Serie A, la Juve vince il derby nel finale. Un punto e sarà scudetto

Torino, 28 apr. (LaPresse) - All'ultimo respiro. La Juventus fa suo il derby contro il Toro negli ultimi quattro minuti, chiudendo nel migliore dei modi (2-0) una gara non certo spettacolare ma di grande intensità. Quando ormai il risultato sembrava incamminato sullo 0-0, il micidiale uno-due firmato da Vidal e Marchisio affonda i granata e apparecchia la festa per lo scudetto, ormai distante solo più un punto. Il Toro non riesce a riscattare il ko dell'andata e manca ancora una volta l'appuntamento con la vittoria nella stracittadina. E la squadra di Ventura adesso, complici le vittorie di Genoa e Palermo, deve guardarsi con attenzione alle spalle.

Le battute iniziali seguono le previsioni: possesso palla bianconero, Toro che attende sornione per colpire di rimessa. A complicare le cose, la pioggia che rende viscido il campo. La prima occasione è targata Juve. E' il 12' quando Pogba serve in verticale Vucinic, ma il destro del montenegrino a tu per tu con Gillet si spegne a lato. Cinque minuti dopo, bianconeri vicini al vantaggio: Gillet respinge su Vucinic, la palla arriva a Pogba che però a porta sguarnita trova Glik a salvare sulla linea. I granata provano ad alzare il baricentro ma non riescono ad imbastire azioni pericolose. Un minuto prima dell'intervallo, però, Buffon è chiamato alla gran risposta sulla conclusione di Santana: il portiere bianconero alza sulla traversa e le due squadre vanno al riposo con le reti inviolate. In apertura di ripresa, Vucinic spaventa i granata con un destro da fuori area: la palla, deviata da Basha, esce alla destra di Gillet (2'). Ma la squadra di Conte sembra faticare di più nella manovra, ora meno fluida. Ne risente lo spettacolo del match, dove non si segnalano altre emozioni di rilievo. Ventura prova a dare la scossa ai granata inserendo Meggiorini per Jonathas (22').

Alla mezz'ora, Conte risponde gettando nella mischia Caceres e Quagliarella, fuori Lichtsteiner e un poco brillante Vucinic. Tra i granata esce D'Ambrosio, stirato, ed entra Di Cesare. La gara si infiamma nel finale. Prima sfiora la rete il Toro, con un affondo di Cerci che mette in mezzo per Jonathas: il brasiliano, disturbato da Bonucci, non arriva sul pallone per un soffio (36'). Replicano quattro minuti dopo Pogba, che mette a lato da ottima posizione sul cross di Asamoah. Vidal, invece, è preciso quanto spietato. Quattro minuti al termine: il cileno controlla di petto e scarica un gran destro dai 20 metri che non lascia scampo a Gillet. Toro gelato. Altra tegola per i granata al 44', con l'espulsione di Glik, punito con il secondo giallo per una manata a Quagliarella. Come già accaduto all'andata, il difensore polacco chiude la gara in anticipo. Non è ancora finita, perché in pieno recupero, al 47', c'è gloria anche per Marchisio. Il 'Principino' è impeccabile nello sfruttare la sponda di Quagliarella sulla punizione di Pirlo. Ed è il 2-0, come il conto dei derby vinti dai bianconeri quest'anno.

TORINO - JUVENTUS 0-2

RETI: 40' st Vidal, 46' st Marchisio
TORINO: Gillet; D'Ambrosio (28' st Di Cesare), Glik, Ogbonna, Masiello; Basha, Gazzi; Cerci, Bianchi, Meggiorini (21' st Jonathas), Santana (37' st Birsa). A disp.: Coppola, Caceres, Rodriguez, Bakic, Menga, Brighi, Barreto. All.: Ventura.

JUVENTUS: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (28' st Caceres), Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah (45' st Peluso); Marchisio; Vucinic (28' st Quagliarella). A disp.: Storari, Rubinho, De Ceglie, Giovinco, Bendtner, Padoin, Giaccherini, Matri, Marrone. All.: Conte.

Arbitro: Bergonzi.

Note: espulso Glik al 44' st per doppia ammonizione. Ammoniti Lichtsteiner (J), Meggiorini (T), Masiello (T), Glik (T).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata