Serie A, l'Inter scaccia la crisi: Cassano e Milito stendono il Chievo

Milano, 10 feb. (LaPresse) - L'Inter ritrova la vittoria e scaccia la crisi. Il successo per 3-1 ai danni del Chievo nel posticipo della 24/a giornata, consente ai nerazzurri di scavalcare i cugini del Milan al quarto posto in classifica a -1 dalla Lazio. La lotta per la Champions League inizia ad entrare nel vivo. Torna Milito e l'Inter ritrova la vittoria. Il Principe si conferma un autentico talismano, con lui in campo i nerazzurri ritrovano confidenza e soprattutto i gol. Chievo che resta in partita per un tempo, dopo il vantaggio di Cassano, il pari di Luca Rigoni e il nuovo vantaggio interista con Ranocchia. Nella ripresa il 3-1 di Milito taglia le gambe ai ragazzi di Corini che non riescono più a reagire e rischiano anzi l'imbarcata.

Stramaccioni dopo mesi di 3-5-2 cambia modulo e torna al 4-3-3 con il tridente Milito-Cassano-Palacio, supportati dal trio Gargano-Kuzmanovic-Cambiasso. Non c'è il baby gioiello Kovacic, fermato da un problema alla cavigilia. Pronti via e la partita si sblocca al 2' con Cassano che di controbalzo, su respinta di Thereau, sorprende Puggioni forse ancora con la testa negli spogliatoi. Colpita a freddo il Chievo reagisce e al 12' sfiora il pari con un colpo di testa di Acerbi di un soffio a lato. Dopo una fase di predominio, al 21' arriva meritato il pareggio del Chievo: inserimento perfetto di Luca Rigoni che tutto solo in area, perso da Gargano, di testa supera Handanovic su cross dalla sinistra di Jokic. La partita si infiamma, al 25' miracolo di Puggioni su Cambiasso di piede. Sul calcio d'angolo successivo, Ranocchia svetta più in alto di tutti e infila il gol del 2-1. Inter che chiude la prima frazione in attacco e con un palo clamoroso colpito al 36' da Gargano su punizione.

La ripresa si apre subito con il terzo gol dell'Inter, che di fatto chiude la partita. Al 50' Cambiasso, ai 16 metri, appoggia al centro dell'area per Milito che stoppa e di destro infila Puggioni in diagonale. Per il Chievo è una mazzata, la squadra di Corini di fatto non riesce più a reagire. Stramaccioni dopo una ventina di minuti toglie l'esausto Milito e inserisce Alvarez anche per rinforzare il centrocampo. Per la squadra di Corini non ci sono più spazi, anzi in contropiede si aprono ampi varchi per il contropiede interista. Al 79' è infatti ancora Puggioni ad evitare il peggio salvando in un'azione concitata prima su Nagatomo e poi su Palacio. Nel finale da segnalare il ritorno in campo nell'Inter di Dejan Stankovic. Il centrocampista serbo si mette alle spalle un calvario dovuto a una serie di infortuni, non giocava una partita ufficiale da un Parma-Inter del 2 maggio scorso.

INTER - CHIEVO 3-1

Reti: 2' Cassano, 21' Rigoni, 26' Ranocchia, 50' Milito.

Inter: Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Cambiasso (75' Stankovic), Kuzmanovic (83' Schelotto), Gargano; Palacio, Milito (67' Alvarez), Cassano. All.: Andrea Stramaccioni.

Chievo Verona: Puggioni; Seymour (69' Luciano), Andreolli, Dainelli, Acerbi, Jokic; Cofie (65' Spyropoulos), Rigoni, Hetemaj; Paloschi (77' Pellissier), Thereau. All.: Eugenio Corini.

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata