Serie A, Napoli frena ancora: a Livorno fatica e viene fermato sull'1-1

Livorno, 2 mar. (LaPresse) - Il Napoli conferma la sua 'allergia' alle piccole. Stavolta è il Livorno a fermare la squadra di Benitez: al 'Picchi' il posticipo delle 18.30 della 26/a giornata di Serie A finisce 1-1, con i partenopei che, orfani di Higuain e reduci dall'impegno in Europa League contro lo Swansea, faticano e non riescono ad approfittare del pari tra Roma ed Inter per accorciare la distanza dai giallorossi, sempre a +6. Per la formazione di Di Carlo, punto meritato e d'oro in chiave salvezza.

Nelle file dei partenopei Pandev prende il posto dello squalificato Higuain in attacco. A supporto del macedone, il trio Callejon-Hamsik-Mertens. A centrocampo, ad affiancare Jorginho, c'è Inler. Di Carlo preferisce invece iniziare con Belfodil partner di Paulinho, Emeghara si accomoda in panchina. Dopo dieci minuti gran brivido per il Livorno: nel tentativo di anticipare Hamsik, Mbaye svirgola la palla e sfiora il clamoroso autogol centrando la traversa. Ed è ancora il senegalese ad 'innescare' l'azione che porta al rigore fischiato al Napoli: un suo mancato intervento di testa favorisce Pandev, poi spinto da Ceccherini. Dal dischetto si presenta Mertens che spiazza Bardi per il vantaggio dei partenopei, più propositivi in una prima parte comunque equilibrata. La squadra di Benitez ha quindi l'occasione di raddoppiare su contropiede con Callejon, ma Bardi è reattivo e blocca in due tempi. A trovare la rete è però il Livorno, al 39': Mbaye si fa perdonare deviando di tacco il cross dalla sinistra di Mesbah, ma è decisivo il pasticcio di Reina che con la schiena spinge la palla nella sua rete. 1-1.

Nella ripresa i ritmi si alzano e gli amaranto spaventano il Napoli con un gran tiro di Paulinho: Reina stavolta è bravissimo. La risposta degli azzurri è nel velenoso destro di Mertens, che sfiora il palo alla sinistra di Bardi. Benitez rinforza l'attacco inserendo Insigne per uno spento Pandev e poi Zapata per Hamisk. Ma anche Di Carlo vuole giocarsi le sue chance e si affida ad Emeghara richiamando Belfodil. Nel finale, Zapata ha la grande opportunità per mettere la sua firma nella sfida ma manca la deviazione sottoporta sul cross di Mertens.

LIVORNO-NAPOLI 1-1

MARCATORI: 32' Mertens, 39' autogol Reina.

LIVORNO: Bardi; Ceccherini, Emerson, Coda; Mbaye, Benassi, Greco (37' st Duncan), Biagianti, Mesbah; Paulinho (45' st Castellini), Belfodil (32' st Emeghara). A disposizione: Anania, Aldegani, Rinaudo, Valentini, Gemiti, Piccini, Mosquera, Hernandez. All: Di Carlo.

NAPOLI: Reina; Maggio, Fernandez, Britos, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon, Hamsik (37' st Zapata), Mertens; Pandev (25' st Insigne). A disposizione: Contini, Colombo, Henrique, Reveillere, Radosevic, Behrami, Bariti, Dzemaili. All. Benitez.

ARBITRO: Mazzoleni.

NOTE. Ammoniti: Benassi, Mbaye (L), Britos, Maggio (N).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata