Serie B, Cagliari crolla a Brescia. Novara corsaro a Livorno, frena il Bari

Brescia, 28 nov. (LaPresse) - Clamoroso scivolone del Cagliari, travolto per 4-0 a Brescia nella 15/a giornata di Serie B. Nonostanta la sconfitta, la squadra di Rastelli resta comunque al comando della classifica con 32 punti ma vede il Crotone avvicinarsi a -1. Tre punti meritati per il Brescia, che sele a quota 23 punti in piena zona playoff. Dopo un primo tempo equilibrato e con tante occasioni da una parte e dall'altra, nella ripresa il Brescia rifila un poker di reti spettacolari. Sblocca il risultato l'eterno Caracciolo al 47' su assist di Geijo, raddopio al 57' di Kupisz abile a sfruttare in area un assist di Caracciolo. Con il Cagliari proteso in attacco alla ricerca del gol, il Brescia ne approfitta e al 78' va ancora iun gol con un sinistro micidiale di Embalo in contropiede. Nel finale ancora il polacco Kupisz firma il 4-0 defintivo che interrompe una serie di quattro successi di fila dei sardi. Da segnalare nel primo tempo un grave infortunio alla gabpa a Dessena.

LIVORNO-NOVARA 0-1

Prima amara per Bortolo Mutti sulla panchina del Livorno. I toscani, alla prima dopo l'esonero di Panucci, sono stati infatti sconfitti al Picchi in un match valido per la 15/a giornata di Serie B dal Novara per 1-0: decisiva al 43' la rete di Pablo Gonzalez. Con questo successo gli uomini di Baroni salgono a quota 25 punti al quinto posto, mentre il Livorno rimane fermo a 21 lunghezze. Nelle formazioni iniziali Mutti lancia in avanti il tandem Vantaggiato-Pasquato mentre nei piemontesi Faragò-Gonzalez-Singori supportano l'ex Avellino Galabinov. Al 6' subito palla gol per il Livorno con Moscati che si fa murare da Da Costa. Al 16' bravo Pinsoglio su Gonzalez, mentre nei minuti successivi a premere è il Livorno, che non sfrutta i sei angoli ottenuti. Al 43' passa però il Novara con Gonzalez, che sfrutta l'assist di Galabinov e punisce con un tocco sotto Pinsoglio. Nella ripresa dopo dieci minuti subito pericolosissimo Vantaggiato, che salta Troest e mette di poco a lato. Al 69' super Pinsoglio ipnotizza lo scatenato Gonzalez, fuggito in contropiede. Tre minuti dopo Mutti può recriminare per un caloroso palo di Fedato, che appena entrato colpisce il montante con una gran botta di sinistro. Negli ultimi minuti ancora sfortunati i toscani, con Da Costa che si supera su Vantaggiato da pochi passi. Tre punti importanti per il Novara, con il Livorno che esce sconfitto ma che meritava almeno il pari per le occasioni create.

TERNANA-VICENZA 2-0

Importante successo interno della Ternana nel 15/o turno di Serie B. Al Liberati contro il Vicenza finisce 2-0: in gol Ceravolo al 25' e Falletti al 51'. Con questo successo Breda sale a quota 16 punti (fuori dalla zona calda), mentre i veneti rimangono a quota 19 al 12/ posto. Nella formazioni iniziali i padroni di casa si schierano con il 4-2-3-1 con Furlan-Falletti-Ceravolo dietro al bomber Avenatti; Marino risponde con il tridente Giacomelli-Gatto-Galano nel suo consueto 4-3-3. Passano soli quattro minuti e la Ternana rischia subito si segnare con Valjent, che non riesce a bucare Vigorito da pochi passi. Molta pressione per i rossoverdi in avvio al 25' arriva il gol con Ceravolo che colpisce di testa su cross di Falletti. Al 45' si fa vedere il Vicenza, che con un gran sinistro dalla distanza sfiora la porta difesa da Mazzoni. Nella ripresa dopo sei minuti è 2-0 Ternana con Falletti che di destro batte Vigorito dop dribbling su Urso. Al 67'la Ternana sciupa un bel contropiede con Gondo, mentre due minuti dopo un timido Vicenza prova a scuotersi con un tiro al volo di Giacomelli che non inquadra la porta. Nel finale ancora Gondo pericoloso di testa, ma il punteggio non cambia. Periodo no per il Vicenza, che cade dopo due pari consecutivi e vede allontanarsi la zona playoff.

LANCIANO-LATINA 2-1

Il Lanciano supera 2-1 il Latina nella 15/a giornata di Serie B e torna e abbandona il penultimo posto in classifica occupato ora dall'Ascoli. Per il Latina, invece, un ko che rischia di risucchiarla nelle zone calde. Lanciano in vantaggio all'11' con Piccolo: il numero 10 di casa, da posizione defilata, supera Farelli con un destro che si infila nell'angolo vicino. Al 41' il pareggio del Latina: prima Farelli si oppone da campione al rasoterra di Paghera, poi Casadei non può nulla sul colpo di testa angolatissimo di Acosty su cross di Calderoni. Nel secondo tempo al 12' i nerazzurri si procurano un calcio di rigore (fallo di Pucino su Calderoni): Corvia, dagli undici metri, manda però alto. Al 24' il Lanciano resta in inferiorità numerica: doppio giallo per Di Cecco. Al 30' i rossoneri si riportano avanti con un calcio di rigore concesso dall'arbitro per un fallo di mano di Brosco e trasformato da Piccolo. Al 36' si ristabilisce la parità numerica: viene espulso Bruscagin per doppia ammonizione. Assalto finale del Latina, senza esito. Dopo 6 minuti di recupero al Biondi termina con la vittoria del Lanciano.

MODENA-ENTELLA 0-1

Pesante sconfitta interna per il Modena in un match valido per ila 15/a giornata di Serie A. Al Braglia passa la Virtus Entella di misura: decide un gol di Caputo al 79'. Seconda sconfitta consecutiva per Crespo (dopo il ko di Trapani) che rimane bloccato a 15 punti al 19/ posto, mentre i luguri respirano e salgono a quota 21 in zone tranquille di classifica. L'argentino sceglie di abbandonare la difesa a 3 e tornare alla linea a 4, con Stanco ad affiancare Granoche in avanti; alle spalle delle due punte del Modena agisce Belingheri. Nell'Entella 4-3-1-2 con Costa Ferreira a supporto di Caputo e Masucci. Nei primi minuti bel tiro di Sestu da fuori area, con i liguri che manovrano bene ma non riescono ad entrare in area. Al 13' Caputo stacca di testa ma non trova la porta, mentre al 16' ancora Sestu impegna Provedel da fuori area. Intorno alla mezz'ora esce il Modena, che prova a sfruttare in calci da fermo di Belingheri e la fisicità del 'Diablo' Granoche. Nella ripresa subito pericoloso Masucci, mentre al 51' Granoche non trova la porta dopo una grande incornata. Al 66' bell'azione di Caputo per Masucci, che controlla dal limite ma calcia alto. Al 76' ancora impreciso Granoche di sinistro, mentre a dieci dal termine arriva il gol partita con Caputo, che da pochi passi batte Provedel sfruttando l'assist di Costa Ferreira. Nel finale il Modena cerca il pari in maniera confusa e nonostante i traversoni avvelenati di Rubin il match termina con il successo dei liguri, reduci dal pari con il Lanciano.

AVELLINO-PERUGIA 1-2

Colpo grosso del Perugia, che si impone per 2-1 in rimonta sul campo dell'Avellino nella 15/a giornata di Serie B. I Grifoni si portano a quota 21 in classifica, mentre gli irpini rimediano la seconda sconfitta casalinga stagionale e restano fermi a 16 punti. Primo tempo di marca avellinese, i padroni di casa comandano il gioco e trovano il vantaggio al 36' con un bolido al volo dal limite dell'area. Nel secondo tempo in campo c'è però solo il Perugia. Gli umbri trovano il pareggio al 49' con Di Carmine su assist di Del Prete. L'Avellino accusa il colpo e al 65' subisce la clamorosa rimonta del Perugia con Parigini che da posizione defilata firma il gol del 2-1. Inutile l'assalto finale dell'Avellino che, anche in pieno recupera rischia di subire anche il terzo gol con Parigini che colpisce la traversa.

COMO-BARI 1-1

Finisce 1-1 tra Como e Bari in un match valido per il 15/o turno di Serie B. Al Sinigaglia succede tutto nella ripresa: apre Ganz al 54', replica De Luca al 70'. Pugliesi terzi a 29 punti, lariani sempre ultimi con sole nove lunghezze. Nelle formazioni iniziali Festa lancia il tridente Ebagua-Ganz-Ambrosini, mentre Nicola risponde con un 4-3-3 dove Maniero è supportato da Rosina e De Luca. Nei primi minuti nessuna occasione da gol, in una gara nervosa: al 30' Como pericolo con Giosa, che calcia a lato. Al 39' si sveglia il bari con De Luca (tiro da lontano largo), mentre al 45' Scuffet blocca un colpo di testa centrale di Maniero. Nella ripresa esulta Ganz, al 54' , insaccando un cross di Jakimovsky. Nel Bari entra Boateng, ma al 63' Jakimovsky spreca l'occasione per il raddoppio. Senza preavviso arriva il pari pugliese a venti dal termine con De Luca che sfrutta un errore di Scuffet. E all'80 il Bari potrebbe trovare i tre punti, ma Maniero segna in offside dopo una bomba di Boateng murata dal portiere lariano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata