Serie A, volano Lazio e Napoli ko Fiorentina e Roma

Torino, 13 gen. (LaPresse) - E' la Lazio di Petkovic la vera antagonista della Juventus. Contro l'Atalanta la formazione biancoceleste incamera la quarta vittoria di fila portandosi a sole tre lunghezze dalla capolista Juventus, bloccata sul pareggio a Parma. Finisce 2-0 grazie alla rete di Floccari al 68' ed all'autogol di Brivio al 77'. In occasione del primo gol grandi proteste da parte degli orobici per un controllo di mano dello stesso autore del gol. Nel finale la Lazio potrebbe triplicare ma la traversa respinge una bella punizione di Hernanes a Consigli battuto. L'Atalanta finisce in dieci per l'espulsione di Carmona.

Domenica da incorniciare anche per il Napoli. Al San Paolo la squadra di Mazzarri supera con un secco 3-0 il Palermo confermandosi terza forza del campionato. I rosanero, al terzo ko di fila, restano invece inchiodati al penultimo posto in graduatoria. Apre le marcature Maggio con un colpo di testa al 29' su cross di Hamsik. Il raddoppio giunge al 34' con una bella conclusione dalla distanza di Inler. Nella ripresa c'è gloria anche per l'idolo di casa Insigne che chiude definitivamente la gara al 73' su suggerimento di Cavani.

Cade invece ad Udine la Fiorentina di Vincenzo Montella. I gigliati, che per la prima volta in stagione subiscono due ko consecutivi, si inchinano 3-1 ad una pimpante Udinese che prosegue così la sua serie di risultati utili consecutivi. Ad andare in vantaggio però sono proprio i toscani al 20' con un colpo di testa di Gonzalo Rodriguez su punizione di Borja Valero che sbatte sulla traversa e poi carambola sul portiere di casa Brkic per il più classico degli autogol. Al 45' però arriva il pareggio friulano: fallo in area di Migliaccio su Domizzi e rigore trasformato dal solito Di Natale. Nella ripresa si scatena l'Udinese. Al 65' Lazzari lancia Di Natale in posizione dubbia ed il capitano supera Neto con un preciso destro, due minuti dopo arriva anche la rete di Muriel. Sul tiro dalla distanza del sudamericano pesa però la grave indecisione del portiere toscano. Al fischio finale scintille e discussione, accesa ma corretta, fra Montella e Guidolin.

Secondo ko di fila pure per la Roma. I giallorossi, con De Rossi in panchina per scelta tecnica e Totti acciaccato a fargli compagnia, cade 1-0 a Catania. I giallorossi sprecano tanto nel primo tempo, specie con Destro, e vengono puniti al 63'da Gomez che supera Goicoechea in uscita su millimetrico assist di Bergessio. Per gli etnei è il ritorno alla vittoria dopo aver racimolato un punto negli ultimi due turni.

In chiave salvezza infine fondamentale vittoria del Cagliari. Ad 'Is Arenas' la squadra sarda stoppa la serie di sei sconfitte consecutive superando 2-1 in rimonta il Genoa e scavalcandolo così in classifica. Succede tutto nella ripresa. Vantaggio ospite al 48'con Pisano, pareggio di Sau al 55' e rete decisiva di testa di Daniele Conti all'83'. Il Genoa finisce anche in dieci per l'espulsione di Seymour.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata