Sochi 2014, Ucraina si aggiudica staffetta donne biathlon: Questo oro può unire il Paese

Sochi (Russia), 21 feb. (LaPresse) - L'Ucraina ha vinto la medaglia d'oro nella staffetta 4x6 km femminile di biathlon ai Giochi Olimpici di Sochi. Il quartetto formato da Vita Semerenko, Juliya Dzhyma, Valj Semerenko e Olena Pidhrushna ha preceduto la Russia, staccata al traguardo di 26.4 e vincitrice della medaglia d'argento. Per l'Ucraina si tratta del primo oro in questa edizione dei Giochi. Il bronzo è andato alla Norvegia, terza a +37.6. Sesta posizione per il quartetto azzurro formato da Dorothea Wierer, Nicole Gontier, Michela Ponza e Karin Oberhofer. Le italiane hanno tagliato il traguardo con +1:40.8 di distacco.

LA DEDICA ALLA NAZIONE - "Una grande prova di come lo sport possa unire la nazione". Così Sergei Bubka, leggenda dello sport ucraino e presidente del Comitato Olimpico del suo paese, scosso dai violenti scontri degli ultimi giorni, ha commentato la vittoria, arrivata nel giorno in cui governo ed opposizione hanno trovato un accordo. "Poco dopo che le ragazze hanno vinto l'oro il Parlamento ucraino ha interrotto le discussioni", ha scritto l'ex campione di salto con l'asta sul suo profilo Twitter. "Lo speaker ha salutato la squadra, i parlamentari cantato inno nazionale. Era una giornata di decisioni cruciali in Parlamento. Spero che il potere dello sport aiuti a trovare l'unità". "Sono molto orgoglioso", ha aggiunto Bubka. "Le ragazze hanno portato un fantastico successo del quale abbiamo bisogno, oggi, per il popolo ucraino, per portare la luce, per portare un futuro luminoso e per dimostrare che l'Ucraina esiste, che il popolo ucraino è unito".

"Il mio paese ha grandi problemi, ma questi sono dei grandi risultati per gli ucraini", è il commento ad Associated Press di Volodymyr Brynzak, presidente della federazione biathlon dell'Ucraina e vicepresidente del comitato olimpico nazionale. "Quella di oggi in Parlamento e - ha aggiunto - quella della squadra in questa competizione per l'Ucraina sono due vittorie". "Quando sono arrivata sul podio ho pianto e ho cercato di nascondermi dietro gli sci", ha detto Valj Semerenko, una delle componenti del quartetto d'oro. "Non erano solo le mie lacrime, ma le lacrime di tutta l'Ucraina". Nella conferenza stampa dopo la gara, Olena Pidhrushna ha chiesto ai presenti di alzarsi in piedi per un minuto di silenzio in memoria delle persone uccise nelle proteste a Kiev. "Dedichiamo questa vittoria a tutta l'Ucraina", ha detto spiegato l'atleta. "Ci siamo concentrati sulla gara, siamo atlete professioniste. Nonostante tutto quello che sta succedendo a casa, ci siamo presentate al via con l'intento di gareggiare come siamo in grado di fare. Sapevamo quello che dovevamo fare, e in che modo farlo". Pidhrushna si augura che la vittoria dell'oro aiuti nell'unificazione: "Che si tratti di Russia o Ucraina, tutte le persone saranno felici per noi, ha aggiunto. "I Giochi Olimpici sono un'occasione in cui tutte le persone sono unite".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata