Paris vince la discesa libera delle finali di Coppa del Mondo

A Soldeu, altro trionfo per l'azzurro. Allo svizzero Beate Feuz la coppa di specialità. Alla Puchner la discesa femminile. Coppetta alla Schmidhofer

Dominik Paris di nuovo sul gradino più alto del podio. Lo sciatore azzurro ha vinto infatti la discesa libera delle finali di Coppa del Mondo iniziate oggi a Soldeu (Andorra) con il tempo di 1'26"80, davanti al norvegese Kjetil Jansrud (+0.34) e all'austriaco Otmar Striedinger (+0.41). Allo svizzero Beat Feuz basta il sesto posto per aggiudicarsi la coppa di specialità (540 punti contro 520) proprio davanti al campione di Merano. Christof Innerhofer, l'altro italiano al via, ha chiuso invece al 17° posto, a quasi un secondo e mezzo da Paris. 

Con questo successo, Paris arriva alla sesta vittoria stagionale (4 in libera e due in Super G). L'azzurro ha trionfato in discesa a Bormio, Kitzbuhel, Kvitfjell e, appunto, a Soldeu. Feuz ha vinto solo nella prima discesa dell'anno a Beaver Creek ma è stato più regolare nei piazzamenti.Per Dominik è il 15esimo successo in carriera. Paris, 29 anni, ha vinto dodici discese libere e ha raggiunto Christian Ghedina in vetta alla graduatoria all time degli "uomini jet" azzurri.

A Soldeu Paris ha fatto la differenza soprattutto tra il primo e il secondo intermedio e poi, come sempre, nel tratto scorrevole finale: dopo una partenza non velocissima, con l'undicesimo tempo al primo rilevamento, nel tratto successivo ha disegnato linee perfette che gli hanno fatto guadagnare velocità, poi ha proseguito la propria gara senza sbavature e si è messo alle spalle il campione del mondo Kjetil Jansrud di 34 centesimi e l'austriaco Otmar Striedinger, al secondo podio stagionale dopo Kitzbühel, di 41. Poi tutti gli altri sono molto vicini, con Mauro Caviezel che paga 48 centesimi e chiude quarto davanti appena un centesimo rispetto a Kriechmayr, mentre Feuz precede Ferstl, Kilde, Janka e Ganong, tutti racchiusi nello spazio di 13 centesimi. Innerhofer invece non è riuscito a fare la differenza nel tratto centrale, quello più tecnico, su una pista relativamente facile. L'altoatesino chiude sesto nella classifica di discesa perdendo due posizioni all'ultima gara. Proverà a rifarsi nel superG di giovedì 14 marzo (ore 12, diretta tv Raisport ed Eurosport), dove Dominik Paris è al comando della classifica di specialità e ha in mano la coppetta. Mentre il suo quarto posto nella generale (850 punti) sembra inattaccabile.

Discesa femminile - Trionfa a sorpresa, nell discesa femminile, l'austriaca Mjriam Puchner, che alle finali di Soldeu centra la seconda vittoria in carriera (non vinceva da St.Moritz 2016). Al secondo posto la tedesca Viktoria Rebensburg staccata di 3 centesimi, terza la svizzera Corinne Suter (a 8 centesimi). Quarto posto per l'italiana Nadia Fanchini, dietro di 22 centesimi. Sesta Sofia Goggia a 35 centesimi (con un grande recupero nel finale) settima Nicol Delago (a 38 centesimi) che, invece, ha buttato via una gara che stava dominando con qualche errore nel finale. Federica Brignone è finita quattordicesima a 1"13. Con l'undicesimo posto, Nicole Schmidhofer si è portata a casa la coppetta di specialità.con 96 punti di vantaggio sulla svizzera Venier. Nella classifica di specialità Sofia Goggia è settima e Nicol Delago ottava.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata