Stadio Cagliari, in manette presidente Cellino e sindaco Quartu

Cagliari, 14 feb. (LaPresse) - Il presidente del Cagliari Massimo Cellino e il sindaco di Quartu S. Elena Mauro Contini sono stati arrestati questa mattina nell'ambito dell'inchiesta giudiziaria relativa allo stadio Is Arenas. Lo riferiscono fonti della società. In manette anche l'assessore ai Lavori pubblici del Comune Stefano Lilliu.

Una svolta clamorosa di un'inchiesta giudiziaria che aveva già portato in carcere due dirigenti del Comune e ai domiciliari l'impresario responsabile dei lavori allo stadio. Il primo cittadino di Quartu è stato anche colto da un malore durante l'interrogatorio ed è stato portato in ospedale per accertamenti. Fonti del Comune di Quartu riferiscono di "preoccupazione per lo stato di salute" del primo cittadino. Cellino è invece già stato tradotto al carcere di Buoncammino per evitare il clamore mediatico. La Procura di Cagliari contesta ai tre i reati di tentato peculato e falso ideologico.

Il Cagliari da quest'anno disputa le partite casalinghe allo stadio Is Arenas dopo aver lasciato lo storico Sant'Elia. Non sono mancati i problemi e i disagi, a partire dallo 0-3 a tavolino subito contro la Roma fino alla disputa della partita contro la Juventus in campo neutro a Parma. Gli ultimi disagi la settimana scorsa, con la iniziale decisione del prefetto di Cagliari di non dare l'agibilità per la partita contro il Milan. La gara dei rossoneri si è poi svolta regolarmente a Is Arenas dopo il ricorso al Tar del presidente Cellino

La società intanto si stringe intorno al presidente. "Dirigenti, collaboratori, tecnici e calciatori in questi momenti così difficili sono vicini al loro presidente, Massimo Cellino", si legge in una nota pubblicata sul sito internet ufficiale. "Fiduciosi nell'operato dalla magistratura - prosegue la nota - siamo certi che l'inchiesta dimostrerà l'estraneità del presidente ai fatti a lui contestati. Nessuno più di noi può garantire la certezza della correttezza, dell'onestà e delle capacità di Massimo Cellino. in questo momento ci sentiamo di dire solo un'altra cosa: forza presidente, noi siamo con te".

E dell'arresto di Cellino ha parlato in conferenza stampa anche il tecnico del Milan, ex rossoblu, Massimiliano Allegri: "Mi dispiace molto perchè quando accadono queste cose a persone che conosci è un dispiacere. Spero si risolva tutto per il meglio per Cellino, il Cagliari e per la gente della Sardegna".

"Dall'ordinanza si evince l'estraneità del presidente Cellino ai fatti contestati. È molto in forma e combattivo. Mi ha detto di raccomandare alla squadra di vincere le prossime partite", ha detto il legale di Cellino, Benedetto Ballero. Il legale ha specificato che Cellino risponderà alle domande dei giudici nell'interrogatorio di garanzia che potrebbe tenersi domani: "Subito dopo - ha concluso il legale - avvieremo le procedure previste per ottenere la scarcerazione".


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata