Serie B, Carpi fa suo derby e si porta in fuga. Pari show tra Bologna e Frosinone

Carpi, 13 dic. (LaPresse) - Il Carpi fa suo il derby emiliano (1-0) valido per la 18/a giornata di Serie B e complice la frenata del Frosinone a Bologna si porta in fuga, volando a +6 sui ciociari. Per la squadra di Castori, settima vittoria su nove incontri giocati al 'Cabassi'. Il primo tempo, combattuto, si chiude a reti inviolate ma i padroni di casa falliscono una ghiottissima occasione con Di Gaudio, che a tu per tu con Pinsoglio manda a lato da ottima posizione. Nella ripresa, il Carpi sblocca il risultato: a regalare i tre punti alla squadra di casa è Mbakogu, che svetta di testa sul corner di Porcari (35'). Per il nigeriano, decima rete in campionato. Il Modena prova l'assalto nei minuti finali, ma sono ancora gli uomini di Castori a sfiorare il gol in contropiede con Lasagna.

Bologna-Frosinone 2-2

Al 'Dall'Ara' Bologna e Frosinone chiudono con uno spettacolare pareggio (2-2) il big match della giornata. I ciociari trovano per due volte il vantaggio, ma vengono raggiunti in entrambe le occasioni dai rossoblù. Nel primo tempo si fanno preferire gli ospiti, che sbloccano il risultato al 33': sul corner di Gucher, Ciofani è il più lesto di tutti ed insacca di testa siglando il suo settimo gol in campionato. Vantaggio meritato. Ma in apertura di ripresa, dopo quattro minuti, gli emiliani trovano il pareggio con Bessa, che raccoglie un pessimo rinvio di Russo per battere Zappino con un gran sinistro dal limite. Il Bologna si rende pericoloso, ma è ancora la formazione di Stellone a portarsi in vantaggio con un'autorete di Oikonomou, che nel tentativo di anticipare Paganini sul suggerimento basso di Zanon infila la propria porta (17'). La gara si infiamma, la squadra di Lopez non si abbatte e riporta nuovamente i conti in equilibrio al 39' con Maietta, che sfrutta un'uscita a vuoto di Zappino e fissa, con un destro al volo, la rete del definitivo 2-2.

Livorno-Catania 4-2

Il Livorno supera 4-2 il Pescara a all'Armando Picchi. La squadra labronica torna al successo dopo quasi un mese, l'ultima vittoria risaliva infatti al 3-1 sulla Pro Vercelli. Il Catania invece cade dopo il buon pareggio casalingo con il Bologna. Livorno ora terzo in classifica a quota 29, un punto dal Frosinone e a sette dalla capolista Carpi. Gli etnei di Sannino sono fermi a 20 punti in 17/a posizione. Nel primo tempo al vantaggio dei padroni di casa di Jelenic ha replicato Chrapek con un destro dall'area piccola. Amaranto più propositivi in fase offensiva. Nel secondo tempo Calaiò porta in vantaggio gli etnei al 57', l'attaccante in precedenza aveva anche sbagliato un rigore. Nel finale la clamorosa rimonta del Livorno: al 78' pareggia Jefferson, due minuti dopo è invece Galabinov a firmare il 3-2 da fuori area. All'89' Siligardi completa il poker del Livorno su assist di Jefferson.

Pescara-Avellino 0-0

Pescara e Avellino hanno pareggiato 0-0 allo stadio Adriatico. Risultato giusto per una partita che non regala particolari emozioni. Terzo risultato utile consecutivo per il Pescara che sale a quota 21 punti in classifica. L'Avellino resiste quasi un tempo in dieci uomini per l'espulsione di Ely e alla fine torna a casa con un punto prezioso che lo proietta in zona playoff. Nel primo tempo irpini pericolosi intorno alla mezz'ora due volte con Zito e Melchiorri. Nella ripresa il Pescara spinge di più forte della superiorità numerica ma senza creare grosse occasioni, in pieno recupero restano in dieci anche gli abruzzesi a cusa dell'espulsione di Salomon per una entrata dura ai danni di D'Angelo.

Virtus Entella-Vicenza 2-1

La Virtus Entella ha battuto per 2-1 il Vicenza. Risultato prezioso per i liguri, che si allontanano dalla zona retrocessione. Vicenza tranquillo a centroclassifica. Padroni di casa in vantaggio al 16' con Mazzarani su assist di testa di Cesar in area. Al 32' Litteri colpisce un palo dopo l'ennesimo corner conquistato. Nel secondo tempo ospiti in dieci dopo appena due minuti per il rosso a D'Elia. Al 62' arriva il raddoppio ligure: Cecchini ribadisce la palla in rete di testa dopo una respinta del portiere. Al 89' Cocco trova la rete della bandiera per il Vicenza con un colpo di testa.

Brescia-Spezia 0-1

Una rete dopo appena due minuti di Situm permette allo Spezia di espugnare il 'Rigamonti' di Brescia (0-1). Una sconfitta che aggrava ulteriormente la classifica della squadra lombarda, alle prese con una difficile situazione societaria. Alla prima occasione, i liguri superano la difesa delle Rondinelle: sul cross dalla destra di Brezovec, Situm si tuffa di testa e batte Arcari sul primo palo. Il Brescia prova ad imbastire una reazione, ma la manovra degli uomini di Iaconi risulta prevedibile e non particolarmente incisiva. Nella ripresa, Spezia pericolosissimo con la traversa di Canadija, ma sulla conclusione del croato è decisiva la deviazione di Arcari. Le 'Rondinelle' aumentano l'intensità per trovare il gol del pari, i liguri chiudono gli spazi e si difendono con ordine. La punizione di Corvia al 33' dai 25 metri pareggia il conto dei pali. L'assedio finale dei padroni di casa non porta frutti e lo Spezia torna al successo, guadagnando tre punti d'oro nella corsa ai playoff.

Ternana-Lanciano 1-0

Il Lanciano si impone per 1-0 sulla Ternana al Liberati. Decide una punizione del solito Mammarella al 72'. Ospiti pericolosi anche con Monachello mentre i padroni di casa possono reciminare per le opportunità non sfruttate da Avenatti, Bojinov e Falleti. La compagine frentana sale al quinto posto alla pari del Bologna con 28 punti, mentre la Ternana resta appaiata a centroclassifica con Modena e Bari.

Crotone-Pro Vercelli 0-1

La Pro Vercelli supera 1-0 il Crotone allo Scida. Una autentica impresa quella dei piemontesi che, dopo essere rimasti in 10 per l'espulsione di Coly, trovano la rete della vittoria all'86' grazie alla conclusione da centro area di Belloni su assist di Fabiano. Vittoria importante per la Pro che si allontana dalle zone basse della classifica e si piazza in una zona tranquilla, mentre il Crotone resta al quartultimo posto invischiato in piena zona salvezza.

Cittadella-Bari 0-1

Tre punti d'oro per il Bari, che espugna il 'Tombolato' di Cittadella (0-1) in extremis. A decidere una gara sostanzialmente equilibrata, nel secondo minuto di recupero, è il giovane camerunense Minala, che incorna alla perfezione sul corner di Sciaudone e batte Valentini da pochi passi. I veneti incassano il primo ko dopo tre pareggi consecutivi e restano in zona pericolosa. I pugliesi rialzano la testa dopo due sconfitte e si rimettono a caccia di un posto nei playoff.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata