Serie A: Gilardino stende il Chievo: il Palermo vince 1-0 e respira

Palermo, 8 nov. (LaPresse/Italia Media) - Come abbia fatto il Palermo a domare questo Chievo e a mettere in cassaforte tre punti preziosissimi forse non lo sanno neanche loro. Graziato a più riprese dalla squadra di Maran, che spreca opportunità a raffica, e incapace di creare veri pericoli salvo sporadiche situazioni, i rosanero devono ringraziare il 'vecchio' Gilardino, al terzo centro stagionale e la fortuna che li ha protetti al di là dei propri meriti.

Fa di più e meglio il Chievo sin dal primo tempo e non solo per le palle gol, come quelle capitate a cavallo del 10' due volte a Castro che in entrambe le circostanze mette a lato di un soffio o quella di Hetemaj bloccata da Sorrentino, ma anche per tutto il resto. I veronesi sanno difendersi anche in otto se occorre e attaccano con lucidità mentre il Palermo è confusionario e frettoloso. Ne vengono fuori 45' spezzettati con Iachini che cambia in corsa e sostituisce dopo solo 35' un Lazaar nervosissimo con Daprelà che viene però beccato dal pubblico per l'impatto negativo sul match e i fischi del Barbera all'intervallo sono meritati per tutta la squadra.

Provano a scuotersi i siciliani che approcciano meglio la ripresa ma è ancora del Chievo l'occasione più nitida, con Paloschi che prima del quarto d'ora mette a lato da buona posizione. Cambia tutto al 25', quando su angolo di Hiljemark, tocca Andelkovic con la testa e Gilardino si trova sulla traiettoria e devia in rete. La reazione clivense è rabbiosa ma sterile, Iachini - che rischiava l'esonero - ringrazia.

www.sportevai.it

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata