Serie B, riparte Sassuolo. Verona ko nel derby veneto, bene Varese

Torino, 9 feb. (LaPresse) - Nella 25/a giornata di Serie B vince il Sassuolo e il Verona cade in casa nel derby veneto contro il Vicenza. Successo importante per il Varese, che espugna Bari. In coda oltre ai biancorossi vincono Crotone, Lanciano e Novara.

Questi i risultati finali degli incontri validi per la 25/a giornata del campionato di Serie B. Cesena-Ternana 1-0 (giocata ieri), Bari-Varese 0-1, Crotone-Grosseto 1-0, Juve Stabia-Novara 2-4, Lanciano-Cittadella 3-2, Modena-Reggina 1-1, Padova-Brescia 0-0, Pro Vercelli-Sassuolo 1-3, Spezia-Ascoli 4-3, Verona-Vicenza 0-1. Empoli-Livorno si gioca lunedì alle 20.45.

Classifica: Sassuolo 55 punti, Livorno 51, Verona 47, Varese 42 (-1), Padova 35, Brescia 34, Empoli 34 (-1), Juve Stabia 34, Modena 33 (-2), Spezia 32, Ascoli 32 (-1), Cittadella 31, Cesena 30, Ternana 29, Crotone 29 (-2), Lanciano 29, Novara 28 (-4), Reggina 26 (-2), Bari 25 (-7), Vicenza 22, Pro Vercelli 16, Grosseto 15 (-6).

Empoli e Livorno una partita in meno.

PRO VERCELLI-SASSUOLO 1-3

Il Sassuolo si impone per 3-1 in rimonta sul campo della Pro Vercelli e si conferma capolista solitaria nel campionato di Serie B. Piemontesi in vantaggio dopo un minuto con un sinistro da centro area di Andrea Cristiano, su assist di Giuseppe Greco. La svolta della gara all'11', quando il Sassuolo si procura un calcio di rigore e la Pro Vercelli resta in dieci per l'espulsione diretta di Martino Borghese. Dal dischetto Emanuele Terranova firma l'1-1. Al 44' i neroverdi completano la rimonta con un bel gol di testa di Gennaro Troianiello su assist di Simone Missiroli. In avvio di ripresa la Pro Vercelli resta addirittura in nove per l'espulsione di Matteo Abbate per proteste. Di fatto la gara finisce lì, con il Sassuolo che si limita a controllare fino al 90' quando arriva il gol del definitivo 3-1 di Domenico Berardi con un preciso sinistro da centro area. I neroverdi salgono a 55 punti in classifica, la Pro Vercelli resta penultima a quota 16.

VERONA-VICENZA 0-1

Il Vicenza si impone per 1-0 in casa del Verona nel derby veneto. Una partita equilibrata, decisa da un gol di Franco Semioli al 75'. L'esterno vicentino firma il blitz al Bentegodi con un destro micidiale sotto la traversa su punizione. Con questo risultato, il Vicenza si porta a 22 punti e torna a sperare nella salvezza. Brutto passo falso per il Verona, sempre terzo con 47 punti.

BARI-VARESE 1-0

Un gran destro al volo dalla distanza di Pucino al 12' del primo tempo permette al Varese di espugnare il 'San Nicola' di Bari e continuare la rincorsa playoff. Per i lombardi di Castori si tratta del quinto successo in trasferta in questo campionato. Continua invece la crisi dei 'Galletti', che nelle ultime nove gare hanno vinto una sola volta. Entrambe le squadre hanno concluso in dieci uomini la gara per le espulsioni di Damonte all'8' della ripresa e di Sciaudone all'ultimo minuto.

CROTONE-GROSSETO 1-0

Il Crotone batte di misura il Grosseto (1-0) ed incassa tre punti fondamentali per allontanarsi dalla zona playout. E' un colpo di testa di Eramo al 33' del primo tempo, sul traversone di Del Prete, a decidere il successo degli uomini di Drago. Per il centrocampista, terzo gol stagionale. Il Crotone sale a quota 29. il Grosseto lotta e sfiora il pareggio, ma incassa il ko e resta malinconicamente fanalino di coda a quota 15.

JUVE STABIA-NOVARA 2-4

Gara ricca di reti ed emozioni quella tra Juve Stabia e Novara, con i piemontesi che ottengono un successo in trasferta importantissimo (4-2) per continuare a sperare nella salvezza. Sono gli uomini di Aglietti a sbloccare il risultato al 38' con un colpo di testa di Lepiller su traversone di Gonzalez. In apertura di ripresa, il raddoppio firmato da Gonzalez su rigore (5'). Penalty concesso per un 'mani' di Caserta. Si svegliano i padroni di casa che accorciano le distanze con Caserta al 12', su lancio di Verdi, ma il Novara va ancora a segno al 25' con un'autorete di Figliomeni, su iniziativa di Gonzalez. Seferovic cala il poker con un bel pallonetto al 27', ma c'è ancora tempo per la rete di Bruno inutile però alle 'Vespe', che scivolano dalla zona playoff.

LANCIANO-CITTADELLA 3-2

Il Lanciano regola il Cittadella 3-2 e compie un altro passo importante verso la salvezza, confermando il momento positivo. L'inizio del match è scoppiettante: i padroni di casa vanno in vantaggio al 6' con Vastola, su assist di Piccolo, ma due minuti dopo i veneti pareggiano con Minesso. Al 13' Lanciano ancora avanti al 13' con Volpe. Il terzo gol degli uomini di Gautieri è firmato da Piccolo. Nella ripresa, al 6', un'autorete di Almici su azione di Di Roberto riapre la gara ma il risultato non cambia più. Il Cittadella incassa la terza sconfitta in trasferta consecutiva.

MODENA-REGGINA 1-1

Modena e Reggina si spartiscono la posta nel match del 'Braglia', con gli ospiti che trovano in pieno recupero il meritato pareggio. E' Ardemagni al 34' del primo tempo a sbloccare il risultato sugli sviluppi di un calcio d'angolo per il suo 14° gol in stagione. Nella ripresa, al 47' Gerardi, su sponda di Fischnaller, gela il pubblico emiliano con il gol che batte una difesa fino a quel momento sempre attenta.

PADOVA-BRESCIA 0-0

Allo stadio 'Euganeo' pareggio a reti inviolate tra Padova e Brescia, entrambe a caccia di punti per continuare la rincorsa playoff. Meglio le 'Rondinelle' nella prima parte, veneti più pericolosi nella ripresa. La traversa impedisce il vantaggio ad entrambe, prima sulla girata dell'attaccante dei padroni di casa Babacar (40'), quindi con Mitrovic al 14' della ripresa.

SPEZIA-ASCOLI 4-3

Grande impresa dello Spezia, che riesce a rimontare tre gol di svantaggio all'Ascoli e a trovare il successo in pieno recupero. Il primo tempo dei padroni di casa è da incubo: i marchigiani vanno in vantaggio al 14' con Zaza e raddoppiano al 31' con Feczesin. I bianconeri restano in dieci per l'espulsione di Peccarisi al 39' ma nella ripresa, la punizione al 3' di Fossati sembra chiudere definitivamente il match in favore degli uomini di Silva, incamminati verso il settimo risultato utile consecutivo. Invece parte la riscossa dei liguri. Al 10' Antenucci accorcia le distanze, prima del Sansovini-show: il capocannoniere del campionato cadetto si scatena battendo la difesa bianconera tre volte (31', 38' e 46'). Successo insperato per i padroni di casa, che aggancia proprio l'Ascoli in classifica a quota 42. Atzori festeggia la prima vittoria della sua gestione.







© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata