Serie B: Carpi espugna Varese, Bologna e Livorno tengono il passo

Varese, 24 gen. (LaPresse) - Il Carpi espugna Varese e torna alla vittoria. Per la capolista, match di sofferenza ma la rete di Mbakogu decide il match giocato all'Ossola e valido per la 23/a giornata di Serie B. La squadra di Castori, sostituito nell'occasione da Costi perché squalificato, passa al 24': il nigeriano insacca da pochi passi, a porta spalancata, su invito da Letizia. Grandi responsabilità, nell'occasione, della difesa di Bettinelli. Il Carpi potrebbe raddoppiare con Porcari, la risposta dei padroni di casa è in un sinistro di Zecchin. Lombardi proiettati in avanti a caccia del pareggio ed ancora pericolosi ad inizio ripresa con un colpo di testa di Miracoli e a metà frazione con un'incornata di Borghese che vede la palla timbrare la traversa e poi il palo. Sulla ribattuta di Gabriel, grave errore di Rea che spara la sfera oltre la traversa. In pieno recupero, è Lupoli a sfiorare l'1-1. Il risultato non cambia e premia il Carpi, che consolida il primato salendo a 46 punti. Rammarico per il Varese, che resta a quota 23, al penultimo posto.

VICENZA-TRAPANI 3-0 - Il Vicenza cala il tris al Trapani ed aggrava la crisi di risultati degli uomini di Boscaglia. I biancorossi si impongono 3-0 nel match del 'Menti' valido per la 23/a giornata. Ai padroni di casa bastano sette minuti per sbloccare il risultato con Brighenti, che stacca alla perfezione sul cross di D'Elia, sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Trapani fatica ad imbastire una reazione efficace e il Vicenza, pericoloso in più occasioni, raddoppia prima dell'intervallo: la firma è quella di Di Gennaro, che batte Marcone con un sinistro dal limite con palla che si infila nell'angolino. La gara si fa ulterioremente in salita nella ripresa per gli ospiti, in dieci dal 14' per l'espulsione di Nadarevic per proteste. Con le due reti di vantaggio e la superiorità numerica, gli uomini di Marino può limitarsi a gestire. Al 34', i biancorossi chiudono definitivamente i giochi con un destro di Moretti. Il Vicenza conquista tre punti preziosissimi nella rincorsa a i playoff, salendo a 31, il Trapani incassa il terzo ko consecutivo e rimane a quota 30.

CITTADELLA-AVELLINO 1-2 - Vittoria importante del Cittadella che espugna il 'Partenio' di Avellino per 2-1 e abbandona l'ultimo posto in classifica del campionato di Serie B, rilanciando le proprie ambizioni di salvezza. Passo falso invece per gli irpini, ancora alla ricerca dei primi tre punti nel 2015. La prima opportunità arriva all'8' sulla testa di Mokulu, ma il centravanti dei padroni di casa viene contrastato efficacemente da Scaglia. Al 14' altra palla gol per la squadra di Rastelli, ma il Cittadella si salva grazie agli ottimi riflessi del suo portiere, il 46enne Pierobon, che respinge il diagonale da distanza ravvicinata di Regoli. Dopo un avvio difficile gli ospiti si scuotono e al 23' Gerardi impegna severamente con il sinistro Gomis. Tre minuti dopo l'undici di Foscarini si porta comunque in vantaggio: Stanco infatti al 27' converte in rete di testa in tuffo il cross dalla sinistra di Barreca. L'Avellino prova a reagire, ma al 42' Gerardi raddoppia su calcio di rigore dopo un fallo di Schiavone su Kupisz. In chiusura di primo tempo gli irpini tornano in partita grazie a Regoli, che calcia al volo e batte Pierobon su un cross dalla corsia mancina. Nella ripresa il Cittadella gestisce bene il risultato e in contropiede sfiora il tris al 12' al termine di una combinazione tra Kupisz e Gerardi, con quest'ultimo che sfiora il pallone. Proprio l'attaccante dei veneti spaventa ancora Gomis al 17' (palla alta) mentre dalla parte opposta Pierobon si fa trovare pronto sul tentativo di Kone e poi su quello di Castaldo. Quando non ci arriva il portiere tocca a Busellato salvare sulla linea al 35' sul colpo di testa di Comi destinato a finire in rete. Il Cittadella resiste fino al fischio finale e porta a casa tre punti importanti.

CROTONE-LATINA 2-1 - Va al Crotone il delicato scontro salvezza con il Latina, nella gara valida per la 23/a giornata di Serie B. Con questo successo i 'pitagorici' staccano in classifica proprio i laziali e si portano momentaneamente in zona playout, raggiungendo il Catania a 24 punti. Dopo un'iniziale fase di studio, è Crimi a sciupare una ghiotta occasione per gli ospiti al 19'. Dall'altra parte risponde Ciano al 22', ma Di Gennaro non ha problemi a controllare la conclusione. La partita vive di un sussulto sul finire del primo tempo: al 40' infatti la formazione calabrese passa in vantaggio su rigore con Ciano, ma quattro minuti dopo Valiani trova il gol del pari con una conclusione che trafigge Cordaz. Nella ripresa la squadra di Iuliano resta in dieci al 21' per l'espulsione per doppia ammonizione di Angelo. Il Crotone ne approfitta immediatamente e al 28' Torregrossa realizza il gol vittoria da due passi sull'assist di Ricci.

VIRTUS ENTELLA-BOLOGNA 1-2 - Il Bologna ottiene la quarta vittoria consecutiva e mantiene la seconda posizione in classifica nel campionato di Serie B ma soffre più del previsto per avere la meglio sulla Virtus Entella, 'tradita' da un'autorete di Russo e più volte vicina al gol del pareggio nel finale. Sansovini e Mazzarani spaventano la retroguardia rossoblù già dalle prime battute. Primo intervento per Coppola al 20', sul tentativo di Botta da fuori area. Gli ospiti si fanno notare per la prima volta al 26' con Sansone, che sbaglia tutto a tu per tu con il portiere calciando alto. I liguri appaiono più in palla e infatti si portano in vantaggio al 41' con il tapin vincente di Mazzarani dopo un doppio intervento di Coppola su Volpe. La reazione del Bologna è immediata, già nel primo tempo: al 45' infatti Oikonomou al volo manda il pallone alle spalle di Paroni sul cross dalla destra di Bessa. In avvio di ripresa l'undici di Lopez completa la rimonta approfittando di una sfortunata deviazione di Russo sul traversone insidioso di Laribi. L'Entella prova a reagire e in pieno recupero - dopo aver rischiato il prendere il 3-1 con le occasioni di Laribi e Matuzalem - va vicinissima al 2-2, ma prima Sansovini manca la deviazione vincente da due passi sul cross di Ferreira Costa, poi è lo stesso Costa su calcio di punizione a mancare per poco il bersaglio, costringendo alla resta i padroni di casa.

PESCARA-TERNANA 1-2 - La Ternana supera il Pescara (2-1) nella sfida dell'Adriatico, valida per la 23/a giornata di Serie B, e conquista la seconda vittoria consecutiva. Gli umbri interrompono la striscia positiva degli abruzzesi, arrivata a sette incontri. Vantaggio lampo per la squadra di Tesser, avanti grazie ad un'autorete: Zampano devia di petto nella propria porta un traversone di Crecco e regala l'1-0 agli umbri, dopo appena due minuti. La replica dei padroni di casa non si fa attendere: sul traversone di Zampano, il colpo di testa di Bjarnason, tutto solo in area avversaria, ristabilisce il pareggio (9'). Terzo gol per il centrocampista biancazzurro. Il Pescara ora vuole il vantaggio, Brignoli devia una conclusione di Pasquato sulla traversa. Il copione non muta nella ripresa, con i padroni di casa proiettati in avanti. La Ternana, però, non intende stare a guardare e non disdegna delle puntate in contropiede. Al 25' sono proprio gli umbri a passare nuovamente in vantaggio con un gran destro al volo, dopo un rimpallo, di Ceravolo, alla seconda rete stagionale. E' la prodezza che consente agli uomini di Tesser di fare bottino pieno, nonostante l'ultimo assedio del Pescara.

PERUGIA-BARI 1-1 - Perugia e Bari concludono in pareggio (1-1) la sfida del 'Curi' valida per la 23/a giornata di Serie B. Nel primo tempo si fanno preferire i pugliesi, che sbloccano il risultato al 12' con De Luca, a segno su assist in diagonale di Ebagua. Nella ripresa, umbri vicini al pareggio con un colpo di tacco di Parigini. Pochi minuti dopo, tegola sul Bari che resta in dieci uomini per l'espulsione di Rada, al secondo giallo. Gli umbri approfittano subito della superiorità numerica a trovano il pareggio con un destro di Giacomazzi (24'). Gli ospiti guadagnano fiducia e si impossessano della manovra a caccia del gol del vantaggio, ma gli ospiti stringono i denti e difendono il preziosissimo punto. La squadra di Campione sale a 31 punti, 27 punti invece per il Bari che non vince da quattro giornate.

FROSINONE-SPEZIA 1-1 - Termina con un pareggio (1-1) la sfida d'alta quota tra Frosinone e Spezia, che restano appaiate a 35 punti in zona playoff ma non riescono a tenere il ritmo delle prime tre in classifica. Prima emozione all'8' con Paganino che colpisce il palo da due passi sull'invito di Gucher salvando i liguri. Gli ospiti si fanno notare al 16' per una conclusione di Giannetti, ma due minuti dopo Ciofani non fallisce l'appuntamento con il gol davanti al portiere finalizzando l'azione personale di Dionisi. Lo Spezia cresce con il passare dei minuti ma Pigliacelli non si fa ingannare sulla punizione di Brezovec. In contropiede però i laziali sciopano il possibile 2-0 con una spaccata di Ciofani che termina sul fondo dopo l'affondo di Dionisi sulla sinistra. L'attaccante del Frosinone spreca una buona occasione anche in avvio ripresa, tentando di servire un compagno anziché concludere, e i padroni di casa ne pagano le conseguenze subendo al 10' il gol del pareggio con Gagliardini. Lo Spezia ci crede e continua a premere: Blanchard al 13' di testa non trova la porta, un minuto dopo Pigliacelli di piede salva i suoi sul tiro di Catellani. Sul fronte opposto è Dionisi l'ultimo a mollare con un paio di conclusioni insidiose. Nel finale entrambe le squadre, visibilmente stanche, non riescono a sferrare il colpo decisivo per portare a casa una vittoria che sarebbe stata molto importante.

LIVORNO-BRESCIA 4-2 - Il Livorno travolge il Brescia (4-2) nella sfida del 'Picchi' valida per la 23/a giornata di Serie B e tiene il passo delle prime della classe. La cura Gelain funziona per gli amaranto, alla seconda vittoria consecutiva. Ma a sbloccare il risultato, dopo soli sette minuti, sono le 'Rondinelle' con il gol di Corvia, imbeccato splendidamente in verticale da Caracciolo. Al quarto d'ora arriva la replica dei toscani, con Jelenic che anticipa di pallonetto Arcari: 1-1. Poco prima della mezz'ora, il Livorno si porta in avanti con un sinistro di Siligardi, servito da Vantaggiato. Nella ripresa, gli amaranto arrotondano il tabellino con Gonnelli, che insacca di testa sulla punizione di Emerson e timbra la sua prima rete in campionato (10'). Il Brescia però non ci sta e riapre il match, tre minuti dopo, con Sestu, che devia un diagonale 'sporco' di Caracciolo. La squadra di Giunta insiste ma all'ultimo minuto i padroni di casa mettono i tre punti in cassaforte con un bel sinistro dai venti metri di Djokovic, servito da Cutolo: è il gol del definitivo 4-2.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata