Serie A: Magia Pjanic, Roma espugna Parma in extremis

Parma, 24 set. (LaPresse) - Un capolavoro su calcio piazzato di Miralem Pjanic a due minuti dal termine regala alla Roma la quarta vittoria in altrettante gare ed il primato in vetta alla classifica in coabitazione con i campioni d'Italia della Juventus. Nonostante le tante assenze la formazione di Garcia riesce ad espugnare anche il Tardini di Parma. Un risultato ottenuto con merito. Dopo un buon primo tempo, chiuso in vantaggio grazie al gol di Ljajic, i giallorossi non chiudono la gara e vengono momentaneamente raggiunti da De Ceglie. Con la forza propria della grandi squadre però Totti e soci vengono risvegliati dal cazzotto improvviso tornando a macinare gioco ed occasioni fino alla decisiva pennellata dell'artista bosniaco. La Roma inizia la gara prendendo subito in mano le operazioni. La formazione di Garcia controlla l'inerzia e colpisce alla prima vera occasione. E' il 27' quando Totti illumina per Ljajic. Il serbo fredda Mirante con un sinistro di controbalzo per il suo primo sigillo stagionale. Gli emiliani provano a reagire sfruttando i calci piazzati e su azione d'angolo De Sanctis risponde presente neutralizzando un colpo di testa di Felipe. Prima dell'intervallo la Roma avrebbe anche l'occasione per raddoppiare ma Gervinho non riesce ad agganciare un altro cioccolatino servitogli sul piatto d'argento da un ispirato Totti, poi ammonito per un tocco di mano a centrocampo.

Il Parma torna dagli spogliatoi con uno spirito decisamente più battagliero ed i risultati si vedono. Al 10' De Sanctis è bravo nel deviare in angolo una conclusione dalla distanza di Cassano e sul successivo corner arriva il pareggio dei Ducali. A siglarlo è De Ceglie con un colpo di testa che si insacca sotto la traversa. La Roma si affida a capitan Totti ma la sua conclusione di sinistro dal limite dell'area al 18' finisce di poco alta sopra la traversa. La squadra di Garcia si getta in avanti ed al 10' da termine ha un'occasione d'oro con Florenzi anticipato all'ultimo secondo in spaccata da Felipe. Con il passare dei minuti il Parma riesce a contenere gli attacchi ospiti ma deve arrendersi al colpo da campione di Miralem Pjanic. A soli due minuti dal termine il bosniaco sfrutta alla perfezione un calcio di posizione dal limite piazzando il pallone dove Mirante non può arrivare per la quarta vittoria consecutiva dei giallorossi. Aspettando lo scontro diretto la sfida a distanza con la Juve può continuare.

PARMA - ROMA 1-2


RETI: 27'pt Ljajic; st 12' De Ceglie (P), 43' Pjanic (R).

PARMA: Mirante; Pedro Mendes, Felipe, Lucarelli, De Ceglie (27' st Costa); Acquah, Lodi, Mauri (37' st Galloppa); Palladino (13' st Belfodil), Cassano, Gobbi. A disp.: Cordaz, Iacobucci, Ristovski, Rispoli, Jorquera, Coda, Ghezzal. All. Donadoni.

ROMA: De Sanctis; Torosidis (25' st Maicon), Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, Keita, Nainggolan; Gervinho, Totti (35' st Destro), Ljajic (28'st Florenzi). A disp. Skorupski, Lobont, Somma, Cole, Emanuelson, Paredes, Sanabria. All. Garcia.

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Note: Ammoniti Acquah (P), Totti (R), Torosidis (R), Manolas (R), Lodi (P).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata