Serie B, Sassuolo chiude anno con botto: 5-0 al Cesena. Pari Livorno

Sassuolo (Mo), 30 dic. (LaPresse) - Un Sassuolo travolgente si aggiudica per 5-0 il derby romagnolo contro il Cesena e porta a quattro i punti di vantaggio in classifica sul Livorno fermato in casa dalla Juve Stabia. Resta in scia il Verona, che batte il Modena. Successo travolgente anche per il Brescia, che batte 5-0 il Crotone. Il Padova cade in casa del Lanciano. Dopo due pareggi consecutivi, l'Empoli ritrova la vittoria con un netto 3-0 sul campo della Reggina. In coda successi preziosi per Ternana e Novara.

I risultati finali degli incontri validi per la 22/a giornata di Serie B: Reggina-Empoli 0-3 (giocata alle 12.30); Ascoli-Varese 1-1, Brescia-Crotone 5-0, Cittadella-Bari 1-1, Lanciano-Padova 2-1, Livorno-Juve Stabia 2-2, Novara-Grosseto 2-0, Sassuolo-Cesena 5-0, Ternana-Pro Vercelli 4-2, Vicenza-Spezia 2-3. Verona-Modena 3-1.

Classifica: Sassuolo 51 punti, Livorno 47, Verona 43, Empoli 33 (-1), Modena 32 (-2), Brescia 31, Juve Stabia 30, Padova 30 (-2), Varese 30 (-1), Cittadella 30, Spezia 28, Ascoli 28 (-1), Ternana 25, Bari 24 (-7), Novara 22 (-4), Reggina 22 (-3), Crotone 22 (-2), Lanciano 22, Cesena 21, Vicenza 19, Pro Vercelli 15, Grosseto 11 (-6).


REGGINA-EMPOLI 0-3
Protagonisti i due centravanti Tavano, autore di una doppietta, e Maccarone a segno per il 3-0 definitivo.Dopo i primi minuti di marca amaranto, la compagine toscana cresce e alla mezzora passa in vantaggio. Adejo stende in area di rigore Tavano e per l'arbitro è rigore: dal dischetto lo stesso centravanti spiazza Baiocco. Qualche dubbio sul fallo, che potrebbe essere iniziato fuori area. La reazione della Reggina è tutta nel tentativo di Fischnaller, che dopo un bel dribbling su Regini, calcia di destro sulla traversa. Nella ripresa la squadra di casa va vicina al pareggio ancora con l'attaccante altoatesino e poi con Ceravolo. L'Empoli però è micidiale e al 68' trova il raddoppio ancora con Tavano, che deve solo depositare nella porta vuota un assist di Saponara dopo una grande azione personale. All'87' arriva anche il 3-0: tutto facile per Maccarone che su assist di Mchedlidze batte Baiocco con la difesa della Reggina ormai completamente ferma.

SASSUOLO-CESENA 5-0
Gara senza storia quella tra i neroverdi di Di Francesco e i bianconeri di Bisoli. Padroni di casa in vantaggio al 17' con un sinistro vincente di Richmond Boakye da centro area. Il raddoppio in avvio di ripresa al 48' con un destro da centro area di Gennaro Troianiello. La capolista è un rullo compressore e al 65' trova anche il terzo gol con un cross dalla linea di fondo di Catellani che Bianchi al volo spedisce in rete. Per il Cesena è notte fonda, al 79' Domenico Berardi con un diagonale sinistro in contropiede firma il pooker neroverde. Al 90' arriva anche il 5-0 con un rigore trasformato da Masucci. Penalty concesso per un fallo di Ceccarelli sullo stesso Masucci, il difensore bianconero viene anche espulso.

LIVORNO-JUVE STABIA 2-2
Il Livorno non va oltre il 2-2 interno contro la Juve Stabia e vede allontanarsi il Sassuolo in vetta alla classifica, i neroverdi hanno ora quattro punti di vantaggio. Labronici secondi con 47 punti, mentre i campani si confermano sempre più rivelazione con il settimo posto a 30 punti. Gara che ha vissuto le sue emozioni tra la fine del primo e l'inizio del secondo tempo. Livorno in vantaggio al 45' con un destro da posizione decentrata di Federico Dionisi, con palla sotto la traversa. In avvio di ripresa la Juve Stabia pareggia al 46' con un sinistro ravvicinato di Marco Cellini su assist di William Jidayi. Al 68' le Vespe si portano addirittura in vantaggio con un rigore di Stefano Di Cuonzo, concesso per un fallo di mani in area di Schiattarella. La gioia dei campani dura poco, al 75' arriva il definitivo 2-2 con una punizione di Siligardi che si infila alle spalle di Nocchi.

ASCOLI-VARESE 1-1
Ascoli e Varese hanno pareggiato 1-1. Padroni di casa in vantaggio al 25' con Zaza, il pareggio dei lombardi all'88' con Rea. In classifica, il Varese si porta a 30 punti ed è 9°. L'Ascoli raggiunge a 28 punti lo Spezia al 12° posto.

BRESCIA-CROTONE 5-0
Il Brescia travolge 5-0 il Crotone. Gara senza storia, con Salamon che sblocca il risultato al 35'. Nella ripresa, raddoppio di De Maio al 66'. Il Crotone non trova la forza di reagire e al 68' subisce anche il 3-0 ad opera di Mitrovic. Nel finale Corvia al 71' firma il poker per il Brescia, chiude i conti al 75' Picci. Il Brescia si porta a 31 punti in classifica al 6° posto, il Crotone è fermo a 22 e vede avvicinarsi pericolosamente la zona retrocessione.

CITTADELLA-BARI 1-1
Termina 1-1 il match tra Cittadella e Bari. Padroni di casa in vantaggio al 14' con Maah. Cittadella che poi resta in 10 per l'espulsione di Paolucci al 41' per doppia ammonizione. Nel secondo tempo il Bari attacca e trova il pareggio con il talentuoso Bellomo al 54'. Il Cittadella si porta al 10° posto con 30 punti, mentre il Bari staziona a centro classifica con 24 punti.

VICENZA-SPEZIA 2-3
Lo Spezia rialza la testa e ritrova il successo dopo due sconfitte consecutive. Concreti e cinici i liguri, che espugnano 3-2 il campo di un Vicenza sempre più in crisi. La formazione di Serena sembra chiudere la pratica già nel primo tempo, con il vantaggio siglato su punizione da Porcari al 26' e il raddoppio firmato da Benedetti al 45'. Nella ripresa però i padroni di casa dimezzano lo svantaggio con il colpo di testa vincente di Martinelli al 13'. Nemmeno il tempo di esultare che lo Spezia va nuovamente in rete, un minuto dopo, con Di Gennaro. I biancorossi riaprono la gara nel finale con Malonga (39'), infallibile nel trasformare il rigore concesso per atterramento dello stesso attaccante ad opera di Piccini.

LANCIANO-PADOVA 2-1
Prosegue il momento positivo del Lanciano. I rossoneri battono 2-1 il Padova e conquistando il secondo successo consecutivo in casa dopo quello contro il Novara. Per i biancoscudati, rilanciati dalla cura Colomba, uno stop pesante che allontana la zona playoff. Succede tutto nel secondo tempo, dopo che nel primo tempo il Lanciano fallisce un rigore con Falcinelli, che colpisce il palo (37'). I veneti si portano in vantaggio al 16' con De Vitis, sugli sviluppi di un angolo. I padroni di casa pareggiano due minuti dopo con Amenta e trovano la rete della vittoria al 32' con il colpo di testa vincente di Paghera. Nonostante l'assalto finale degli ospiti, il risultato non cambia più.

NOVARA-GROSSETO 2-0
Dopo lo stop sul campo del Lanciano il Novara riprende la marcia salvezza. I piemontesi, al quarto successo nelle ultime cinque partite, battono 2-0 al 'Piola' un Grosseto ormai rassegnato ad essere fanalino di coda. E' Pesce, in acrobazia, a sbloccare il risultato al 21'. Nella ripresa, i maremmani restano in dieci uomini per l'espulsione, per somma di ammozioni, di Som al 7'. Il raddoppio dei padroni di casa è firmato da Lazzari al 47' sugli sviluppi di un contropiede. La squadra di Menichini conferma il tabù trasferta, dove in questo campionato non ha mai vinto.

TERNANA-PRO VERCELLI 4-2
La Ternana cala il poker alla Pro Vercelli nella sfida salvezza del 'Liberati' e incassa punti pesanti utili ad allontanare la zona calda. Ma i padroni di casa si complicano la vita da soli: nel primo tempo, il match sembra già chiuso dopo il vantaggio siglato da Alfageme alla mezz'ora e i gol di Litteri (41'), su cross di Dianda e Vitale (43'), autore di un gran destro. Nella ripresa, il rigore di Tiribocchi illude i piemontesi di Camolese (11') ma la Ternana trova la rete, su rigore, del 4-1 con Vitale che realizza così la doppietta personale (18'). Zigoni tenta di riaprire il match (28'), ma a festeggiare è la formazione di Toscano. Sul fronte piemontese, invece, Camolese rischia di pagare cara la sconfitta: l'esonero sembra ormai inevitabile.

VERONA-MODENA 3-1
E' il Verona ad aggiudicarsi la sfida playoff contro il Modena. Gli scaligeri si impongono 3-1 al Bentegodi. Dopo l'iniziale vantaggio dei 'canarini', che beneficiano di un'autorete di Maietta sul cross di Lazarevic al 2' del primo tempo, si scatena Cacia, che colpisce due volte, all'8' e poi nella ripresa, al 19', complice la deviazione di Zoboli. Ad un quarto d'ora dalla fine Jorginho, sfruttando una corta respinta di Andelkovic, mette in archivio il risultato con la rete del 3-1. La squadra di Mandorlini sale a 43 punti, avvicinando il Livorno secondo in classifica, ora a +4 dopo il pareggio contro la Juve Stabia. Il Modena resta fermo a 32 punti, al quinto posto.








© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata