Serie B, Sassuolo inarrestabile. Super Cacia trascina il Verona

Modena, 14 ott. (LaPresse) - In attesa del posticipo di questa sera tra Reggina e Livorno, la giornata di Serie B vede la conferma del Sassuolo come protagonista assoluta di questa prima parte di stagione. Bene anche il Verona, trascinata dal suo bomber Cacia. Lo Spezia, invece, rischia grosso nel 'derby' tra neopromosse contro la Ternana. Liguri salvati da un rigore nel finale. Continua anche l'ascesa del Modena grazie ai gol del solito Ardemagni.

Il Sassuolo non si ferma più. La squadra di Eusebio Di Francesco travolge per 4-0 il Varese nel big match e si conferma capolista solitaria a 25 punti. Partita decisa dalle reti di Gazzola al 14', Terranova su rigore al 74', Chisbah all'82' e Catellani all'85'. Il Varese ha chiuso in 10 per l'espulsione di Grillo per doppia ammonizione. Per i neroverdi terza vittoria di fila, per il Varese terzo ko nelle ultime quattro gare. I lombardi restano a 13 punti in classifica, fuori dalla zona play off.

Grazie a una doppietta di Daniele Cacia, invece, il Verona supera per 2-0 il Grosseto e si porta al secondo posto solitario in classifica, in attesa del posticipo di stasera tra Reggina e Livorno. Al Bentegodi, la squadra di Mandorlini sblocca il risultato al 33' con un centro del suo centravanti principe. Cacia si ripete nel finale all'83' chiudendo così il match. Verona che sale a 18 punti in graduatoria. Per il Grosseto, sempre ultimo a 1 punto, terzo ko di fila. Ancora senza punti il neo tecnico dei toscani Mario Somma.

Spezia e Ternana pareggiano 1-1 allo stadio Picco e si confermano realtà importanti alle spalle delle tre grandi. Partita equilibrata, con entrambe le reti nel secondo tempo. Passa in vantaggio la Ternana al 57' con Litteri con un destro da centro area su assist di Nolè. Il pareggio spezzino al 91' con un calcio di rigore trasformato da Di Gennaro. Per la neopromossa umbra si ferma a quattro la serie di vittorie consecutive, mentre i liguri evitano una dolorosa sconfitta. In classifica entrambe le squadre salgono a quota 14, rintuzzando i tentativi di inserirsi in zona play off di Modena e Padova.

Grazie anche a due gol del solito Ardemagni, il Modena si impone per 3-0 sul campo del Cittadella e prova a tenere il passo delle prime della classe. Per i veneti secondo ko di fila e addio sogni di gloria. Canarini in vantaggio al 13' con un colpo di testa del bomber Ardemagni. Il raddoppio al 41' grazie ad una sfortunata autorete di Pellizzer. Nella ripresa è ancora Ardemagni, sempre con un preciso colpo di testa, a firmare il definitivo 3-0. Il centravanti modenese si conferma capocannoniere del campionato con 7 gol al pari di Cacia.

L'Ascoli si impone per 3-0 in casa dell'Empoli. I bianconeri di Massimo Silva sbloccano il risultato al 35' con un bel sinistro vincente di Zaza. Passano 4' e Feczesin, con un preciso colpo di testa da centro area, firma il raddoppio. L'Ascoli controlla e nella ripresa chiude i conti all'83' con altro colpo di testa, questa volta di Russo. In classifica marchigiani a quota 12, toscani sempre penultimi con 3 punti.

Lanciano e Pro Vercelli hanno pareggiato 1-1. La partita si sblocca al 4' con il difensore Alberto Masi che porta in vantaggio i piemontesi con un colpo di testa su calcio d'angolo. Nella ripresa il Lanciano trova il gol del pareggio grazie ad un altro difensore, Gaetano Vastola e sempre di testa su azione di calcio d'angolo. In classifica il Lanciano sale a 8 punti, la Pro Vercelli segue a una sola lunghezza.

Termina 0-0, infine, la sfida tra Cesena e Crotone. Partita priva di grosse emozioni, con i romagnoli di mister Bisoli che giocano una gara accorta e senza concedere spazi. I calabresi provano a fare la partita, senza mai però dare l'impressione di poter sbloccare il risultato. Tra gli ospiti, espulso nel finale di gara Migliore per doppia ammonizione. In classifica il Cesena sale a 8 punti, il Crotone segue ad una sola lunghezza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata