Il ritorno di Sofia Goggia: "A fine gennaio prenderò parte alle prove di discesa a Garmisch"

A 98 giorni dalla frattura del malleolo destro a Hintertux, la sciatrice sarà pronta per le prove libere da giovedì 24 gennaio: "Poi insieme allo staff decideremo se prendere parte alla discesa"

A 98 giorni dall'infortunio di Hintertux e a 315 giorni dall'ultima gara di Coppa del mondo disputata nel supergigante di Are, in Svezia (peraltro vinto), Sofia Goggia torna in pista. La ventiseienne campionessa olimpica in carica di discesa libera, che si procurò nel corso di un allenamento di gigante la frattura del malleolo peroneale destro, da giovedì 24 gennaio sarà al via delle prove di discesa in programma sulla pista Kandahar 1 di GarmischIl ritorno di Sofia Goggia: "A fine gennaio prenderò parte alle prove di discesa a Garmisch", in Germania.

"Vivere un infortunio al piede ti fa pensare ai passi che devi compiere, sia a livello fisico perché dovrai vedere dove cammini, sia a livello psicologico - ha spiegato la bergamasca -, alla fine ho imparato che i migliori appoggi sempre i propri. È stato un cammino difficile, l'ultima parte è stata 'tostissima', quando ho rimesso gli sci il dolore è stato lancinante, la calcificazione dell'osso ha bisogno di un lungo tempo per guarire, mai avrei pensato che sarebbe stato così, pensare addirittura di ricominciare con uno sci da turista. A Garmisch sarò al via delle prove, poi decideremo se prenderò parte anche alla discesa. Sono in un momento che - ha aggiunto l'azzurra - non ho ancora tanti giorni sugli sci, si tratterà di un test per vedere quante energie avrò nelle gambe in vista dei Mondiali di Are".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata