Serie A, Inter cala il poker: 4-0 all'Udinese e allungo in vetta

Udine, 12 dic. (LaPresse) - L'Inter ritrova Icardi, sommerge di gol l'Udinese e rinforza il primato in classifica. Tutto in una notte. I nerazzurri calano il poker al 'Friuli' nell'anticipo serale della 16/a giornata di campionato e salgono momentaneamente a +4 sulla seconda, la Fiorentina. La squadra di Mancini potrà così sedersi comoda davanti al televisore domani in vista degli scontri diretti d'alta quota tra Roma e Napoli e tra i viola e la Juventus. Dalla parte opposta i bianconeri escono battuti ma non umiliati. A dispetto del risultato finale (maturato in queste proporzioni solo negli ultimi minuti di gioco) l'undici di Colantuono ha tenuto bene il campo, costringendo Handanovic a diversi interventi, e può solo prendersela con se stessa per i gol concessi, tre dei quali nati da errati disimpegni difensivi.

Mancini schiera un'Inter superoffensiva con ben quattro punte - Perisic, Jovetic, Ljiajic e Icardi - in campo contemporaneamente. La diga a centrocampo è composta da Melo e Guarin. In difesa spazio a sorpresa per Montoja sulla corsia destra. Colantuono risponde con il collaudato 3-5-2 in cui Di Natale affianca Thereau. La prima occasione capita sui piedi Jovetic, servito con un rasoterra dalla sinistra da Perisic, ma Karnezis si salva respingendo la conclusione di piede. I friulani dimostrano di non avere timori reverenziali e rispondono colpo su colpo. Al 14' Handanovic si supera sulla conclusione sul palo più lontano di Thereau. Qualche minuto dopo la punizione velenosa di Di Natale termina di poco a lato. Al 23' la gara si sblocca: il retropassaggio di Bruno Fernandes mette in difficoltà Domizzi, Icardi ne approfitta e si invola tutto solo verso la porta, battendo Karnezis con un diagonale potente e preciso. I padroni di casa non demordono e al 29' Handanovic deve ricorrere nuovamente agli straordinari sulla girata di Di Natale. Al 32', su un altro errore dell'Udinese, l'Inter raddoppia: Domizzi svirgola il pallone, che finisce a Jovetic che si presenta davanti al portiere e con un colpo sotto segna il 2-0.

I friulani si gettano disperatamente in attacco anche in avvio ripresa: al 9' sul cross teso di Widmer dalla destra Di Natale arriva un secondo di troppo in ritardo e di testa non riesce a impattare il pallone. Due minuti dopo ci prova Edenilson con una bella conclusione di esterno dal limite dell'area che si spegne sul fondo. L'Inter in contropiede sa far male, e al 16' sfiora il tris con Ljajic, che calcia a lato da distanza ravvicinata sulla sponda aerea di Icardi. Al 25' l'Udinese prova a rientrare in partita ma trova ancora una volta sulla sua strada Handanovic, che respinge il cross basso e teso di Widmer. La sfera finisce dalle parti di Iturra, che a porta vuota calcia sul fondo. Al 31' azione personale di Murillo, che parte da centrocampo e arriva fino al limite dell'area prima di far partire un potente sinistro su cui Karnezis si fa trovare pronto. Nel finale l'Udinese va in debito d'ossigeno, mentre l'Inter non fa sconti: ennesimo retropassaggio errato dei friulani, questa volta di Lodi, Icardi ne approfitta e di prima intenzione scarica una conclusione imparabile alle spalle di Karnezis. Nel finale c'è anche gloria per Brozovic, entrato nella ripresa, che riceve palla sulla sinistra, si accentra e lascia partire un tiro a giro che si infila sotto la traversa, segnando un eurogol. L'Inter cala il poker, vince la sesta partita delle ultime sette e conferma di essere squadra da scudetto.

UDINESE-INTER 0-4

Reti: pt 23' Icardi, 31' Jovetic; st 39' Icardi, 42' Brozovic.

Udinese: Karnezis; Wague, Domizzi, Piris; Widmer, Bruno Fernandes (11' st Marquinho), Lodi, Iturra (25' st Perica), Edenilson; Di Natale (34' st Aguirre), Thereau. A disp. Meret, Romo, Camigliano, Insua, Pasquale, Adnan, Evangelista, Guillherme. All. Colantuono.

Inter: Handanovic; Montoya, Murillo, Miranda, Telles; Guarin, Felipe Melo; Ljajic (37' st Juan Jesus), Jovetic (16' st Brozovic), Perisic; Icardi (45' st Manaj). A disp. Carrizo, Berni, Nagatomo, Gnoukouri, Medel, Kondogbia, Biabiany, Palacio. All. Mancini.

Arbitro: Massa.

Note: ammoniti Perisic, Telles, Ljajic (I), Bruno Fernandes, Domizzi, Marquinho (U).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata