Serie A, Roma non sa più vincere: Empoli la ferma sull'1-1, Juventus può scappare

Roma, 31 gen. (LaPresse) - La Roma incassa l'ennesimo pareggio e rischia di vedere fuggire la Juventus. Nel secondo anticipo della 21/a giornata di Serie A, i giallorossi si infrangono all'Olimpico contro un ottimo Empoli. Un'altra prova non esaltante per la squadra di Rudi Garcia, che va in svantaggio con il rigore di Maccarone ed è costretta, ancora una volta, ad inseguire. Nella ripresa la rete di Maicon, con le due squadre in dieci uomini per le espulsioni di Saponara e Manolas, pareggia i conti ma nel resto della frazione non si vede la squadra grintosa e determinata della prima parte di stagione. Anche sfortunata la squadra capitolina, costretta a fare a meno nel primo tempo di uno degli uomini più in forma, Iturbe. Grandi meriti vanno, ovviamente, alla squadra di Sarri che combatte alla pari con i padroni di casa. Quarto pareggio consecutivo per i giallorossi che salgono a 43 punti: la distanza dalla Juventus capolista è di 6 punti ma domani in caso di vittoria ad Udine i bianconeri di Allegri possono allungare. Punto preziosissimo per i toscani, che raggiungono quota 20 ed agganciano l'Atalanta.

- La prima Roma del dopo-Destro conferma in avanti il tridente Iturbe-Totti-Ljajic, in attesa del nuovo acquisto Doumbia e del ritorno di Gervinho. Nel centrocampo organo di Strootman e De Rossi Garcia recupera Keita, mentre in difesa di rivede Maicon. Nelle file dell'Empoli, Maccarone vince il ballottaggio con Mchedlidze e supporta in avanti Maccarone e Pucciarelli. Dietro, Barba prende il posto di Tonelli che non ce la fa a recuperare. Holebas prova subito a spaventare i toscani con un destro da fuori area, senza esito. La Roma però fatica ad impostare una manovra efficace: l'Empoli è attentissimo a chiudere tutti gli spazi. Ci prova quindi Iturbe, con uno spunto personale: l'ex Verona se ne va in progressione, scarica il sinistro dal limite ma non inquadra la porta. Proprio l'attaccante è costretto, al 25', ad alzare bandiera bianca per un problema al ginocchio destro: dentro Florenzi. Il nuovo entrato, smarcato da Ljajic, si mette subito in mostra con un destro da distanza ravvicinata: Rugani mette in angolo. L'Empoli contiene le iniziative dei giallorossi senza troppi affanni e, addirittura, passa in vantaggio: Saponara viene atterrato in area da Manolas, per Russo è rigore ed espulsione del greco. Dal dischetto, Saponara è impeccabile: 0-1 al 38'. E' Totti il 'sacrificato' di Garcia: il capitano esce per far posto ad Astori. Strada in salita per la squadra di Garcia, ma prima dell'intervallo si ristabilisce perlomeno la parità numerica: Russo vede un fallo di mano di Saponara, per il trequartista è la seconda ammonizione: rosso ed Empoli in dieci. Episodio da rivedere.

Garcia sa che per rimontare l'Empoli ci vuole molto di più e si fa sentire negli spogliatoi. Si va alla ripresa: Nainggolan carica il destro con palla che esce alla destra della porta di Sepe. A servire il belga è Maicon, che poco dopo pareggia i conti: il brasiliano viene pescato sulla destra da Pjanic, il suo sinistro non lascia scampo a Sepe: 1-1 al 13'. Lo stesso portiere dei toscani qualche minuto dopo è attento sul destro dalla distanza scagliato da Ljajic e sulla girata di Nainggolan sul cross di Holebas. Roma pericolosissima al 17': sull'angolo di Pjanic, Astori salta più in alto di tutti ma la palla si stampa sulla traversa. Decisamente, quella di Garcia è un'altra squadra rispetto allo scialbo primo tempo. Pecca di nervosismo, invece, sulla panchina dell'Empoli Sarri che protesta eccessivamente per un presunto colpo proibito di Pjanic su Rui, non visto dall'arbitro. Il tecnico viene allontanato. In campo, si fa sentire la pressione giallorossa: gran cavalcata di Holebas, che parte dalla propria e si conclude con un destro che si spegne alla destra di Sepe. L'Empoli però c'è e si fa vedere con una conclusione di Zielinski: nessun pericolo per De Sanctis. I toscani però iniziano ad avvertire la stanchezza, visto il grande sforzo del primo tempo. Altro tiro da fuori, stavolta tentato da Florenzi: la palla si spegne oltre la traversa. L'ultimo cambio di Garcia è la staffetta Maicon-Verde, Florenzi arretra a fare il terzino. Gli ultimi tentativi giallorossi, poco incisivi, non recano danni alla porta di Sepe. La Roma si affida ancora dalle conclusioni dalla distanza: stavolta il tentativo è di Nainggolan, dai 25 metri. L'ultimo brivido lo crea Florenzi, che interviene sul cross di Holebas ma viene chiuso dal grande intervento di Mchedlidze. Finisce con un giusto pareggio, che però il pubblico dell'Olimpico, visti i fischi, non accoglie con favore. Cercasi scossa disperatamente. Per l'Empoli, invece, tanti e meritati applausi.

ROMA-EMPOLI 1-1

Marcatori: 39' rig. Maccarone (E), 12' st Maicon (R).

Roma: De Sanctis; Maicon (37' st Verde), Yanga Mbiwa, Manolas, Holebas; Pjanic, Keita, Nainggolan; Iturbe (25' Florenzi), Totti (40' Astori), Ljajic. A disp. Skorupski, Torosidis, Paredes, Pellegrini, Ucan, Somma, Cole, Vestenicky. All. Garcia.

Empoli: Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Croce, Valdifiori (39' st Signorelli), Vecino; Saponara; Pucciarelli (28' st Mchedlidze), Maccarone (13' st Zielinski). A disp. Bassi, Pugliesi, Laurini, Verdi, Brillante, Tavano. All. Sarri.

Arbitro: Russo.

Note. Ammoniti: Florenzi, Astori, Nainggolan (R); Croce, Valdifiori (E). Espulso al 37' pt Manolas (R) e al 48' pt Saponara (E).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata