Serie B, Perugia batte Brescia e resta al comando. Bologna ok, Trapani crolla a Varese

Perugia, 27 set. (LaPresse) - Dopo due pareggi consecutivi il Perugia torna al successo in casa contro il Brescia e rinforza la propria leadership in testa al campionato di Serie B. Gli ospiti partono bene costringendo gli umbri a difendersi nella propria metà campo. Bentivoglio all'8' impegna Provedel al primo intervento di giornata. Due minuti dopo ci prova Caracciolo di testa, ma l'attaccante delle 'rondinelle' non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Dopo aver lasciato sfogare la squadra di Iaconi il Perugia viene fuori e crea la prima opportunità attorno al 20' di testa con Goldaniga sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La gara è combattuta, da una parte ci prova Scaglia, dall'altra Verre, senza la dovuta precisione. In chiusura di frazione i padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio con Del Prete, il cui sinistro da fuori si stampa sulla traversa. Nella ripresa l'undici di Campione cambia passo ed entra in campo con un un piglio diverso. Già al 2' Arcari mura la conclusione ravvicinata di Falcinelli. Il portiere del Brescia si ripete al 25' sempre su Falcinelli, ma al 33' commette fallo in area su Taddei, che dal dischetto non sbaglia. I lombardi nel finale rimangono in dieci per l'epsulsione di Olivera e sono costretti ad alzare bandiera bianca. Per il Brescia, in fondo alla classifica con soli 5 punti, si tratta della terza sconfitta stagionale.

AVELLINO-LIVORNO 2-1 - L'Avellino supera 2-1 il Livorno nella sesta giornata e si porta al secondo posto del campionato di Serie B. I padroni di casa, passati in svantaggiato per uno sfortunato autogol di Bittante, ribaltano il risultato con due grandi gol di Comi e Castaldo nella ripresa. Si tratta del quarto risultato utile di fila per la compagine campana che vola a -3 dalla capolista Perugia. Livorno in vantaggio al 14', con il difensore dell'Avellino Bittante che nel tentativo di spazzare via la palla dalla sua area di rigore mette in rete il cross di Cutolo. L'Avellino ha provato in tutti i modi a pareggiare, trascinato da un buon Castaldo ma senza successo. Nella ripresa gli irpini continuano ad attaccare e al 14' trovano il preggio con Castaldo che esterno destro mette in rete un assist di testa di Comi. L'Avellino ci crede e a due minuti dalla fine trova il gol della vittoria: punizione battuta da Schiavon, tacco di Castaldo per Comi che da due passi infila Mazzoni. Esplode il Partenio, il sogno dei lupi irpini prosegue.

VARESE-TRAPANI 5-2 - Grazie a un'ottima prima frazione il Varese travolge il Trapani 5-2 e ottiene la seconda vittoria in campionato, dando respiro alla propria classifica. Stop inatteso invece per i siciliani, che perdono malamente e nel finale a partita ormai compromessa si fanno prendere dal nervosismo rimanendo in dieci per l'espulsione di Barillà e del tecnico Boscaglia. I padroni di casa si portano subito in vantaggio al 7' grazie alla rete di testa di Rea sugli sviluppi di un corner. Il raddoppio, al 23', porta la firma di Neto Pereira con la complicità del portiere del Trapani Mancone. Il Varese continua a premere e al 41' Lupoli su rigore dopo una trattenuta in area su Neto Pereira realizza il tris. In chiusura di frazione infine la squadra di Bettinelli cala il poker con Capezzi, a segno da due passi su cross di Zecchin. Nella ripresa l'undici di Boscaglia riesce a rendere il passivo meno pesante con le reti di Mancosu su rigore e di Nadarevic con una bella conclusione di sinistro. Il Varese però non permette agli ospiti di rientrare in partita segnando al 35' la rete del 5-2 definitivo con un tiro dalla distanza di Barberis.

BOLOGNA-CITTADELLA 1-0 - Dopo sei mesi il Bologna torna al successo al Dall'Ara. La squadra di Diego Lopez, che salva così la panchina, ha battuto per 1-0 il Cittadella grazie ad un gol dopo appena un minuto di Laribi. Vittoria strameritata per gli uomini di Lopez che dominano dall'inizio alla fine. I felsinei salgono a 10 punti mentre i veneti restano a 7. Pronti via e Bologna a segno con Laribi, che di sinistro devia in rete il traversone morbido dalla corsia mancina di Morleo. I rossoblu legittimano poi la supremazia con almeno altre tre situazioni pericolose, due con Cacia e una ancora con Laribi. Veneti poco pericolosi, se non con un tiro da lontano di Lora. Nel secondo tempo Bologna ancora a vicino al raddoppio con lo scatenato Laribi. Nel finale il ritmo si abbassa notevolmente. Il Cittadella non riesce a rendersi pericoloso e finisce la partita in dieci per l'espulsione di Signorini per doppia ammonizione.

LATINA-TERNANA 1-1 - Latina e Ternana hanno pareggiato 1-1 nella sesta giornata del campionato di Serie B. La squadra di casa è sprecona, ma brava a non arrendersi invece la squadra di Tesser pareggia in extremis. Un punto per parte, ma quanto rammarico per i tifosi pontini e per Beretta. Nel primo tempo l'occasione migliore è per gli ospiti, quando al 43' sul destro in acrobazia di Masi, la traversa salva Farelli. La ripresa parte con gli stessi schieramenti con cui si era chiuso il primo tempo. Al 14' il Latina si porta in vantaggio: angolo di Viviani, in area rossoverde si scatena una mischia che Brosco risolve con la zampata vincente. Al 45' arriva il pareggio della Ternana nell'unica occasione rossoverde della ripresa: a segno Ceravolo. Al Francioni finisce 1-1.

CROTONE-VICENZA 0-0 - Crotone e Vicenza hanno pareggiato 0-0 nella sesta giornata di Serie B. Allo Scida protagonista il vento, almeno nel primo tempo. Le due squadre pensano a non farsi male. Nel prossimo turno, il settimo del campionato, Livorno-Crotone venerdì sera e Vicenza-Bologna sabato alle 15. In classifica le due squadre restano appaiate con 6 punti. Nel primo tempo il Vicenza parte bene e sfiora il gol al quarto d'ora. Il Crotone si risveglia dopo il brivido corso e costruisce alcune azioni, ma non riesce a concludere a rete. Nel secondo tempo la musica non cambia. Se non vince la noia, poco ci manca, con le due squadre che non hanno fatto vedere un gran calcio. Poche le occasioni da una parte e dall'altra.

VIRTUS ENTELLA-CARPI 2-0 - La Virtus Entella supera il Carpi 2-0 nella sesta giornata del campionato di Serie B. I liguri conquistano così la prima storica vittoria in nella serie cadetta grazie ai gol, entrambi nati da palla ferma, di Cesar e Troiano. Successo meritato per i ragazzi di Prina, anche se in una gara povera di emozioni e occasioni da rete. Brutta prestazione, invece, per Castori e i suoi: gli emiliani, per la prima volta all'asciutto, non sono sembrati neanche lontani parenti della squadra ammirata nelle prime cinque giornate di campionato. Padroni di casa in vantaggio a metà primo tempo: al 30' il difensore brasiliano Cesar gira in rete, di testa, una punizione dalla trequarti di Costa Ferreira. Prima parte di match poco emozionante e povero di emozioni. Meglio la squadra di Prina che, oltre al gol, si è resa pericolosa in un paio di circostanze con Sansovini. Carpi poco reattivo, anche dopo lo svantaggio. Nel secondo tempo l'Entella continua a dominare fino a chiudere i conti al 72' con Troiano che devia in rete di tacco una punizione di Di Tacchio.

PRO VERCELLI-FROSINONE 1-1 - Un punto a testa per Pro Vercelli e Frosinone che confermano quanto di buono fatto in questa prima parte di stagione spartendosi la posta in palio (1-1) nella gradevole partita disputata al 'Silvio Piola' valida per la sesta giornata del campionato di Serie B. La gara si accende subito grazie a una fiammata di Ronaldo, che al 3' colpisce in pieno il palo con un tiro da fuori area. Le due formazioni si affrontano a viso aperto e al 31' gli ospiti passano con un colpo sotto di Ciofani che mette fuori causa Russo in uscita dopo una triangolazione con Dionisi. Immediata la reazione dei piemontesi con Scavone che svetta su tutti e costringe Pigliacelli al primo difficile intervento. Nella ripresa i padroni di casa partono forte, anche rinvigoriti dall'espulsione di Musacci per un brutto intervento su Ronaldo. Proprio il brasiliano della Pro Vercelli al 23' trova il pareggio con un tiro da fuori che beffa il portiere. Nel finale entrambe le squadre provano a vincere ma il risultato non si sblocca più.

MODENA-SPEZIA 2-0 - Il Modena regola con merito 2-0 lo Spezia, alla seconda sconfitta consecutiva, e si rilancia nelle prime posizioni della classifica del campionato di Serie B. Decisive le reti messe a segno in rapida successione da Schiavone e Granoche a venti minuti dalla fine dell'incontro. I liguri partono bene e già al 2' sfiorano il gol con Cisotti che spreca tutto dopo l'ottimo servizio di Catellani. Gli emiliani vengono fuori alla distanza, ma alla mezzora rischiano grosso quando Ardemagni di testa non riesce a capitalizzare il lavoro del solito Catellani. Nella ripresa l'undici di Novellino si scuote e sfiora il vantaggio prima con Granoche, contrastato al momento di concludere, poi con Cionek, che di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato non trova la porta. Il Modena continua a fare la partita e al 24' trova l'1-0 con una bella punizione di Schiavone. Un minuto dopo poi arriva il raddoppio con Granoche, autore di una bella girata su calcio d'angolo che trafigge Chichizola. Lo Spezia accusa il colpo e non riesce più a rientrare in partita.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata