Stramaccioni: Assenze? Niente alibi. Respinto ricorso Guarin

Milano, 21 dic. (LaPresse) - "Nessun alibi o pianti. Scendiamo in campo per fare risultato e vincere". Così in conferenza stampa, alla vigilia della partita con il Genoa, l'allenatore dell'Inter Andrea Stramaccioni, commentando le molte assenze tra infortuni e squalifiche nella squadra nerazzurra. "E' una situazione che abbiamo già vissuto, ma siamo l'Inter e disponiamo di una rosa che può sopperire alle emergenze", spiega il tecnico nerazzurro. "Le critiche? In ognuna c'è sempre un fondo di verità", chiarisce Stramaccioni. "Sono l'allenatore più giovane e - prosegue - ho tutto da imparare dai miei colleghi, cerco di prendere esperienza da ogni partita".

"Grande rispetto per la partita di domani. Per noi - così Stramaccioni - rappresenta una valenza fondamentale. Vale anche se ci fosse stata qualunque altra squadra". La squadra ligure, prosegue il tecnico nerazzurro, "non è in un buon momento, ma ha dimostrato che in una partita singola può mettere in difficoltà chiunque, come si è visto contro il Napoli. Dobbiamo fare bene per girare la boa da secondi in classifica". "Se prima del campionato avrei firmato per una classifica del genere? La situazione è soddisfacente, se guardiamo dall'inizio del progetto", spiega Stramaccioni. "Ma lo dirò solo dopo la partita di domani. Nonostante il passo falso (contro la Lazio, ndr) siamo ancora secondi e - aggiunge - per essere così soddisfatto dobbiamo vincere domani".

In serata intanto la corte di giustizia federale ha respinto il ricorso dell'Inter sulla squalifica del centrocampista colombiano Fredy Guarin fermato per un turno dopo il match perso per 1-0 in casa della Lazio "per aver assunto atteggiamento aggressivo e intimidatorio nei confronti di un assistente", al termine della gara.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata