Serie B, reti inviolate tra Carpi e Frosinone. Trapani sale al 3° posto, cade Catania

Carpi, 29 nov. (LaPresse) - Reti inviolate nel big match della 16/a giornata di Serie B, che vedeva opposte la capolista Carpi e la diretta inseguitrice Frosinone. Resta immutata la differenza di un punto in classifica tra le due squadre al vertice. Sono i ciociari, decisamente più dinamici e propositivi, a farsi preferire nel primo tempo. I padroni di casa faticano a rendersi pericolosi e, nella ripresa, la migliore occasione per il Frosinone arriva con Soddimo. Gli emiliani soffrono e restano in dieci per il secondo giallo sventolato a Mbaye. La formazione di Stellone ci prova fino alla fine, ma la rete non arriva e al 'Cabassi' finisce 0-0. Il Carpi sale a 30 punti, il Carpi raggiunge quota 29.

Cittadella-Brescia 1-1

Finisce in pareggio la sfida tra Cittadella e Brescia. Quasi un'impresa per i veneti, capaci di difendere con una prestazione di grande coraggio il pareggio, nonostante una ripresa giocata in nove uomini. Al 'Tombolato' succede tutto nei primi 25 minuti. Al 18', subito tegola sui padroni di casa: Pellizzer interviene fallosamente su Benali in area, il capitano dei veneti si vede sventolare il rosso da Manganello che assegna il rigore alle Rondinelle. Dal dischetto, Caracciolo è infallibile: Brescia in vantaggio. Risultato che dura lo spazio di appena sei minuti, tanto basta a Coralli con una splendida conclusione dal limite che si insacca all'incrocio. Ma prima dell'intervallo, il Cittadella incassa un altro rosso: stavolta a lasciare anzitempo il terreno di gioco, per secondo giallo, è Benedetti, reo di una spallata su Morosini a palla lontana. Strada in discesa per il Brescia, vicino al vantaggio nella ripresa con Caracciolo e Sestu, ma i veneti stringono i denti e conquistano un punto preziosissimo. Grande il rammarico per la formazione di Iaconi.

Varese-Vicenza 2-3

Il Vicenza espugna per 3-2 il campo del Varese e si allontana dalle zone calde della classifica. Con i tre punti conquistati a Masnago, i veneti si porta a quota 20 staccando proprio i lombardi fermi a 17 con il Pescara. Nel primo tempo iniziale vantaggio dei padroni di casa siglato da Borghese al 13' con un preciso colpo di testa. La replica del Vicenza tre minuti dopo con una conclusione mancina da pochi passi sugli sviluppi di un corner di Giacomelli. Nel recupero Varese ancora pericoloso con una traversa di Borghese. La partita si riaccende nel finale, quando Cocco all'80' porta in vantaggio gli ospiti con una punizione che trova impreparato Bastianoni. Tre minuti dopo Laverone con la complicita' ancora di Bastianoni chiude di fatto il match. Non basta al Varese il gol Neto Pereira all'89'.

Trapani-Spezia 3-2

Incredibile vittoria del Trapani contro lo Spezia. I padroni di casa sotto di un gol a cinque minuti dal termine, ribaltano il risultato in due minuti con Barillà e Nadarevic. I liguri pareggiano in pieno recupero con Brezovec ma all'ultimo istante un rigore di Terlizzi regala il successo ai siciliani. In classifica, il Trapani si porta a quota 22 punti a -3 dallo Spezia fermo a 25. Nessun gol nella prima frazione di gioco, con i padroni di casa che fanno la gara ma le vere occasioni da rete capitano ai liguri con Brezovec e Milos. Nel secondo tempo succede di tutto: Spezia in vantaggio al 68' con Catellani su rigore concesso per fallo di Gomis su Cisotti. All'84' il neo entrato Barillà firma di testa l'1-1, seguito due minuti dopo da Nadarovic su assist di Citro per il vantaggio trapanese. Lo Spezia però non molla e con Brezovec su punizione si porta sul 2-2. Ma in pieno recupero Migliore commette un ingenuo fallo in area su Citro. Rigore che Terlizzi non sbaglia per la vittoria siciliana.

Ternana-Catania 1-0

La Ternana supera 1-0 il Catania e centra il quarto risultato utile consecutivo. Allo stadio Libero Liberati gli umbri di Tesser trovano il gol partita al 59' con Avenatti che controlla l'assist di Crecco e insacca alle spalle di Frison. Ospiti che nel frattempo erano rimasti in dieci al 55' per l'espulsione per proteste di Leto. Nel primo tempo gara dal ritmo non esagerato ma comunque qualche palla gol c'è stata: la migliore è per Calaiò che al 26' si trova a tu per tu con Brignoli. Con questo successo i rossoverdi agganciano proprio i rossazzurri a quota 19 punti in classifica.

Livorno-Perugia 0-0

Finisce senza reti il match tra Livorno e Perugia. Un palo per parte e poco altro in una partita con pochissime emozioni e senza particolari spunti che prova ad accendersi solo negli ultimi minuti. Manovra meglio la squadra di Camplone ma sono del Livorno le azioni più pericolose soprattutto nel primo tempo come al 41' quando Vantaggiato scheggia il palo. Nel secondo tempo palo anche del Perugia al 78' su destro improvviso di Fazzi che raccoglie una corta respinta della difesa amaranto e scarica un rasotterra alla destra di Mazzoni. In classifica il Livono sale a quota 25, il Perugia a 23.

Crotone-Modena 1-4

Il Modena inguaia il Crotone. I 'canarini' calano il poker (4-1) ed espugnano lo 'Scida'. Grande protagonista Granoche, autore di quattro gol. Gli emiliani sbloccano il match al 35' con il decimo gol stagionale di Granoche, che batte Bazya sulla punizione dalla sinistra di Nizzetto. Il portiere dei calabresi, però, non è immune da colpe visto che si lascia sfuggire la sfera. In apertura di ripresa è ancora Granoche a firmare il raddoppio del Modena: l'uruguaiano insacca di testa sul traversone di Nizzetto. Strada spianata per gli ospiti, che possono beneficiare anche della superiorità numerica visto che poco dopo il Crotone resta in dieci uomini per l'espulsione di capitan De Giorgio, reo di un'entrata fallosa su Granoche. I calabresi hanno però la forza di rientrare in partita e al 18' Ciano trasforma il rigore concesso per atterramento di Torregrossa per opera di Cionek. I padroni di casa ci credono e Pinsoglio è chiamato all'intervento su Sprocati. Ma il Modena chiude i conti a dieci minuti dal termine, sempre grazie allo scatenato Granoche: l'attaccante sfrutta l'ennesimo assist di Nizzetto battendo Bajza di testa in tutta libertà. Pinsoglio salva i 'canarini' sulla gran botta di Martella, Beltrame sfiora il poker ma centra il palo. Nel quinto minuto di recupero, Granoche completa la sua giornata indimenticabile firmando con un tocco di destro il 4-1 del Modena e, ovviamente, ancora su cross di Nizzetto. In virtù di questo risultato gli emiliani volano a 21, i calabresi restano a 14.

Latina-Pro Vercelli 1-1

Latina e Pro Vercelli pareggiano 1-1. Laziali sempre ultimi in classifica con 14 punti, piemontesi che invece si portano a 21 con il Modena. Primo tempo a reti inviolate, con i pontini pericolosi con Crimi e Viviani. Pro Vercelli che gestisce il pareggio senza rischiare nulla e si rendono pericolosi con Bani. Nella ripresa al 9' la Pro Vercelli passa in vantaggio: sulla sponda di Scavone, Beretta di testa supera Di Gennaro. Nel Latina esce Bruno, dentro Paolucci. Proprio l'ex attaccante di scuola Juve firma il pareggio pontino al 25': dopo la traversa di Pettinari e il salvataggio di Ferri su Sforzini, arriva il destro vincente del numero 9 nerazzurro. Il Latina spinge alla ricerca della vittoria: l'undici di Breda trova il gol al 33' con Sforzini, ma l'arbitro annulla per fuorigioco su segnalazione del secondo assistente. Dopo 3' di recupero al Francioni finisce 1-1.

Virtus Entella-Avellino 0-0

Poche emozioni al 'Comunale' e Virtus Entella-Avellino si conclude sullo 0-0. In un primo tempo senza squilli si fanno preferire gli irpini, che tuttavia non creano veri pericoli alla difesa liguri. Nella ripresa, Entella vicinissima al gol con un destro di Sansovini deviato da Gomis in angolo. E' l'azione più pericolosa della gara. Nel finale, Avellino costretto a giocare in dieci: Visconti esce per infortunio ma Rastelli ha già esaurito per i cambi. I padroni di casa chiudono il match in avanti, ma il risultato non cambia e per l'Entella è il secondo 0-0 casalingo di fila.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata