Serie A, Nainggolan stende Genoa a Marassi: Roma si porta a -1 dalla Juventus

Genova, 14 dic. (LaPresse/Italia Media) - Miglior maniera per reagire all'eliminazione dalla Champions non poteva trovarlo la Roma: vittoria a Marassi contro la rivelazione-Genoa e Juve a -1. Un successo (di misura) figlio della determinazione e della voglia di reagire dei giallorossi che non volevano e non potevano fallire quest'altra grande chances di riavvicinarsi ai bianconeri. Se la settimana scorsa il pari della Juve con la Fiorentina non era stato sfruttato, con la Roma bloccata in casa dal Sassuolo, stavolta gli sforzi della squadra di Garcia sono stati premiati anche se non è stata facile.

Nonostante la superiorità numerica dalla mezzora del primo tempo e con un rigore sbagliato sul groppone la Roma ha dovuto lottare per frenare l'orgoglio genoano ma alla fine ha conquistato tre punti pesantissimi che la rilanciano nella rincorsa allo scudetto. Dopo una netta supremazia territoriale con Gervinho particolarmente vivace, la svolta alla mezzora del primo tempo. Pjanic dal limite apre per Nainggolan: Perin lo falcia ed è rigore con tanto di espulsione per il portiere genoano. Dal dischetto va Ljaijc ma il debuttante Lamanna si esalta e devia il tiro dagli undici metri distendendosi sulla sinistra. La Roma accusa qualche minuto lo choc ma a riprenderla per i capelli è Nainggolan che al 40' su assist di Maicon si coordina ed al volo mette in mezza girata nell'angolino. Sull'episodio grava l'ombra di una simulazione non vista di Ljajic, costata a Gasperini l'espulsione per proteste nel sottopassaggio. La ripresa è a basso ritmo, la Roma cerca di gestire e di non rischiare, sbagliando però troppo sotto porta (con Ljajic e con Gervinho in particolare, croce e delizia dei giallorossi), mentre il Genoa non trova la chiave per rendersi pericoloso se non con qualche fiammata di Perotti, cui viene affiancato nei 20' finali Pinilla.

La gara si incattivisce nel finale col Genoa che perde un po' la testa per alcune decisioni arbitrali discusse e tutto fa il gioco della Roma che può controllare la gara e portare a casa il successo fallendo anche con Iturbe una clamorosa occasione per chiudere i giochi in anticipo. L'ultimo brivido proprio allo scadere quando viene annullato per fuorigioco il gol del pari a Rincon. Paura passata per la Roma e Genoa che si dispera.

GENOA-ROMA 0-1

Marcatore: 40' pt Nainggolan (Ro).

GENOA: Perin; Roncaglia, Burdisso, De Maio (Pinilla dal 24' st), Antonelli; Bertolacci, Rincon, Sturaro; Iago Falque (Lamanna dal 30' pt), Matri (Edenilson dal 1' st), Perotti. A disp.: Prisco, Izzo, Rosi, Marchese, Antonini, Greco, Mussis, Fetfatzidis, Lestienne. All. Gasperini.

ROMA: De Sanctis; Maicon, Astori, Yanga-Mbiwa, Cholevas; Pjanic, Keita, Nainggolan; Florenzi, Gervinho (Iturbe dal 38' st), Ljajic (Totti dal 31' st). A disp.: Curci, Lobont, Torosidis, Manolas, Cole, Emanuelson, Strootman, Paredes, Verde, Destro, Borriello. All. Garcia.

Arbitro: Banti di Livorno.

Note: Espulsi al 29' pt Perin (G) per fallo da ultimo uomo e nell'intervallo il tecnico Gasperini (G) per proteste, ammoniti Astori (Ro), Yanga-Mbiwa (Ro), Pinilla (G), Perotti (G), Pjanic (Ro).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata