Serie A, spettacolo a Marassi: Genoa-Palermo 1-1, Antonelli replica a magia Dybala

Genova, 24 nov. (LaPresse) - Non lotteranno per lo scudetto ma è un pareggio divertente quello tra Genoa e Palermo (1-1), nel posticipo della 12/a giornata di Serie A. Entrambe le squadre, seppur con obiettivi di classifica diversi, danno vita a una partita gradevole disputata su ritmi elevati e contraddistinta da giocate sontuose da parte dei protagonisti in campo, su tutti Dybala tra i rosanero e Perotti tra i rossoblu, confermando l'ottimo stato di forma che avevano già mostrato prima della sosta L'undici di Gasperini manca l'aggancio al terzo posto del Napoli ma prosegue nella sua striscia positiva, che dura da sette partite, salendo al quinto posto i solitaria. La squadra di Iachini invece ottiene un punto prezioso in chiave salvezza e centra il quarto risultato utile consecutivo. Pronti-via e gli ospiti si portano in vantaggio al 7' con una 'gemma' di Dybala, che da posizione defilata rientra con il sinistro e fa partire un tiro a giro all'incrocio che finisce in rete. Con il passare dei minuti i padroni di casa crescono ma al 27' Perin compie un doppio intervento prima su Lazaar poi sul tapin di Dybala. Alla prima vera occasione il Genoa trova il pareggio con un tiro dal limite dell'area di Bertolacci, 'sporcato' da una deviazione decisiva di Antonelli. Due minuti dopo i liguri sfiorano un clamoroso uno-due ma Antonelli si fa murare da due passi da Sorrentino dopo il bel passaggio smarcante di Iago Falquè. La gara vive di continui sussulti e al 35' Dybala dopo uno splendido controllo al volo fa fuori la difesa rossoblu e si presenta davanti a Perin, che riesce a smanacciare il suo pallonetto.

In avvio di ripresa Gasperini aumenta il peso specifico dell'attacco inserendo una punta vera come Pinilla al posto di Iago. Come nel primo tempo, è il Genoa a fare maggioramente la partita, con il Palermo che va a folate ed agisce per lo più in contropiede basandosi sulla tecnica e sulla velocità di Dybala e Vazquez. Proprio quest'ultimo al 14' fa partire un bolide dal limite dell'area che colpisce in pieno il palo a Perin battuto. Il tecnico del Genoa torna poco dopo sui suoi passi togliendo uno spento Matri e inserendo una nuova punta esterna, Fetfatzidis, all'esordio stagionale. Lazaar con una bella chiusura al 17' su Perotti evita guai peggiori a Sorrentino, dalla parte opposta invece un altro strepitoso intervento di Perin al 23' sul colpo di testa in tuffo del neoentrato Quaison nega il raddoppio agli ospiti. Il Palermo continua a crederci e ancora Vazquez di testa su cross di Barreto al 27' manca di poco lo speccio della porta. Nel finale torna a farsi pressante la spinta del Genoa che manca un gol a porta vuota di testa con Pinilla al 31' e in pieno recupero sfiora il gol vittoria prima con Kucka poi di testa con Perotti.

GENOA-PALERMO 1-1

RETI: pt 7' Dybala (P), 30' Bertolacci (G).

GENOA: Perin; Roncaglia, Burdisso, Marchese; Edenilson, Greco, Bertolacci (33' st Kucka), Antonelli; Iago Falque (1' st Perotti), Matri (15' st Fetfatzidis), Perotti. A disp. Lamanna, Sommariva, Antonini, Izzo, Lestienne, Mandragora, Rosi, Mussis. All. Gasperini.

PALERMO: Sorrentino; Munoz, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Barreto, Maresca (44' st Ngoyi), Chochev (21' st Quaison), Lazaar; Vazquez (38' st Belotti), Dybala. A disp. Ujkani, Vitiello, Pisano, Joao Silva, Emerson, Della Rocca, Terzi, Feddal, Daprelà. All. Iachini.

ARBITRO: Fabbri.

NOTE: ammoniti Roncaglia e Greco (G).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata