Serie B, Verona vince. Frenano Livorno e Brescia, ok Novara e Grosseto

Torino, 8 dic. (LaPresse) - Turno di Serie B ricco di emozioni e reti. Il Verona batte l'Ascoli (3-1) e risponde al successo della capolista Sassuolo nell'anticipo di ieri, frena il Livorno che vede interrompersi la striscia di vittorie consecutive: i toscani pareggiano a Vicenza 3-3. Pareggia anche il Brescia, bottino pieno invece per Spezia e Ternana. In coda, importanti successi per Novara (3-1 al Padova) e Grosseto, che regola 3-0 la Pro Vercelli.

I risultati finali degli incontri validi per la 18/a giornata di Serie B. Sassuolo-Modena 2-0 (giocata ieri). Brescia-Reggina 2-2, Crotone-Lanciano 0-0, Grosseto-Pro Vercelli 3-0, Novara-Padova 3-1, Spezia-Bari 3-2, Ternana-Juve Stabia 3-2, Verona-Ascoli 3-1, Vicenza-Livorno 3-3, Cesena-Empoli rinviata a domani alle 15. Cittadella-Varese si gioca domani alle 12.30.

Classifica. Sassuolo 42 punti, Livorno 39, Verona 35, Brescia 27, Padova 26 (-2), Varese 26 (-1), Modena 25 (-2), Juve Stabia 25, Spezia 24, Cittadella 22, Empoli 22 (-1), Ternana 21, Bari 19 (-7), Crotone 19 (-2), Vicenza 18, Ascoli 18 (-1), Reggina 16 (-3), Cesena 16, Lanciano 15, Pro Vercelli 14, Novara 13 (-4), Grosseto 11 (-6).

Verona, Varese, Empoli e Cesena una partita in meno.
Cittadella due partite in meno.

VICENZA-LIVORNO 3-3
Dopo il toccante ricordo di Piermario Morosini il Vicenza ed il Livorno si affrontano a viso aperto al 'Menti'. Finisce con uno spettacolare 3-3 che lascia i toscani al secondo posto in classifica con tre punti di svantaggio dal Sassuolo e quattro di vantaggio sul Verona terzo, che deve recuperare una gara. Ad aprire le marcature sono i labronici con Belingheri al 15' su azione d'angolo. Il Vicenza pareggia con Castiglia al 26' su assist di Giacomelli. Il duo si ripete al 35', ancora suggerimento di Giacomelli e doppietta di Castiglia. Al 55' i veneti si portano sul 3-1 con una bella azione personale messa in atto da Di Matteo ma la reazione degli ospiti è immediata. Al 63' Belingheri accorcia le distanze con una bella conclusione da fuori area poi è Paulinho al 75' a siglare il definitivo pareggio sfruttando un errore di Camisa. Nel finale Castiglia ha la palla del tris ma non riesce a regalare la vittoria ai biancorossi.

VERONA-ASCOLI 3-1
Il Verona riprende la marcia dopo il ko di Brescia superando l'Ascoli per 3-1. La gara si mette bene per gli scaligeri già dal 1'. Ad aprire le marcature è Halfredsson con un tiro dal limite. All'8' arriva il raddoppio veneto. Il merito è di Gomez che di testa mette alle spalle di Guarna una punizione battuta da Bacinovic. Al 49' è Albertazzi a firmare il tris scaligero. Inutile per gli ospiti il gol della bandiera messo a segno da Zaza al 68'.

NOVARA-PADOVA 3-1
Il Novara mette fine ad una sanguinosa serie di sei sconfitte consecutive battendo per 3-1 il Padova al 'Piola'. Per Alfredo Aglietti è la prima vittoria sulla panchina dei piemontesi. Apre le marcature Gonzalez al 23'. L'attaccante è lesto a ribadire in rete la respinta di Anania su conclusione di Lepiller. Il 2-0 arriva al 35' ed è opera dello stesso Lepiller con una spettacolare conclusione dalla distanza. Al 37' il patavino Ze Eduardo accorcia le distanze ribadendo in rete un tiro errato di Rispoli ma al 43' Gonzalez chiude i conti con un sinistro a giro scoccato dal vertice destro dell'area di rigore sul quale nulla può Anania.

CROTONE-LANCIANO 0-0
Finisce senza vincitori e senza reti la sfida salvezza allo stadio 'Scida' tra Crotone e Virtus Lanciano. I rossoneri non riescono a sfruttare il fattore campo dove fino ad oggi hanno complessivamente conquistato 14 punti. Per gli abruzzesi, punto prezioso ed ottenuto grazie anche al contributo del portiere Leali decisivo in un più di un'occasione. In virtù di questo risultato, il Crotone sale a 19 punti, a 4 lunghezze di vantaggio dal Lanciano, terz'ultimo in classifica e al terzo pareggio consecutivo.

SPEZIA-BARI 3-2
Lo Spezia riprende la marcia per un piazzamento playoff ritrovando la vittoria dopo un mese. I liguri battono il Bari 3-2 al 'Picco' ringraziando la doppietta del solito Sansovini, sempre più capocannoniere del campionato. Il vantaggio dei padroni di casa, al 40', lo firma Di Gennaro di testa. Nella ripresa Sansovini trova il raddoppio su contropiede, ma i 'Galletti' di Torrente dimezzano lo svantaggio con la rete di Ceppitelli, in mischia, due minuti dopo. Ancora Sansovini firma con un colpo di testa, su cross di Sammarco, il terzo gol per la squadra di Serena (27'). Caputo tiene in vita il Bari con il suo nono centro stagionale al 34'. Il risultato non cambia più e i pugliesi interrompono la striscia positiva.

GROSSETO-PRO VERCELLI 3-0
Tutto facile per il fanalino di coda Grosseto nel match di bassa classifica contro la neopromossa Pro Vercelli. Finisce 3-0 per i toscani che chiudono la pratica già nel primo tempo. Apre le marcature Lupoli al 3' su assist di Sforzini. Al 22' giunge il raddoppio con Jadid la cui punizione batte sulla traversa e sul portiere ospite Valentini prima di finire in rete. Il 3-0 è opera di Sforzini al 28' con un preciso colpo di testa un cross di Obodo. La Pro Vercelli resta in inferiorità numerica al 39' per l'espulsione di Cosenza autore di un fallo di reazione su Sforzini.

BRESCIA-REGGINA 3-2

Una coriacea Reggina rimonta il Brescia costringendolo al 2-2 interno. Amaro in bocca per le 'Rondinelle' che, dopo poco meno di venti minuti di gioco, conducevano per 2-0. La prima parte di gara è tutta di Daniele Corvia. L'attaccante romano sigla una doppietta al 10' ed al 18' sfruttando le assistenze di Salamon prima e Scaglia poi dopo un bel contropiede orchestrato da Bouy. La Reggina però non demorde ed al 45' accorcia le distanze in mischia con Comi. All'82' poi gli amaranto giungono al pareggio grazie a Barillà. Il Brescia si getta in avanti ma è la traversa a dire di no allo scatenato Corvia.

TERNANA-JUVE STABIA 3-2

La Ternana mette fine al digiuno di vittorie che durava da nove gare battendo per 3-2 la Juve Stabia al termine di una sfida palpitante. Aprono le marcature gli umbri al 5' con un tiro dalla distanza di Alfageme. Il raddoppio giunge al 60' con un sinistro di Vitale ma tre minuti dopo la Ternana resta in dieci per l'espulsione di Botta autore di un brutto fallo su Murolo. I campani ne approfittano e pareggiano nel giro di tre minuti, fra il 76' ed il 78' grazie ai gol di Caserta prima e Scognamiglio poi. I rossoverdi però non demordono e trovano la rete della vittoria all'82' con Ragusa su cross di Carcuro






© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata