Serie A, Roma rialza testa a metà: Sampdoria la ferma sullo 0-0, Mihajlovic resta imbattuto

Genova, 25 ott. (LaPresse) - La Roma rialza la testa a metà. Dopo la serata da incubo in Champions League, segnata indelebilmente dalle sette reti incassate dal Bayern Monaco, la squadra di Garcia si rituffa in campionato pareggiando 0-0 in casa della Sampdoria, forse il peggior avversario che i giallorossi potevano affrontare in campionato. Un risultato, maturato al termine di un match intensissimo ma con poche vere emozioni, che conferma il momento non esaltante di Totti e compagni, al primo pari in campionato e ribadisce la solidità dei blucerchiati di Mihajlovic, che restano imbattuti. Il punto permette alla Roma di agganciare a quota 19 la Juventus, domani attesa dal Palermo e alla Sampdoria di salire a 16. Il patron blucerchiato Ferrero non ha visto la sua formazione segnare tre gol come aveva pronosticato ma ha comunque buoni motivi per sorridere: l'ultima volta che la Samp aveva ottenuto otto gare senza sconfitte risale alla stagione 1990-91, quella dello scudetto.

Primo tempo senza troppi squilli e giocato a ritmi non eccessivi: le due squadre si temono e prediligono la fase di attesa. Le difese stanno molto attente a non scoprirsi, i giallorossi si affidano al possesso palla. Il risultato è che gli unici due pericoli degni di tale nome li crea Gervinho alla mezz'ora. Sul lancio impeccabile di Astori, l'ivoriano scatta in profondità, supera Romero e prova il sinistro, respinto da Gastaldello. La palla tornata al giallorosso che scarica in porta dalla linea di fondo ma la palla incoccia il palo. Lo stesso attaccante si rende nuovamente minaccioso poco dopo tentando il mancino che però non inquadra lo specchio. In apertura di ripresa, subito fiammata del solito Gervinho che vede il suo destro respinto da Romero. La Sampdoria vede invece annullata una rete a Gabbiadini, per netto fuorigioco. Ci prova quindi Ljajic, che si libera e scarica il sinistro: Romero blocca.

Rispondono i blucerchiati con un bell'inserimento di Soriano, murato da Yanga-Mbiwa. De Sanctis è attento poi sul tentativo di destro di Gabbiadini. Samp molto più minacciosi al 25', quando sulla punizione di Gabbiadini Okaka, completamente solo in area, da un passo spara alle stelle. Garcia prova a scuotere i suoi richiamando Ljajic e gettando nella mischia Pjanic. Ma è ancora la squadra di casa a sfiorare il vantaggio con una situazione analoga alla precedente: stavolta è Gastaldello a mancare la deviazione vincente. Tocca poi a Totti lasciare il campo, rilevato da Destro. Sulla strada della Roma, però, c'è un super Romero: il portiere argentino compie un autentico miracolo sulla deviazione aerea di Florenzi su cross di Torosidis. Nemmeno l'ingresso di Iturbe per Florenzi cambia le sorti della gara, così come le staffette Eder-Rizzo e Gabbiadini-Bergessio nelle file blucerchiate. Vincono le difese.

SAMPDORIA-ROMA 0-0

Sampdoria: Romero; De Silvestri, Gastaldello, Romagnoli, Regini (24' st Mesbah); Soriano, Palombo, Obiang; Gabbiadini (41' st Bergessio), Okaka, Eder (38' st Rizzo). A disposizione: Da Costa, Massolo, Fornasier, Duncan, Marchionni, Sansone, Fedato, Wszolek. All. Mihajlovic.

Roma: De Sanctis; Torosidis, Astori, Yanga-Mbiwa, Holebas; Florenzi (38' st Iturbe), De Rossi, Nainggolan; Gervinho, Totti (33' st Destro), Ljajic (26' st Pjanic). A disposizione: Skorupski, Lobont, Cole, Calabresi, Emanuelson, Somma, Paredes, Ucan, Sanabria. All. Garcia.

Arbitro: Rizzoli.

Note. Ammoniti: Soriano, Palombo (S), De Rossi, Astori, Holebas (R).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata