Serie B, Cagliari e Trapani guidano classifica terreni di gioco
I siciliani leader per i campi sintetici

Il miglior terreno di gioco della Serie B ConTe.it, naturale e sintetico. L'idea, approvata nell'ultima Assemblea della Lega B e mutuata dalle leghe francesi e inglesi, si trasforma in classifica: quella dopo le ultime due giornate di novembre vede il Cagliari in testa, seguito da Como, Spezia e Vicenza per i terreni naturali, o rinforzati; per quelli sintetici in cima c'è il Trapani che precede l'Entella. Due classifiche, distinte, che saranno aggiornate mensilmente e che prenderanno forma in maniera più compiuta dopo il mese di dicembre, quando saranno calcolati i voti di cinque turni.

 

Nella consapevolezza che ne guadagnerebbe lo spettacolo, la salute dei calciatori e le casse delle società, con un risparmio per ripristino e manutenzione, la Lega B ha deciso di istituire un sistema premiante per i migliori campi del campionato cadetto. Grazie al voto di calciatori, allenatori, arbitri, service tv e l'agronomo della Lega, con criteri da pessimo a ottimo, a fine stagione si assegneranno bonus economici ai tre migliori naturali, o rinforzati, e al miglior sintetico. Analogamente è prevista una decurtazione di proventi Lega per i tre peggiori terreni misti e per il sintetico meno performante: saranno reinvestiti nel miglioramento del campo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata