Serie B: Palermo cade a Carpi, Empoli ne approfitta e va in testa. Buona la prima per Spezia di Mangia

Carpi (Modena), 21 dic. (LaPresse) - Il Palermo perde i nervi e la testa della classifica nella gara con il Carpi valida per la 19/a giornata del campionato di Serie B Eurobet. I rosanero infatti escono sconfitti dal 'Sandro Cabassi' grazie a una rete su rigore di Memushaj a metà ripresa e si vedono superati dall'Empoli, vittorioso a Novara. Gara generosa e solida quella degli uomini di Vecchi, che ottengono un successo prestigioso e importante in ottica salvezza, davanti all'ex capolista che chiude in nove per le espulsioni di Daprelà e Milanovic, oltre che quelle dalla panchina del direttore generale Perinetti e del tecnico Iachini. Gli ospiti si rendono pericolosi già al 9', quando Barreto su calcio di punizione sfiora il palo della porta difesa da Kovacsik. Al 23' Palermo ancora pericoloso con Belotti, ben servito da Barreto, ma il giovane attaccante si fa murare in uscita dall'estremo difensore del Carpi. I modenesi tengono bene il campo, facendosi anche vedere dalle parti di Ujkani. Al 41' Pasciuti va in spaccata sul cross di Concas senza trovare lo specchio della porta. Nella ripresa non si registrano grandi occasioni da una parte e dall'altra fino all'episodio che decide la partita: fallo di mano in area di Daprelà, che costa il secondo giallo al giocatore e un calcio di rigore al Carpi. Dal dischetto Memushaj non sbaglia. I padroni di casa sfiorano il colpo del ko con Di Gaudio, che solo davanti a Ujkani opta per un pallonetto che non mette in difficoltà l'ex portiere del Novara, ma il Palermo non riesce a reagire - restando anche in nove in pieno recupero per una manata di Milanovic - e torna a perdere dopo tre risultati utili consecutivi.

BRESCIA-VARESE 4-2

Caracciolo si aggiudica la sfida dei cannonieri con Pavoletti e il Brescia continua a volare in classifica, ottenendo la terza vittoria consecutiva questa volta a danni del Varese nel derby lombardo, valido per la 19/a giornata di Serie B Eurobet. Le rondinelle si portano in vantaggio già al 3' con l'Airone, che gira al volo sul cross dalla destra di Zambelli e porta in vantaggio immediatamente i padroni di casa. Al 14' arriva il raddoppio del Brescia, ancora con Caracciolo, su assist di Kukoc dopo un bel cambio di gioco di Budel. La squadra di Gautieri reagisce e per mano di Pavoletti torna in partita. L'attaccante biancorosso accorcia in mischia sugli sviluppi di un corner dopo un'uscita a vuoto di Arcari. Gli ospiti spingono alla ricerca del pari ma al 40' rimangono in dieci per l'espulsione di Franco, che lascia i suoi in dieci per un brutto fallo su Paci. Nella ripresa nonostante l'inferiorità numerica un Varese arrembante sfiora il pari sempre con Pavoletti, che al 2' dopo aver battuto Paci in velocità manda a lato in tuffo. Al 16' tuttavia Sodinha realizza il colpo del ko con una rasoiata precisa su assist di Caracciolo dopo aver spiazzato Bressan. Al 27' Caracciolo cala il poker e sigla la tripletta personale dopo aver saltato con un dribbling il portiere e aver calciato a porta vuota. Per il Varese piove sul bagnato dato che un minuto dopo resta in nove per il secondo giallo indirizzato a Blasi. Serve solo per le statistiche il gol della bandiera di Pavoletti al 36', che aggancia Mancosu in vetta alla classifica cannonieri.


SPEZIA-LANCIANO 2-0

Buona la prima per Devis Mangia sulla panchina dello Spezia. I liguri battono 2-0 il Lanciano al 'Picco', andando a segno negli ultimi 20 minuti. Un successo che consente agli 'aquilotti' di intravedere la zona playoff. Per la squadra di Baroni, invece, continua il momento di appannamento incassando il terzo ko nelle ultime quattro gare. Nel primo tempo, dopo un avvio avaro di emozioni, sono i padroni di casa a fare la partita anche se sono gli ospiti a rendersi più pericolosi con una conclusione di Turchi e un colpo di testa di Vastola che però si spegne sull'esterno della rete. Nella ripresa liguri vicini alla rete con Carrozza, la riposta della Virtus è in un colpo di testa di Falcinelli che timbra la traversa. Poco dopo, al 25', la partita si sblocca: il merito è del neo entrato Bovo, che firma il vantaggio dei padroni di casa con un gran destro al volo dal limite. Alla mezz'ora, lo Spezia raddoppia con Ebagua, che riceve in area da Sammarco e batte di testa Aridità.


SIENA-LATINA 1-0

Basta una rete di Rosseti nel primo tempo al Siena per avere ragione del Latina, al termine di una gara combattuta, soprattutto a centrocampo, e sostanzialmente equilibrata. Ma è un risultato meritato per i toscani di Beretta che conquistano la seconda vittoria consecutiva e superano in classifica proprio la squadra di Breda raggiungendo quota 27. Il risultato si sblocca al 38', con un gran gol di testa di Rosseti sull'impeccabile traversone di Angelo. Il Siena, attentissimo in difesa, ha poi buon gioco nel controllare le iniziative del Latina, vicinissimo al pareggio al 25' della ripresa: Jonathas, tra i migliori nelle file degli ospiti, scarica il destro in area, il portiere di casa Lamanna salva la porta e il risultato.


NOVARA-EMPOLI 0-1

Maccarone regala all'Empoli vittoria e primato nella classifica di Serie B. E' l'attaccante a firmare il gol che permette ai toscani di espugnare Novara (0-1). Gli uomini di Sarri tornano al successo dopo tre pareggi consecutivi e approfittano del passo falso del Palermo, battuto in trasferta a Carpi. La squadra di Calori appare troppo rinunciataria e dopo due vittorie consecutive resta a mani vuote, inchiodata a quota 20, in piena zona calda. Primo tempo dominato dalla formazione di casa, capace di sbloccare la gara dopo appena nove minuti: smarcato da Verdi, Croce suggerisce rasoterra al centro per 'Big Mac', che di destro batte Kosicky. L'Empoli ha poi l'occasione per raddoppiare con Tavano, che arriva a tu per tu con il portiere di casa al 23' e scheggia il palo. Poco dopo, è un miracolo di Kosicky a negargli la gioia del gol (34') Il Novara prova ad impensierire la capolista con una gran conclusione di Salviato dalla distanza, bravo Bassi è chiamato al grande intervento (27'). Nelle file dell'Empoli il più pericoloso è sempre Tavano che prima dell'intervallo, servito da un gran palla filtrante di Ronaldo, salta Kosicky ma vede la sua conclusione salvata sulla linea da Bastrini. Altra grande occasione fallita dai toscani. In una ripresa dai ritmi decisamente più bassi, al 35', grande brivido per gli ospiti con un'incursione di Gonzalez sul quale Bassi è attento.


CESENA-REGGINA 3-1

Prosegue la crisi della Reggina, che cade 3-1 al Manuzzi contro il Cesena nell'incontro valido per la 19/a giornata del campionato di Serie B Eurobet e resta al penultimo posto in classifica, cogliendo la quinta sconfitta consecutiva in campionato. La squadra di Bisoli invece torna a sorridere trovando un successo che mancava da più di due mesi. Fin da subito i romagnoli mettono in difficoltà la fragile retroguardia ospite: al 2' Rodriguez serve Succi che calcia alto da distanza ravvicinata. Al 19' il Cesena si porta avanti con D'Alessandro, che recupera palla nella metà campo avversaria e insacca in rete un pallone sporcato dalla deviazione di Lucioni. La reazione della squadra di Atzori arriva dai piedi di Foglio, il cui tiro viene deviato da Rossini con la mano di richiamo. Gli amaranto provano a reagire senza trovare il pari, mentre dall'altra parte in chiusura di frazione è Succi a divorarsi il 2-0, calciando fuori da due passi. Nella ripresa al 9' Fischnaller illude con una girata che termina a lato del portiere, ma un minuto dopo Cascione con un rasoterra batte un Zandrini non esente da colpe. La gara sembra chiusa ma Gerardi la riapre al 16' dopo un errore di Rossini che si fa portare via il pallone da Foglio, che lo consegna a Gerardi per il più semplice dei gol. Gli ospiti tentano l'assalto finale ma Rossini si fa trovare pronto sul colpo di testa di Cocco. Rodriguez al 28' trova infine il 3-1 che chiude la partita su assist di Cascione.


CROTONE-JUVE STABIA 1-1

Crotone e Juve Stabia si dividono la posta chiudendo in pareggio (1-1), ma è un punto che scontenta entrambe le squadre, con la squadra di Drago che fallisce la possibilità di agganciare al secondo posto il Palermo. Nel primo tempo molte le occasioni create dai padroni di casa, che però non riescono a concretizzare. La partita si sblocca al 24', con la complicità della difesa del Crotone: è Di Carmine a portare in vantaggio le 'Vespe', insaccando di testa sul cross di Martinelli dopo aver 'beffato' Cremonesi. Nella ripresa è un'autorete di Contini, che all'11' devia sfortunatamente nella sua porta un traversone di Mazzotta, a 'regalare' il pari ai padroni di casa. Le due squadre chiudono in dieci uomini per le espulsioni, in pieno recupero, di De Giorgio e Viotti. In porta per i campani ci va Contini, ma gli ospiti resistono all'assedio finale del Crotone. La Juve Stabia, sempre ultima, sale a quota 9 mentre il Crotone, terzo, è ora a 32 punti.


CITTADELLA-BARI 1-1

Il Cittadella acciuffa in pieno recupero un pareggio ormai insperato con il Bari, che vede sfumare una vittoria a lungo assaporata nell'incontro valido per la 19/a giornata del campionato di Serie B Eurobet. Un punto che serve a poco a entrambe le squadre, che continuano a navigare nelle zone pericolose della classifica, poco sopra la zona retrocessione. Dopo una mezzora senza grandi occasioni da rete, i padroni di casa sfiorano il vantaggio al 40' con Coralli, che a botta sicura si vede negare la gioia del gol da un grande intervento d'istinto di Guarna. I pugliesi rispondono con Galano, la cui punizione chiama Di Gennaro al primo vero intervento di giornata. Nella ripresa il Bari sfiora subito il gol con Fedato, che dopo l'intervento di Di Gennaro sulla punizione di Romizi non riesce a ribadire in rete di testa a porta vuota. Al 18' la squadra di Alberti si porta in vantaggio con Calderoni, ben servito da Fedato in area. L'undici di Foscarini si getta in attacco alla ricerca del pari: Pecorini al 26' non trova di poco la porta, mentre Perez spreca tutto al 39' dopo il tiro deviato di La Camera. Il Bari sembra riuscire ad addormentare la gara ma viene punito al 45' da Perez, bravo a riscattarsi dall'errore precedente e a capitalizzare la sponda aerea di Gasparetto.

RISULTATI. Giocate ieri: Ternana-Trapani 0-2, Pescara-Padova 1-0. Oggi: Brescia-Varese 4-2, Carpi-Palermo 1-0, Cesena-Reggina 3-1, Cittadella-Bari 1-1, Crotone-Juve Stabia 1-1, Novara-Empoli 0-1, Siena-Latina 1-0, Spezia-Lanciano 2-0. Domani, ore 12.30: Avellino-Modena.

CLASSIFICA:
Empoli 36 punti; Palermo 34; Crotone 32, Pescara 31; Lanciano 30, Avellino 30; Cesena 29; Siena 27 (-5), Spezia 27; Varese 26, Latina 26, Trapani 26, Brescia 26; Carpi 24; Modena 21; Novara 20; Bari 20 (-3), Ternana 19; Cittadella 18, Padova 17; Reggina 13; Juve Stabia 9.

Avellino, Carpi, Modena e Padova una partita in meno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata