Serie A, Florenzi-Destro lanciano la Roma: Hellas Verona si arrende 2-0 all'Olimpico

Roma, 27 set. (LaPresse) - La Roma continua a correre. I giallorossi battono non senza difficoltà l'Hellas Verona nell'anticipo della quinta giornata di Serie A e si portano momentaneamente in vetta alla classifica in solitaria, mettendo pressione alla rivale Juventus impegnata in serata in casa dell'Atalanta. Nel giorno del 38° compleanno di Francesco Totti, a brillare sono le stelle di due giovani: quella di Alessandro Florenzi, 'romano doc' proprio come il suo capitano, e di Mattia Destro, attaccante esploso al Siena alla ricerca della definitiva consacrazione. Solo due gemme come quelle realizzate dal duo giallorosso avrebbero potuto piegare le resistenze di un ottimo Hellas Verona, che nel primo tempo in particolare ha impensierito in più di un'occasione l'undici di Garcia. La Roma si avvicina così nel migliore dei modi, a punteggio pieno con 15 punti raccolti in 5 partite, a una settimana importante con le sfide in Champions League contro Manchester City ed in campionato con la Juventus.

Garcia ricorre a un moderato turnover lasciando a riposo dall'inizio Florenzi e Gervinho. Totti, festeggiato dai suoi tifosi allo stadio Olimpico, è al centro dell'attacco affiancato da Destro e Ljajic. Dall'altra parte Mandorlini rinuncia all'ultimo momento a Luca Toni. Al suo posto il brasiliano Nenè. In porta confermanto il giovane Gollini per l'indisponibilità di Rafael, in difesa Marques affianca Moras al posto del messicano Marquez. La prima emozione arriva al 15', quando dalla destra Maicon pesca Destro, che salta con il tempo giusto ma manda a lato il suo colpo di testa. Al 22' dalla fascia opposta si sgancia Cole sul cui cross si avventa ancora una volta Destro, efficacemente contrastato da Marques in scivolata. Un minuto dopo è Manolas di testa a impensierire la retroguardia veronese. La palla finisce però alta sopra la traversa. L'occasione migliore per i padroni di casa arriva al 31', quando Sorensen allontana il pallone sulla linea sulla scivolata di Totti. Gli scaligeri non badano solo a difendersi ma quando possono mettono la testa fuori: al 34' la girata di Nenè è fuori misura, due minuti dopo è provvidenziale Yanga-Mbiwa a frapporsi sul tentativo di testa da due passi ancora di Nenè. Un minuto dopo gli uomini di Mandorlini creano la migliore palla gol con un diagonale di Juanito Gomez su cui De Sanctis si oppone con i pugni.

Nella ripresa i padroni di casa scendono in campo con un piglio differente, anche grazie all'esplosività dell'asse Maicon-Ljajic sulla destra. Al 1' Maicon dalla destra pesca Totti che calcia di prima intenzione, Gollini si fa trovare pronto e devia in corner. L'estremo difensore dei veronesi blocca senza problemi al 14' anche il velenoso cross di Maicon. Un minuto dopo Roma vicina al gol su palla inattiva con Yanga Mbiwa, che salta da solo e accarezza il palo di testa. Il Verona è alle corde, rispetto alla prima frazione soffre maggiormente la pressione della squadra di Garcia. L'inserimento di Florenzi e Gervinho, al posto di Ljajic e Totti, è la mossa tattica che spezza la partita. Il centrocampista romano alla mezzora fa esplodere l'Olimpico con una rasoiata di prima intenzione da fuori area imprendibile per Gollini. I giallorossi insistono, al 33' Gervinho parte dalla sinistra, si sposta a destra saltando l'intera difesa gialloblù, crossa all'indietro per Destro che da buona posizione calcia a lato. Al 36' sull'ennesima azione straripante di Gervinho Florenzi colpisce in pieno la traversa. Gli ospiti non riescono più ad aggredire la Roma, Mandorlini inserisce anche Toni senza riuscire però a impensierire nuovamente De Sanctis. Al 41' arriva poi il gol che chiude la partita con un splendido tiro di Destro di prima intenzione quasi dal dischetto di centrocampo. Gollini è sorpreso, la Roma vince 2-0 e infligge all'Hellas la prima sconfitta stagionale in campionato.

ROMA-HELLAS VERONA 2-0

RETI: st 30' Florenzi, 41' Destro.

ROMA: De Sanctis; Maicon, Yanga-Mbiwa, Manolas, Cole; Nainggolan (38' st Paredes), Keita, Pjanic; Destro, Totti (22' st Florenzi), Ljajic (12' st Gervinho). A disp. Lobont, Skorupski, Holebas, Torosidis, Somma, Verde, Emanuelson, Calabresi, Sanabria. All. Garcia.

HELLAS VERONA: Gollini; Sorensen, Moras, Marques, Brivio; Ionita, Obbadi (43' pt Campanharo), Tachtsidis; Gomez Taleb, Nenè (26' st Toni), Jankovic (38' st Valoti). A disp. Ferrari, Salvetti, Rodriguez, Saviola, Luna, Lopez, Gonzalez, Fares, Cappelluzzo. All. Mandorlini.

ARBITRO: Russo di Nola.

NOTE: ammoniti Nenè (H), Manolas (R).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata