Serie A, risorge la Roma di Zeman: poker servito al Palermo

Roma, 4 nov. (LaPresse) - Dopo due sconfitte consecutive la Roma ritrova la vittoria e il sorriso travolgendo il Palermo 4-1 all'Olimpico. La panchina di Zdenek Zeman si rinsalda e il tecnico boemo può arrivare con più serenità al derby contro la Lazio. Per il Palermo di Gasperini, primo ko dopo cinque risultati utili consecutivi con 4 pareggi e una vittoria. Prima del match i tifosi della Roma avvertono Zeman e i giocatori con uno striscione in cui si legge che "la pazienza durerà fino al derby". La risposta è stata perentoria, con un grande Totti che si è preso sulle spalle la squadra fin dall'inzio trascinandola alla vittoria.

E' proprio il capitano a sbloccare il risultato all'11', ribadendo in rete un suo precedente colpo di testa su cross di Piris respinto da Ujkani. Per Totti è il gol numero 219 in Serie A, -6 dal secondo di tutti i tempi Gunnar Nordahl. Gli uomini di Gasperini si rendono pericolosi solo su due calci d'angolo battuti direttamente in porta da Miccoli, per il resto c'è solo la squadra di Zeman più attenta del solito in fase difensiva. La Roma è travolgente e al 31' arriva il raddoppio con Osvaldo, abile ad approfittare di un clamoroso malinteso tra Munoz e Ujkani che gli lasciano via libera verso il 2- 0. Prima dell'intervallo Totti sfiora la doppietta con un gran destro al volo che esce di poco a lato alla sinistra di Ujkani.

Nella ripresa è ancora Roma show. Al 58' Osvaldo sfiora il tris, calciando di poco a lato dopo essere stato messo davanti al portiere da un assist chirurgico di Totti. Ancora il capitano al 65' smarca Balzaretti sulla sinistra davanti a Ujkani, diagonale potente respinto però dal portiere rosanero. Il gol è nell'aria e arriva al 69': ancora l'inesauribile Totti dà il via all'azione servendo Tachtsidis, il greco entra in area e serve sul secondo palo Lamela che deve solo appoggiare in rete per il 3-0. Alla mezzora Zeman concede la meritata standing ovation a Totti e rispolvera Mattia Destro. L'attaccante, pezzo pregiato del mercato estivo, paga la voglia di strafare e il nervosismo in poco più di cinque minuti. All'84', l'ex interista, sfrutta un assist di Lamela per il gol del 4-0: la gioia del gol è talmente tanta che si toglie la maglietta per esultare, non ricordando di essere già ammonito. Inevitabile il secondo giallo e l'espulsione che gli farà saltare il derby.

Nel finale il Palermo trova il gol della bandiera con il redivivo Ilicic, che approfitta di un rimpallo in area tra Miccoli e Burdisso scaricando di rabbia un sinistro alle spalle di Goigoechea. Proprio il portiere uruguaiano è una delle note liete per Zeman. Impegnato poco si è rivelato sempre attento e preciso negli interventi. Tre punti importanti per la Roma, ora sesta in campionato a soli due punti dai cugini laziali. Il derby del prossimo weekend sarà un crocevia importante per le due squadre, con la Lazio partita bene e ora reduce da una serie di risultati deludenti. Come sempre sarà una settimana di grande attesa e tensione nella Capitale, il derby è il derby.

Roma-Palermo 4-1

Reti: 11' Totti, 31' Osvaldo, 69' Lamela, 79' Destro, 84' Ilicic.

Roma: Goichoechea, Piris, Marquinhos, Burdisso, Balzaretti, Bradley, Tactshidis, Florenzi (73' Marquinho), Lamela (82' Pjanic), Osvaldo, Totti (75' Destro). All: Zeman.

Palermo: Ujkani, Munoz, Von Bergen, Garcia, Morganella, Arevalo Rios, Kurtic (54' Ilicic), Barreto, Pisano (32' Bertolo), Brienza (71' Dybala), Miccoli. All: Gasperini.

Arbitro: De Marco.

Note: espulso all'80' Destro per doppia ammonizione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata