Serie A, tutto facile per la Roma: Destro e Bastos piegano il Sassuolo, 2-0 al 'Mapei Stadium'

Reggio Emilia, 30 mar. (LaPresse) - Quarta vittoria consecutiva e quarta rete in quattro partite per Mattia Destro, che trascina la Roma al successo per 2-0 contro il Sassuolo nell'incontro valido per la 31/a giornata di Serie A. I giallorossi potranno così 'gustarsi' nel migliore dei modi la sfida di questa sera tra Napoli e Juventus. In ogni caso infatti la squadra di Garcia guadagnerà punti su una delle due rivali, mettendo il sigillo sul secondo posto oppure tornando in corsa per lo scudetto, soprattutto in caso di nuovo successo nel recupero con il Parma. Non si ferma invece la crisi del Sassuolo, al terzo ko consecutivo e in difficoltà anche sul piano del gioco oltre che di risultati. La salvezza in questo momento per i neroverdi è distante cinque punti.

Gli ospiti partono subito forte con l'idea di dimostare la disparità tecnica e fisica tra le due formazioni. Garcia fa rifiatare Totti mandando in campo Florenzi accanto a Gervinho e Destro. In difesa al posto dell'influenzato Maicon c'è Torosidis, dal lato opposto Romagnoli viene preferito a Dodò. Già dopo pochi secondi Mendes evita un potenziale pericolo deviando provvidenzialmente un cross di Florenzi dalla destra ed evitando l'intervento in corsa di Destro. L'ex centravanti del Siena è in palla fin da subito e un minuto dopo ci prova di testa, sempre su cross di Florenzi, mandando di poco alto sopra la traversa. I neroverdi vanno vicini al gol con Cannavaro sugli sviluppi di un corner al 12', ma il rasoterra del difensore viene respinto da De Rossi, con De Sanctis che probabilmente sarebbe stato battuto. I giallorossi continuano a premere con un pressing asfissiante che manda in tilt i padroni di casa. In una di queste azioni Nainggolan sottrae palle a Missiroli e serve subito Destro, libero di entrare in area e di trafiggere Pegolo con un colpo sotto, per il vantaggio della Roma. La squadra di Di Francesco prova a reagire con qualche iniziativa estemporanea di Sansone, che però non viene assistito a dovere dai compagni. Al 38' però l'ex attaccante del Parma viene atterrato in area da Benatia. Rizzoli inizialmente concede il rigore ma dopo essersi consultato con l'assistente di porta torna sui suoi passi tra le proteste del pubblico di casa.

Nella ripresa l'undici di Garcia cerca ad addormentare la partita, sfiorando anche il raddoppio in un paio di occasioni prima con un incursione di Destro poi con un bolide di destro di Florenzi, che Pegolo respinge di pugno. Di Francesco tenta il tutto per tutto inserendo anche la quarta punta, Zaza, al posto di Biondini, ma il Sassuolo fatica a rendersi pericoloso dalle parti di De Sanctis. Ci prova ancora una volta Sansone con un'azione personale al 30', poi è Berardi a calciare alto al 36' sul servizio di Zaza. Nel finale, con la squadra emiliana fortemente sbilanciata, prima Florenzi con un diagonale sfiora il palo alla destra di Pegolo, poi è Bastos a calare il sigillo finale in pieno recupero con un diagonale di sinistro su assist del neoentrato Totti dopo una palla recuperata da Taddei a centrocampo su Mendes.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata