Serie A, rimonta miracolosa dell'Inter a Catania. Ok la Fiorentina

Torino, 3 mar. (LaPresse) - Con un incredibile rimonta nel secondo tempo l'Inter, guidata da un immenso Palacio, espugna per 3-2 il campo del Catania raggiungendo la Lazio al quarto posto in classifica ad un punto di distanza dal Milan terzo. Gara dai due volti quella giocata dalla squadra di Stramaccioni, scesa in campo con Rocchi unica punta supportato da Schelotto ed Alvarez. La prima frazione è tutta di marca etnea. I padroni di casa si portano avanti già al 7' con Bergessio che sfrutta un errore di Juan Jesus e batte Handanovic. Al 19' arriva il raddoppio grazie ad un preciso colpo di testa di Marchese su punizione battuta da Lodi. Dopo la pausa i nerazzurri si ripresentano in campo con Palacio e Stankovic in luogo di Rocchi e Kuzmanovic e la sfida cambia. Al 7' Palacio mette in mezzo per Alvarez che di testa accorcia le distanze poi l'ex attaccante del Genoa si mette in proprio superando praticamente da solo gli etnei. Al 25' pareggia i conti di testa su cross di Pereira poi al 45' termina l'impresa mettendo alla spalle di Andujar un assist di Cambiasso.

Sorride anche la Fiorentina. I toscani si mettono alle spalle il ko di Bologna superando per 2-1 il Chievo. Decide un gol in mischia al 33' della ripresa di Larrondo, il primo in maglia viola. La Fiorentina si era portata in vantaggio al 5' grazie ad una precisa punizione di Pasqual ma era stata raggiunta al 39' dai veneti in gol con Cofie. In ottica Champions la squadra di Montella è sesta in classifica a -3 dal Milan terzo.

Prosegue pure l'ottimo momento della Sampdoria targata Delio Rossi. I blucerchiati festeggiano la prima da presidente di Edoardo Garrone regolando per 1-0 il Parma. Decisiva la marcatura di Icardi al 13'della ripresa. L'argentino anticipa sul tempo di testa Mirante in uscita e deposita in rete.

Quarto successo casalingo consecutivo per la Samp. In zona salvezza invece vittoria di importanza capitale per l'Atalanta. I bergamaschi, dopo aver racimolato un punto nelle ultime tre partite, espugnano per 2-0 il campo del Siena. Decide una doppietta di Giacomo Bonaventura, un gol per tempo. Per i bianconeri invece la situazione ora è davvero complessa esattamente come quella del Pescara. Gli abruzzesi infatti, al terzo ko di fila, si inchinano in casa all'Udinese. Decisiva la rete all'8' del primo tempo del solito Di Natale, la numero 150 in maglia friulana.

Senza storia infine la gara fra Bologna, alla seconda vittoria di fila, e Cagliari. I padroni di casa archiviano la gara con un secco 3-0 onorando la memoria di Lucio Dalla, tifoso doc. Reti al 5' e 18' del primo tempo di Taider e Diamanti. Chiude Pasquato al 47' della ripresa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata