Serie A, Llorente-Tevez stendono un buon Milan: 0-2, Juventus vola a +11 sulla Roma

Milano, 2 mar. (LaPresse) - Llorente-Tevez, sempre loro. La coppia d'oro ancora una volta fa volare la Juventus, che supera l'insidioso ostacolo San Siro battendo il Milan in uno dei due posticipi della 26/a giornata di Serie A. Contro un avversario generoso e apparso in crescita, i bianconeri di Conte soffrono ma risolvono a proprio favore la gara con le prodezze del 'Re Leone' e dell''Apache', le firme di una prestazione condotta con straordinaria concretezza. Tre punti pesantissimi che consentono di portare a +11 il vantaggio sulla Roma. In altre parole, è ormai fuga scudetto nonostante i giallorossi sono ancora in debito del recupero contro il Parma. A Seedorf resta l'amaro in bocca visto l'ottimo primo tempo giocato dalla sua squadra.

Abate terzino destro è l'unica novità dello schieramento scelto da Seedorf. Per il resto undici confermato con Pazzini chiamato a fare le veci dell'acciaccato Balotelli nell'attacco supportato da Kakà e Taraabt. In difesa, al centro della difesa torna Bonera. Nelle file dei bianconeri, Conte opta per Caceres: l'uruguaiano affianca in difesa Barzagli e Bonucci, Chiellini in panchina. A centrocampo è Marchisio a sostituire lo squalificato Vidal, Asamoah è recuperato. In avanti, il collaudatissimo duo Tevez-Llorente. Nel primo tempo è un Milan decisamente propositivo. La prima palla gol comunque è della Juventus, con Abbiati chiamato d'istinto ad intervenire di ginocchio sul destro di Lichtsteiner. La risposta dei rossoneri è affidata a Pazzini, che tenta la deviazione sul cross di Abate senza però creare problemi a Buffon. Ancora Milan in evidenza a metà frazione con un doppio tentativo di Kakà, servito dalla sinistra da Taarabt: il brasiliano prima trova l'opposizione di Buffon, poi è Bonucci a salvare sulla linea i bianconeri. Grande brivido per Conte. La partita è godibilissima, le squadre giocano a viso aperto. I rossoneri insistono e mettono in difficoltà una Juventus che probabilmente deve ancora smaltire le tossine europee. Poli ci prova con una conclusione dal limite che si spegne sopra la traversa. Ancora il centrocampista rossonero, sugli sviluppi di una respinta di Buffon sul destro di Kakà, prova da posizione angolata a ribadire in rete, senza trovare la porta. A gelare le speranza di un ottimo Milan, prima dell'intervallo, arriva la zampata letale di Llorente, al termine di un'azione perfetta: servito dal fondo da Lichsteiner, a sua volta innescato da Tevez, lo spagnolo è implacabile ad insaccare per il vantaggio juventino.

Il Milan non si abbatte e ad inizio ripresa sfiora il pari ancora una volta con Poli, che prova la torsione sul cross dalla sinistra di Kakà ma senza esito. Lo stesso ex giocatore della Sampdoria è costretto a lasciare anzitempo il campo per una botta allo zigomo, frutto di uno scontro con Caceres: dentro Saponara. Ma la reazione rossonera, generosa, niente può contro la potenza di Carlos Tevez. L'argentino mette la sua firma, pesantissima, nel match scaricando dai 25 metri il violentissimo destro che picchia sulla traversa e si insacca per il 2-0 bianconero. La mossa di Seedorf si chiama Honda: fuori Montolivo. Poi è il turno di Robinho, dentro al posto di Taarabt. L'orgoglio di Emanuelson produce un sinistro che crea qualche grattacapo a Buffon, ma la squadra di Seedorf è ormai rassegnata. La Juventus ha ormai la partita saldamente in pugno, tanto che nel finale potrebbe dilagare con Pirlo, che tocca la parte alta della traversa su punizione, e Pogba che recupera la sfera sulla trequarti colpendo poi il palo con un gran destro rasoterra dai 25 metri. Un legno anche all'attivo del Milan, con la traversa centrata dal destro da due passi di Robinho sul traversone di Saponara.

MILAN-JUVENTUS 0-2

Marcatori: 44' Llorente, 23' st Tevez.

Milan: Abbiati; Abate, Rami, Bonera, Emanuelson; De Jong, Montolivo (26' st Honda); Taarabt (30' st Robinho), Poli (8' st Saponara), Kakà; Pazzini. A disposizione: Amelia, Gabriel, Mexes, Zapata, De Sciglio, Zaccardo, Constant, Essien, Birsa, Petagna. All. Seedorf.

Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner (38' st Padoin), Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (47' st Giovinco), Lllorente (45' st Osvaldo). A disposizione: Storari, Rubinho, Peluso, Chiellini, Ogbonna, Isla, Quagliarella. All. Conte.

Arbitro: Guida.

Note. Ammoniti: Marchisio, Pirlo (J), Bonera (M).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata