Serie A, Inter di rigore a Cesena: decide il solito Icardi

Cesena, 26 ott. (LaPresse) - Grazie ad un rigore di Icardi nel primo tempo l'Inter torna a vincere in campionato dopo un mese dall'ultima vittoria. Per Walter Mazzarri una boccata d'ossigeno viste le nubi che si addensavano sulla sua panchina. Al Cesena non è bastata una prova encomiabil, mai doma e sempre viva alla ricerca del gol del pari la squadra di Bisoli. Troppi invece gli errori dei nerazzurri poco lucidi sotto porta. Grazie a questo successo, comunque, l'Inter sale a 12 punti in classifica e nel prossimo turno affronta la sorpresa Sampdoria dell'ex Sinisa Mihajlovic. Cesena sempre terzultimo con il Palermo con sei punti.

Sotto pressione per i risultati fin qui deludenti, Mazzarri decide di rischiare e schiera una formazione decisamente offensiva rispetto alle abitudini degli ultimi tempi, quindi al fianco di Icardi c'è Palacio con Hernanes in mediana. Nerazzurri che chiudono in vantaggio un primo tempo equilibrato grazie al rigore trasformato da Icardi al 32' concesso dall'arbitro per un fallo di Leali su Palacio che viene anche espulso. Decisione discutibile del direttore di gara, sia per quanto concerne il penalty che per il cartellino rosso. Dopo il vantaggio nerazzurro nel finale la grande reazione del Cesena che crea almeno tre palle gol nel giro di 3 minuti la più clamorosa con Djuric, su cui Handanovic compie un autentico miracolo.

Nel secondo tempo è l'Inter a prendere l'iniziativa forte della superiorità numerica. I nerazzurri però non riescono a sfondare e si limitano a delle conclusioni da lontano poco precise. Intorno al 20' Bisoli fa esordire in Serie A il neo acquisto Hugo Almeida. Il portoghese si rende subito protagonista di una bella apertura per Renzetti, sul cui cross respinto da Ranocchia c'è una botta di Cascione parata alla grande da Handanovic. L'Inter attacca in modo sterile perchè il Cesena è bravo nella tattica del fuorigioco sui passaggi in profondità per Icardi e Palacio. Nel finale vengono meno le forze del Cesena, inevitabile vista l'inferiorità numerica, ma l'Inter non riesce ad approfittarne e così il risultato non cambia più. Per i nerazzurri arrivano tre punti importanti per rivedere la luce dopo una settimana di scossoni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata