Sci: Goggia seconda anche in discesa, Paris terzo nel SuperG

Grande rientro dell'atleta azzurra con due podi in due gare. Brutta caduta dell'azzurra Sosio: ha riportato una frattura biossea composta a tibia e perone della gamba sinistra

Sofia Goggia concede il bis. La campionessa olimpica, al rientro alle gare dopo un grave infortunio al ginocchio, ottiene il secondo posto a Garmish anche in discesa libera. L'atleta azzurra è stata preceduta di soli 0.25 centesimi dall'austriaca Stephanie Venier che ha vinto con il tempo di 1.37.46. Terzo gradino del podio per la tedesca Kira Weidle a 0.54. Buon sesto posto per l'altra italiana Nadia Fanchini, a 0.99 dalla Venier. 

Finisce nelle trenta Elena Curtoni, mentre Francesca Marsaglia paga i problemi degli ultimi giorni arrivando a 2"95 da Venier. Delle due Delago fa meglio la sorella minore, Nadia, che arriva al traguardo, mentre Nicol esce dopo aver comunque commesso un paio di errori in cima. Fuori anche Federica Brignone. Nicole Schimdhofer, vincitrice del superG, finisce solo settima e resta al quarto posto della classifica generale (che vede sempre Mikaela Shiffrin nettamente al comando), ma in testa a quella di discesa con 18 punti di vantaggio su Ramona Siebenhofer, oggi decima.

Nel corso della discesa l'italiana Federica Sosio è stata vittima di una brutta caduta. Trasportata in ospedale per accertamenti, le è stata riscontrata una frattura biossea composta a tibia e perone della gamba sinistra, verrà operata direttamente nella struttura tedesca. Brignone, caduta nello stesso punto del tracciato, si è sottoposta ad una radiografia al ginocchio destro che ha escluso danni e attualmente si sta sottoponendo ad un'ulteriore risonanza magnetica

Per gli uomini Dominik Paris conferma l'ottimo feeling con la pista Steif di Kitzbuehel e dopo la vittoria in discesa conquista anche un prezioso terzo posto nel SuperG. Vittoria per il tedesco Josef Ferstl con il tempo di 1.13.07, secondo posto per il feancese Johan Clarey a 0.08. Terzo Paris ad appena 0.10 centesimi. Nono l'altro azzurro Christof Innerhofer, a 0.46 quando la gara è ancora in corso ma con tutti i migliori già scesi.

Per quanto riguarda gli altri azzurri, Matteo Marsaglia dà altri segnali di crescita pur non ripetendo la top ten della discesa: fino a metà gara è perfetto, poi perde un po' di velocità e finisce diciassettesimo. Buona anche la prova di Mattia Casse, 20°, eguagliato il miglior risultato stagionale. Fuori Alexander Prast. Grazie al 28esimo podio in carriera, Paris sale al quarto posto della classifica generale con 550 punti, scavalcando Beat Feuz, e va all'assalto della coppetta di specialità, tutt'altro che un miraggio: i punti di distacco da Kriechmayr, oggi quarto, scendono a 6, quelli da Matthias Mayer, sono appena 3.

Il prossimo appuntamento di Coppa del Mondo Donne è a Maribor, con il gigante di venerdì 1 febbraio e lo slalom di sabato 2. Poi spazio ai Mondiali di Aare. Per gli uomini è invece martedì 29 gennaio per lo slalom notturno di Schladming, mentre i velocisti tornano in pista nel weekend a Garmisch prima di partire per i Mondiali, dove Aksel Lund Svindal, oggi assente, disputerà le sue ultime gare prima di ritirarsi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata