Serie B: Carpi pareggia a Brescia e resta al comando, ok il Bari di Nicola

Brescia, 22 nov. (LaPresse) - Un pareggio che vale una vittoria per mantenere il primato in Serie B. Il Carpi ottiene un insperato 3-3 in casa del Brescia nella gara valida per la 15/a giornata di campionato e mantiene un punto di vantaggio in classifica sul Frosinone secondo. Gli emiliani, sotto di due gol e di due uomini, prima accorciano le distanze e poi in pieno recupero realizzano il 3-3 su rigore grazie a una doppietta di Inglese. I padroni di casa partono forte e trovano la via del gol poco dopo la mezzora con un penalty procurato e trasformato da Caracciolo. Immediata la reazione degli ospiti, che al 38' impattano con un colpo di testa di Gagliolo sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nella ripresa al 15' l'arbitro concede un altro rigore al Brescia per una trattenuta in area di Suagher che rimedia il secondo cartellino giallo. Al Carpi saltano i nervi e anche Bianco viene espulso per proteste. Dal dischetto Caracciolo rimane glaciale e riporta avanti le rondinelle. Al 33' i lombardi calano il tris sempre su rigore ancora con Caracciolo, che realizza così la propria tripletta personale. Per la capolista sembra finita, ma la squadra di Castori ha un sussulto d'orgoglio e al 42' su un corner Inglese di testa riapre le partita. In pieno recupero poi arriva il definitivo 3-3, ancora su rigore, trasformato da Inglese.

Lanciano e Crotone hanno pareggiato 1-1 nella 15/a giornata del campionato di Serie B. Un risultato che frena le ambizioni dei padroni di casa di avvicinarsi alla vetta della classifica e rilancia invece i calabresi in ottica salvezza. Equilibrio ma grande agonismo espresso da entrambe le squadre nel primo tempo. Il Lanciano passa in vantaggio con Ferrario al 12' con un preciso colpo di testa su traversone dalla bandierina di Bacinovic. Al 37' l'autorete di Troest su cross dalla bandierina di Ciano riporta in parità il risultato. Nel secondo tempo ospiti in dieci dalla mezzora per l'espulsione di Claiton per doppia ammonizione. I padroni di casa attaccano, ma non riescono a sfondare la munita retroguardia avversaria. Lanciano sesto con 23 punti, raggiunto dal Bologna. Crotone sempre terzultimo con 14 punti.

Gol e spettacolo nell'atteso derby umbro tra Perugia e Pescara, valido per la 15/a giornata di Serie B. Al Curi finisce 2-2: dominio del Grifone per larga parte del match ma l'espulsione di Falcinelli fa rientrare gli ospiti in partita. Perugia che sale a quota 22 punti alla pari del Trapani, mentre la Ternana sale a 16 con Catania e Pescara. Nel prossimo turno di campionato il Perugia farà visita al Livorno, la Ternana ospiterà il Cittadella. Termina in parità la prima frazione: inizio fulminante del Grifone, in vantaggio con Parigini di testa su cross perfetto di Del Prete. Ospiti sull'1-1 grazie a un azione personale del bulgaro Bojinov complice l'errore in copertura di Giacomazzi. Nel secondo tempo Perugia ancora avanti al 63' grazie ad un rigore di Falcinelli concesso per un fallo dubbio su Parigini. Falcinelli va ad esultare in curva, ingenuità che gli costa il rosso. La Ternana approfitta della superiorità numerica e al 79' trova il 2-2 con Falletti autore di una travolgente azione personale.

Il Modena batte 2-0 il Pescara nella 15/a giornata del campionato di Serie B. Grazie alla doppietta di Pablo Granoche nel finale di partita, la squadra di Novellin o interrompe una striscia di due stop consecutivi. Gli abruzzesi di Baroni invece, mai pericolosi, cadono dopo due vittorie di fila. Troppo nervosi i biancoazzurri adriatici che chiudono addirittura in 8 per le espulsioni di Lazzari, Zuparic e Pucino. In classifica il Modena sale a 18 punti con una gara in meno mentre il Pescara resta fermo a 16. Nel primo tempo da segnalare una traversa di Luppi per il Modena. Nella ripresa i due gol: Granoche sblocca il risultato al 76' su calcio di rigore concesso per fallo in area su Ferrari di Zuparic che viene anche espulso. Subito dopo il gol del Modena arrivano poi i due espulsi Il Pescara resta in otto per il rosso a Pucino che interviene in maniera irruente su Ferrari per strappargli la sfera e accelerare il gioco. Il Modena rimane invece in dieci per l'espulsione di Rubin per doppia ammonizione. I padroni di casa chiudono però i conti all'82' ancora con Granoche su cross di Beltame deviato da Grillo.

La Pro Vercelli liquida la pratica Entella per 2-0 nel match fra neopromosse andato in scena al 'Piola'. Un successo importante per i piemontesi che grazie a questa vittoria salgono a quota 20 punti in una tranquilla posizione di metà classifica. I liguri invece restano fermi a 15 nella zona pericolosa. La Pro Vercelli, reduce da due ko esterni, conferma il suo valore fra le mura amiche. Una vittoria meritata aperta dalla marcatura di Scavone al 12' di sinstro e chiusa dal raddoppio, sempre di sinistro, di Fabiano al 65'.

Termina con un pareggio a reti bianche la sfida tra Avellino e Varese, valida per la 15/a giornata del campionato di Serie B. Gara con poche emozioni, soprattutto nel primo tempi. Gli irpini prendono in mano il controllo delle operazioni ma non riescono mai a pungere davvero, l'undici di Bettinelli invece è molto attento in difesa a non concedere il fianco all'attacco della squadra di Rastelli. Nella ripresa al 16' Bastianoni devia in tuffo il tentativo di Soumarè, sulla palla arriva Bittante che calcia a botta sicura con Rea che respinge sulla linea. Al 23' Castaldo manca di poco l'appuntamento con il gol sul cross dal fondo di Arrighini. Bastianoni salva il risultato anche al 35' su un'altra conclusione di Soumarè. La difesa dei lombardi regge fino al 90' e il Varese porta così a casa un punto prezioso.

Il Bologna culla a lungo la speranza di piazzare il blitz sul campo dello Spezia ma i liguri all'ultimo respiro agguantano il pari. Finisce così 1-1 il match del 'Picco'. Un risultato che consente ai padroni di casa di restare al terzo posto in classifica a quota 25 punti mentre il Bologna è settimo a 23. La sfida si ravviva nel secondo tempo. Al 47' Cacia porta avanti il Bologna superando il portiere di casa Chichizola con un pallonetto. Il pareggio dei padroni di casa arriva all'ultimo assalto. E' il 94' quando, su azione di calcio di punizione, Piccolo di testa manda la palla alle spalle di Coppola sancendo l'1-1 finale.

Vicenza e Cittadella si dividono la posta nel derby veneto. Un punto che serve di più ai padroni di casa, ora a quota 17 punti, che agli ospiti ultimi a 13. Il primo tempo è maggiormente di marca Cittadella. La formazione di Foscarini chiude la frazione in vantaggio con la rete di Minesso al 12', poi nella ripresa le cose si complicano. I patavini restano in dieci uomini per l'espulsione di Barreca al 68' causa doppia ammonizione ed al 79' il Vicenza pareggia su calcio di rigore trasformato da Cocco. Nel concitato finale finiscono prima del tempo sotto la doccia anche l'allenatore ospite Foscarini e Sgrigna ma il Vicenza, nonostante la doppia superiorità numerica, non riesce ad operare il sorpasso.

Buona la prima per il nuovo Bari targato Nicola. I pugliesi superano infatti 2-1 il Trapani nell'incontro valido per la 15/a giornata del campionato di Serie B. Con il nuovo tecnico, che ha preso il posto in settimana di Devis Mangia, i padroni di casa ritrovano così un successo che mancava da cinque gare. I 'galletti' partono forte e creano due opportunità in meno di dieci minuti con Sciaudone e poi con un tiro dalla distanza di Romizi. Alla mezzora il Bari sblocca il risultato con un destro di Galano che trafigge Gomis. In avvio di ripresa la squadra di Boscaglia prova timidamente a reagire, ma al 22' Caputo raddoppia su rigore concesso per braccio un po' troppo largo di Lo Bue sul tiro di Sciaudone. Gli ospiti tentano di rientrare in partita ma Donnarumma si oppone ai tentativi di Falco e Terlizzi. Al 36' il Trapani Mancosu accorcia il risultato sempre dal dischetto per un fallo in area di Sciaudone. I pugliesi soffrono nel finale l'arrembaggio degli ospiti ma portano comunque a casa tre punti preziosi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata