico nerazzurro.

Contro il Bologna Stramaccioni non intende cambiare modulo, quanto meno in difesa: "Continueremo con la difesa a 4, ma dobbiamo migliorare". Per quanto riguarda la formazione, pochi dubbi: "Alvarez e Ranocchia sono da valutare. Hanno fatto un lavoro rigenerante. Vedremo". Contro i rossoblu di Pioli il pericolo numero 1 è Alessandro Diamanti: "E' un giocatore importante. Ha ormai una dimensione di primo livello in Serie A", ha concluso Stramaccioni.

"Non mi risulta che Cassano sia in sovrappeso, anzi negli ultimi test era sempre in linea con le nostre tabelle", ha detto Stramaccioni a proposito dell'attaccante.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata