Serie A, rabbia Genoa: 1-1 con Empoli, ma è polemica sul gol di Tonelli

Genova, 20 ott. (LaPresse) - Nella prima gara a Genova dopo il disastro dell'alluvione il Genoa e l'Empoli si dividono la posta 1-1. L'ingresso nel riscaldamento di entrambe le squadre con le maglie 'Ancora una volta: non c'e' fango che tenga' e la commozione nel minuto di silenzio in memoria di Antonio Campanella, vittima dell'alluvione, sono la testimonianza di affetto delle squadre verso una città martoriata poi la formazione di Gasperini e quella di Sarri danno vita ad un match giocato a viso aperto da ambo le parti. Ne viene fuori un pareggio tutto sommato giusto che consente ad entrambe le formazioni di muovere la classifica anche se non mancano le proteste per il tocco di mano dell'empolese Tonelli che ha consentito ai toscani di portare a casa un punto prezioso dal 'Ferraris'.

Parte meglio l'Empoli. Al 7' i toscani andrebbero anche in vantaggio con Maccarone su angolo di Valdifiori. Tutto inutile perché Cervelleva aveva precedentemente fermato il gioco per segnalare un fallo da parte dei toscani. Ad aprire le marcature è così il Genoa con una prodezza di Bertolacci. Al 14' il fantasista scuola Roma batte Bassi con un perfetto sinistro di controbalzo su sponda di Matri che fa esplodere il tifo genoano. La formazione di Sarri comunque non si perde d'animo e gioca a viso aperto. L'occasione più ghiotta per il pareggio capita al 25' sui piedi di Pucciarrelli. L'empolese si presenta a tu per tu con Perin ma il suo diagonale sfiora soltanto il palo a portiere battuto. Il Genoa risponde con Matri. La deviazione di coscia del centravanti rossoblù su cross di Falqué non trova la porta.

La ripresa inizia male per il Genoa che perde Rincon causa infortunio. Al suo posto dentro Antonini. Sarri risponde con l'ingresso della seconda punta Tavano in luogo di Pucciarelli. Il nuovo entrato prova a impensiere Perin ma senza esito. Ben più pericoloso, dall'altra parte, il tentativo di Bertolacci al 21', dopo aver rubato palla a centrocampo, sul quale Bassi è bravo a rispondere presente salvando i suoi. Scampato il pericolo l'Empoli si getta avanti alla ricerca del pari. Zielinski spreca uno ghiotta occasione alla mezzora mentre fa meglio Tonelli qualche istante dopo. Su angolo di Valdifiori prolungato da Maccarone è proprio il difensore a mandare in rete il pallone con un tocco di petto, ma anche di braccio, fra le proteste dei rossoblù. La reazione genoana è veemente ma ci si mette la sfortuna a strozzare in gola l'urlo di gioia ai ragazzi di Gasperini quando al 36' su cross di Perotti la deviazione di Bassi finisce dritta su Rugani, il pallone colpisce il palo. E' l'ultimo squillo prima del triplce fischo finale che lascia il Grifone con l'amaro in bocca mentre gli ospiti possono sorridere. Il calcio giocato dai ragazzi di Sarri è piacevole e la strada intrapresa verso la salvezza sembra essere quella giusta.

GENOA-EMPOLI 1-1

Reti: 14' pt Bertolacci, 33' st Tonelli.

GENOA: Perin, De Maio, Burdisso, Marchese, Antonelli (34'st Greco), Edenilson, Falque (18'st Lestienne), Perotti, Matri, Rincon (8'st Antonini), Bertolacci. All: Gasperini. A disposizione: Lamanna, Sommariva, Izzo, Rosi, Mussis, Pinilla.

EMPOLI: Bassi; Mario Rui, Tonelli, Rugani, Hysaj; Croce, Valdifiori, Vecino; Verdi (24'st Zielinski); Pucciarelli (14'st Tavano), Maccarone (39'st Mchelidze). All: Sarri. A disposizione: Sepe, Pugliesi, Bianchetti, Perticone, Moro, Signorelli, Laxalt, Aguirre.

Arbitro: Cervellera di Taranto.

Note. Ammoniti: Antonini (G), Croce (E), Perotti (G), Bertolacci (G).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata